Cronaca

  ESTRAZIONE PREMI LOTTERIA DI S. ANTONIO 2016 NUMERO ESTRATTO
1 MAIALE PRONTO ALL'USO (CESTA CON SALUMI VARI) 4336
2 PROSCIUTTO + GALLINA + NR.2 BOTTIGLIE DI VINO + BUONO X 2 PIZZE 3345
3 PORTALEGNA IN FERRO BATTUTO + SALAME 5190
4 PORTAGIOIE IN LEGNO ARTIGIANALE + BUONO MENU' DEGUSTAZIONE + BUONO AGROSENIO 4553
5 BUONO DA 10 INGRESSI PALESTRA + CONFEZIONE NR.3 BIRRE ARTIGIANALI 8869 Verde
6 MAGNUM DI BERLUCCHI + CONFEZIONE OLIO EXTRAVERGINE +VINO + GALLINA 3484
7 CESTO ALIMENTARI + BUONO PER 1/2 METRO DI PIZZA + NR.1 BIRRA 7706
8 CORNICE ARGENTO + GALLINA + BUONO ESTETISTA 4128
9 FORMAGGIO + BUONO LUCIDATURA AUTO + NR. 2 TOVAGLIETTE E COLTELLI DA FORMAGGIO 3935
10 CESTO ALIMENTARI + GALLINA + BUONO 1/2 KG. GELATO ARTIGIANALE 6972
11 BOTTIGLIA BERLUCCHI + BUONO MANUTENZIONE CALDAIA + CONFEZIONE CARAMELLE GOMMOSE 8705 Verde
12 CESTO PRODOTTI E ARTICOLI VARI + BUONO X 4 LITRI OLIO PER AUTO 8752 Verde
13 CESTO DOLCIUMI + BUONO PER BRUSCHETTE 5250
14 HARD DISK X FOTO + BUONO X 2 BRUSCHETTE + BUONO PIEGA 5995
15 SERVIZIO TAZZE THE + CONFEZIONI THE + BUONO TAGLIO / PIEGA 4723
16 NR.2 CUSCINI + BUONO ESTETISTA + NR.1 GALLINA 6847
17 PIATTI PIZZA + CAMBIO OLIO AUTO 4362
18 PRODOTTI DI BELLEZZA 3712
19 CONFEZIONE S.VALENTINO + GALLINA 7630
20 CONFEZIONE MALAVOLTI STEFANIA + CESTO + BUONO CENA RISTORANTE 8835 Verde
21 SBATTIUOVO + CAFFE' + BUONO 1/2 KG. DI GELATO ARTIGIANALE 5159
22 RADIOSVEGLIA + NR.3 BIRRE + GALLINA 4445
23 STENDIBIANCHERIA + PRODOTTI PULIZIA 4856
24 CENTROTAVOLA IN CRISTALLO E ARGENTO + BUONO LAVANDERIA 4702
25 GIUBBOTTO INVERNALE + OMBRELLO + NR.1 BIRRA + BUONO X 2 PIZZE 6588
26 BOTTIGLIA GRAPPA + SERVIZIO BICCHIERI + CAFFE' 7463
27 CESTO ALIMENTARI + CACIOTTA 4411
28 SERVIZIO TAZZE CAPPUCCINO + CAFFE' + BUONO TAGLIO & PIEGA 7577
29 CASSETTA FRUTTA DI STAGIONE (QUARNETI) 3188
30 BIRRE ARTIGIANALI + BICCHIERI 5233
31 CONFEZIONE FANTASIA 5711
32 ATTACCAPANNI IN FERRO BATTUTO + GALLINA 7687
33 PACCO BAMBINA + BUONO X 2 PIZZE 7499
34 CESTO ALIMENTARI + NR.1 BIRRA + PIATTO IN CERAMICA 4297
35 FERMAPORTA + NR.1 GALLINA 2893
36 PACCO DELLO SPORTIVO + BUONO PER 2 BRUSCHETTE 5773
37 ZAINO + ANATRA PRONTA X ARROSTO 8677 Verde
38 2 CUSCINI DIVANO + SHAMPOO + BUONO CONSUMAZIONE BAR 7188
39 TISANIERA + TISANE 4947
40 FOULARD + PRODOTTI BELLEZZA + BUONO PIZZERIA 7982
41 ARTICOLI VARI + GALLINA + PIATTO IN CERAMICA 4084
42 GIACCONE INVERNO + OMBRELLO + BUONO PER 2 BRUSCHETTE 2886
43 PACCO SPORTIVO + FELPA 6220
44 BORSA SPORTIVA + PILE 4387
45 SERVIZIO CAFFE' + CAFFE' 6481
46 TAPPETO DOCCIA + BUONO X 2 PIZZE + NR.3 BIRRE ARTIGIANALI 6689
47 FELPA + MAGLIETTA + BIRRA 7802
48 FELPA + MAGLIA + BRANDY 3115
49 CESTO ALIMENTARI 8983 Verde
50 PACCO ALIMENTARI 4286
51 BOTTIGLIA DI BAILEYS + BUONO X 1/2 METRO DI PIZZA 7459
52 FIASCHETTO IN CERAMICA + BOTTIGLIA VINO + COPPETTE PER MACEDONIA 2674
53 CONFEZIONE NR.3 BIRRE ARTIGIANALI + BICCHIERI 7795
54 SERVIZIO BICCHIERI + BOTTIGLIA AMARO 8637 Verde
55 GRAPPA IN CONFEZIONE REGALO 8882 Verde
56 FELPA + SHAMPOO 5940
57 PREZIOSO + SHAMPOO 4122
58 PACCO SORPRESA + BUONO X NR.2 PIZZE 7384
59 PACCO GIOVANE 6420
60 SPUMANTE + BISCOTTI 6331
Aperto il bando per assegnazione case popolari a Casola Valsenio e Riolo Terme
CASOLA VALSENIO­RIOLO TERME.
 
