Cronaca

Il tempo, passando, ti fa prendere delle abitudini che a volte ritenevi impossibili, così da un po ho il vizio, quando rincaso la sera, di buttare un occhio nella bacheca affissioni collocata di fianco alla CRAI per vedere se qualcuno se ne è andato.
La settimana scorsa, quando mi è successo di ripetere questo gesto, purtroppo ho letto il nome LEONE ALVISI. La mia mente a caldo è riuscita solo a partorire un pensiero : 'Un amico se ne è andato'. Poi nei pochi metri che mi separavano da casa mi sono passati davanti agli occhi i molti anni che ho condiviso con lui quando eravamo insieme ad organizzare le feste di Casola.
Casola Valsenio saluta il giro d’Italia del centenario, ricorrenza che corrisponde al centenario della morte di Alfredo Oriani, scrittore e ciclista, vissuto al Cardello dove morì il 18 ottobre 1909, autore nel 1902 de 'La Bicicletta', il libro più importante e più bello dedicato al ciclismo e alla bicicletta. La 15.ma Tappa del Giro d'Italia, quella che da Forlì porterà la carovana rosa fino all’arrivo di Faenza attraverserà il territorio casolano, come successe nel 2003.
La riva che s’apre sul fianco a ponente di Monte della Vecchia che ne marchia di lontano la fisionomia nacque settant’anni fa sull’ albeggiare di un giorno di fine maggio 1939. Il versante era prima coperto da bosco e da un bel castagneto di proprietà del podere Fontanella a cui si accedeva da una cavedagna in leggera salita.
Era piovuto molto in quei primi mesi del trentanove.
Una novella sull’avventura di 6 casolani a NY
(ovvero una barzelletta)

Non parliamo di crisi, di down jones o di mib-tel, di marketing e globalizzazione e nemmeno di elezioni questa volta ma se volessi continuare non parliamo nemmeno di pascutti perche’ citarlo una va bene ma due non so se me le perdona… anyways questa volta parliamo della storia di 6 casolani (uno adottato) con eta’ media che oscilla tra 40 e 50 anni...moltiplicata per 6 diciamo un 300 anni di esperienza volata con British Airways al JFK, che non e’ un DJ, ma il principale aereoporto di NY.
IL SENIO IN PIENA COME NON SI VEDEVA DA ANNI

Nel pomeriggio di Domenica 29 marzo 2009, dopo che dalla sera precedente era iniziato a piovere intensamente, è giunta a Casola l’onda di piena del Senio, seguita con attenzione anche dalla protezione civile poiché si temeva che, giunta a Riolo, potesse provocare danni.
Era da molti anni che il Senio non si mostrava così vigoroso, vivace e ribollente di acque tumultuose.
Sabato 21 marzo 2009 Casola è stata colta quasi a sorpresa dall'onda della televisione. La trasmissione di Rai Uno Sabato e Dintorni ha proposto una serie di inserti in diretta da Casola Valsenio. Proponiamo in questo video la registrazione di quanto trasmesso.
Click qui per visualizzare il filmato
“Allora Gesù, pieno di gioia, disse: -Ti ringrazio, o Padre, perché tu hai nascosto queste cose ai grandi e ai sapienti e le hai fatte conoscere ai piccoli…” (Luca, 10-21.)
Di sicuro Don Giovannino era piccolo di statura, esile, di salute molto incerta, sempre: ma di questo non si doveva parlare.
L’unica volta che non si schermì, fu quando gli dissi: “Lei è un esperto del dolore”. Abbozzò uno dei suoi sorrisi, a conferma…
Ci ha lasciato anche GIULIANO BIANCONCINI
Era sofferente da tempo per una malattia che progressivamente lo ha logorato. Dopo un periodo trascorso presso la famiglia del fratello, era entrato ospite della “Casa Protetta “ dove è deceduto, assistito dai congiunti e dal personale della Casa.
Ieri, 4 febbraio 2009, in tarda serata, è morto il nostro caro Arci (Don Giancarlo Menetti)

Un malore l'ha colto improvvisamente mentre portava i conforti religiosi ad una parrocchiana ammalata.
E' spirato durante il viaggio verso l'ospedale di Faenza.

