Cronaca

IL SENIO IN PIENA COME NON SI VEDEVA DA ANNI

Nel pomeriggio di Domenica 29 marzo 2009, dopo che dalla sera precedente era iniziato a piovere intensamente, è giunta a Casola l’onda di piena del Senio, seguita con attenzione anche dalla protezione civile poiché si temeva che, giunta a Riolo, potesse provocare danni.
Era da molti anni che il Senio non si mostrava così vigoroso, vivace e ribollente di acque tumultuose.

Sabato 21 marzo 2009 Casola è stata colta quasi a sorpresa dall'onda della televisione. La trasmissione di Rai Uno Sabato e Dintorni ha proposto una serie di inserti in diretta da Casola Valsenio. Proponiamo in questo video la registrazione di quanto trasmesso.
Click qui per visualizzare il filmato
“Allora Gesù, pieno di gioia, disse: -Ti ringrazio, o Padre, perché tu hai nascosto queste cose ai grandi e ai sapienti e le hai fatte conoscere ai piccoli…” (Luca, 10-21.)
Di sicuro Don Giovannino era piccolo di statura, esile, di salute molto incerta, sempre: ma di questo non si doveva parlare.
L’unica volta che non si schermì, fu quando gli dissi: “Lei è un esperto del dolore”. Abbozzò uno dei suoi sorrisi, a conferma…

Ci ha lasciato anche GIULIANO BIANCONCINI
Era sofferente da tempo per una malattia che progressivamente lo ha logorato. Dopo un periodo trascorso presso la famiglia del fratello, era entrato ospite della “Casa Protetta “ dove è deceduto, assistito dai congiunti e dal personale della Casa.

Ieri, 4 febbraio 2009, in tarda serata, è morto il nostro caro Arci (Don Giancarlo Menetti)

Un malore l'ha colto improvvisamente mentre portava i conforti religiosi ad una parrocchiana ammalata.
E' spirato durante il viaggio verso l'ospedale di Faenza.

Con queste poche e semplici righe la redazione de Lo Spekkietto (anche a nome di tutti i vecchi redattori de Lo Specchio) vuole esprimere la sua immensa gratitudine ad un uomo che, con grande fede e amore per il prossimo, ha svolto un servizio ineguagliabile per la comunità parrocchiale e per tutti i casolani.

Grazie Arci continua a vegliare su di noi.

Lo Spekkietto

Dal nostro archivio:
La nuova società “Senio Energia”, di cui abbiamo fornito ampie notizie nel numero scorso, grazie ad una intervista concessa dall’amministratore delegato della società Dino Tartaglia al nostro redattore Tiziano Righini, ha iniziato la sua attività ed ha già prodotto un progetto per la realizzazione di una centrale termica alimentata a biomassa della potenza di 1 Mw.

Lunedì 29 dicembre 2008 al cinema Senio, decimo appuntamento con “Serata ’900”, decimo incontro con la rievocazione di storie, tradizioni, eventi, luoghi della comunità casolana. E di facce, volti, espressioni, sguardi, mai come quest’anno protagonisti, dal momento che l’attenzione era incentrata sui “personaggi” che hanno lasciato un segno a Casola.

“L’autunno è alle porte e le previsioni dicono che sarà l’inverno più freddo degli ultimi 20 anni.
Ormai è necessario accendere il riscaldamento in chiesa durante le funzioni e le ore del catechismo. Come faremo a fare fronte a questa spesa? Lo scorso hanno abbiamo organizzato la vendita di dolci e minestre alla chiesa dei Frati, ma quest’anno?'.

Dal nostro inviato a NY, la cronaca di un evento che cambierà il mondo

4 novembre 2008 - NYC election day
OBAMA VS MC'CAIN - DEMOCRAT VS REPUBLICAN!


Ore 9e30 AM sveglia... accendo la tv e cerco un canale che parli di elezioni, cosa semplice, la tv via cavo americana ha 999 canali e oggi 999 trasmettono 24/24 info sulle statistiche e previsioni politiche sulle sorti del paese! Nulla di nuovo i candidati non sono cambiati da ieri sera alla sinistra del teleschermo abbiamo mr. Barack Obama e sulla destra abbiamo McCain... entrambi con sorriso smagliante frutto dei migliori dentifrici che a NY svariano dalla menta (questo ce l'ha pure brusco'...) alla melanzana rosa (questo non ce l'ha nemmeno la cofra).

Lunedì 14 luglio
Ore 6 Partenza dal parcheggio del ristorante Rirò di Imola con pulmini per Roma.
La domanda che più frequentemente mi è stata posta, prima di questo pellegrinaggio è stata: “Davvero vai a Sidney? Ma come mai?” Curiosità più che legittima dal momento che questa è la Gmg più impegnativa degli ultimi anni e tutto sembra remare contro, basti pensare ai costi, alla distanza, al periodo scelto che crea non pochi problemi tanto a studenti universitari ancora alle prese con gli esami, quanto ai giovani lavoratori costretti a chiedere le ferie.

Nel soffermarmi a godere dei panorami casolani ho notato quest'estate un certo sbiadimento in uno dei tre pini che dominano la nostra valle da sopra il Cardello, così ho deciso di salire per rendermi conto di cosa accadesse. Da lassù si possono disegnare le linee del Senio da Riolo sino alla Badia di Susinana, la vista è di solito fantastica, una certezza, ma ieri usciti dalla cava della 'sabbiella' l'orrore ha prevalso, il terzo degli alberelli, quello verso nord, ridotto uno scheletro, ben distante dal somigliare ai suoi due fratelli credo stia/abbia 'tirato gli ultimi'!!!

Fossa di compostaggio per lo smaltimento dei rifiuti organici

CASOLA VALSENIO – Una nuova iniziativa in tema di stoccaggio eco-compatibile dei rifiuti. Presso la stazione ecologica di Valsenio è, infatti, possibile richiedere il sopralluogo a domicilio per la verifica dei requisiti per l'uso della fossa di compostaggio.

E’uscito “ il girasole”, giornalino degli ospiti della nostra casa protetta.
Per la sua posizione strategica e perché è la sede dei servizi ASL la casa protetta è un punto di riferimento logistico importante per i casolani. Non tutti sanno però che dietro le sue mura si svolge una vita intensa di relazioni e attività.

Fin dal 1996 la Misericordia di Casola Aderisce al Progetto “Amici Senza Frontiere” promosso dalla Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia, che promuove l’ospitalità di bambini provenienti dalla Bielorussia esposti, ancora oggi, alle radiazioni del disastro di Cernobyl. Innegabile quindi l’alto valore dell’iniziativa perché simili gesti di solidarietà concorrono a rafforzare la crescita di quel patrimonio comune di carità e servizio radicato nella nostra comunità.

L’avvincente spedizione di una nostra rappresentativa calcistica nel paese Piemontese dove a scuola si leggono i libri di Cristiano e dove si linka il sito de Lo Spekkietto

Volvera è un paese di circa 8.500 abitanti non molto distante da Orbassano nella pianura piemontese. Subito dopo la guerra contava 1.500 abitanti poi, negli anni successivi, molto probabilmente anche a causa dell’effetto indotto Fiat che a Orbassano ha un importante centro ricerche, è passata agli attuali 8.500.