Con queste poche e semplici righe la redazione de Lo Spekkietto (anche a nome di tutti i vecchi redattori de Lo Specchio) vuole esprimere la sua immensa gratitudine ad un uomo che, con grande fede e amore per il prossimo, ha svolto un servizio ineguagliabile per la comunità parrocchiale e per tutti i casolani.

Grazie Arci continua a vegliare su di noi.

Lo Spekkietto

Dal nostro archivio:
La nuova società “Senio Energia”, di cui abbiamo fornito ampie notizie nel numero scorso, grazie ad una intervista concessa dall’amministratore delegato della società Dino Tartaglia al nostro redattore Tiziano Righini, ha iniziato la sua attività ed ha già prodotto un progetto per la realizzazione di una centrale termica alimentata a biomassa della potenza di 1 Mw.
Lunedì 29 dicembre 2008 al cinema Senio, decimo appuntamento con “Serata ’900”, decimo incontro con la rievocazione di storie, tradizioni, eventi, luoghi della comunità casolana. E di facce, volti, espressioni, sguardi, mai come quest’anno protagonisti, dal momento che l’attenzione era incentrata sui “personaggi” che hanno lasciato un segno a Casola.
“L’autunno è alle porte e le previsioni dicono che sarà l’inverno più freddo degli ultimi 20 anni.
Ormai è necessario accendere il riscaldamento in chiesa durante le funzioni e le ore del catechismo. Come faremo a fare fronte a questa spesa? Lo scorso hanno abbiamo organizzato la vendita di dolci e minestre alla chiesa dei Frati, ma quest’anno?'.
Dal nostro inviato a NY, la cronaca di un evento che cambierà il mondo

4 novembre 2008 - NYC election day
OBAMA VS MC'CAIN - DEMOCRAT VS REPUBLICAN!


Ore 9e30 AM sveglia... accendo la tv e cerco un canale che parli di elezioni, cosa semplice, la tv via cavo americana ha 999 canali e oggi 999 trasmettono 24/24 info sulle statistiche e previsioni politiche sulle sorti del paese! Nulla di nuovo i candidati non sono cambiati da ieri sera alla sinistra del teleschermo abbiamo mr. Barack Obama e sulla destra abbiamo McCain... entrambi con sorriso smagliante frutto dei migliori dentifrici che a NY svariano dalla menta (questo ce l'ha pure brusco'...) alla melanzana rosa (questo non ce l'ha nemmeno la cofra).
Lunedì 14 luglio
Ore 6 Partenza dal parcheggio del ristorante Rirò di Imola con pulmini per Roma.
La domanda che più frequentemente mi è stata posta, prima di questo pellegrinaggio è stata: “Davvero vai a Sidney? Ma come mai?” Curiosità più che legittima dal momento che questa è la Gmg più impegnativa degli ultimi anni e tutto sembra remare contro, basti pensare ai costi, alla distanza, al periodo scelto che crea non pochi problemi tanto a studenti universitari ancora alle prese con gli esami, quanto ai giovani lavoratori costretti a chiedere le ferie.
Nel soffermarmi a godere dei panorami casolani ho notato quest'estate un certo sbiadimento in uno dei tre pini che dominano la nostra valle da sopra il Cardello, così ho deciso di salire per rendermi conto di cosa accadesse. Da lassù si possono disegnare le linee del Senio da Riolo sino alla Badia di Susinana, la vista è di solito fantastica, una certezza, ma ieri usciti dalla cava della 'sabbiella' l'orrore ha prevalso, il terzo degli alberelli, quello verso nord, ridotto uno scheletro, ben distante dal somigliare ai suoi due fratelli credo stia/abbia 'tirato gli ultimi'!!!