È indetto un concorso pubblico generale, per
l'assegnazione di alloggi che si renderanno disponibili o che saranno ultimati nel periodo
di efficacia delle graduatorie nei Comuni di Casola Valsenio e Riolo Terme, fatti salvi gli
alloggi riservati per le particolari situazioni di emergenza abitativa e per i programmi di
mobilità.
I cittadini interessati ad ottenere l'assegnazione di un alloggio di edilizia residenziale
pubblica dovranno far domanda al Comune su apposito modulo dal giorno 21 settembre e
fino alle ore 13,00 del giorno 4 novembre 2015 secondo i termini e le modalità contenute
nel bando di concorso.

CRONACA DEGLI EVENTI CASOLANI

CONCERTI - Venerdì 21/11/2014 – Domenica 23/11/2014

Si sono svolti due concerti in rapida sequenza in questa fine di Novembre. Il  primo , il concerto di S.ta Cecilia, nella sala Senio a cura del Corpo Bandistico Giuseppe Venturi che con questa iniziativa ogni anno tradizionalmente rende omaggio alla S.ta Patrona della musica e dei musicisti .

 Il secondo concerto, per iniziativa del Gruppo parrocchiale di Valsenio, ed eseguito da musicisti professionali, ha riportato nell’antica Abbazia benedettina le suggestioni  e la magica suggestione dei  canti gregoriani edelle  musiche di Bach.

TUTTI A MEDUG0RJE - Sabato 22/11/2014 – Questa marttina è partito un folto gruppo  di pellegrini Casolani per Medugorje,  la ormai notissima località della Bosnia-Erzegovina dove vengono segnalate da diversi anni regolari apparizioni della Madonna. I pellegrini Rientreranno orneranno  il 26 novembre.

 

DEBELLARE IL CINIPIDE DEL CASTAGNO – Lunedì 1/12/2015 – Si e svolto nella sala della biblioteca Biagi Nolasco un incontro per illustrare ed informare i nostri agricoltori sugli ultimi sviluppi della lotta alla dannosissima  vespa parassitaria cinipide che da un po’ di anni devasta i nostri castagneti compromettendo gravemente – ed a volte annullandoli del tutto – i raccolti delle castagne. Una particolare attenzione è stata riservata allo sviluppo della lotta biologica a questo parassita che si può combattere anche con il lancio di insetti antagonisti e con l’adozione di particolari tecniche colturali.

Agli intervenuti è stato un opuscolo “Difendere il castagno senza ricorrere alla chimica”-

ASSEMBLEA DELLA PRO LOCO – Martedì 9/12/2015 – La Pro Loco registra qualche difficoltà nella gestione e nell’organizzazione degli eventi . Il peso della gestione di tante iniziative a lungo andare si fa sentire ed i vari consiglieri e collaboratori cercano aiuti o addirittura sostituzioni e ricambi. Per dare una risposta a questi problemi la Pro Loco con l’Amministrazione Comunale hanno organizzato un’assemblea aperta ai cittadini ed alle varie associazioni. La riunione si è svolta in qualche momento con toni abbastanza accesi, soprattutto in seguito a qualche intervento particolarmente critico ad esempio quello del Consigliere Comunale di minoranza Amedeo Violone. Alla fine il clima si è ricomposto e ci si è dati l’ appuntamento per  una nuova assemblea il 7 Gennaio per la nomina del nuovo consiglio e per individuare modi diversi di partecipazione da parte delle varie associazioni.

 

LA FESTA DELLA COMPATRONA S.TA LUCIA – Sabato 13/12/2015 Si è svolta la tradizionale festa di S. Lucia, uno dei più antichi rituali del nostro paese. Un tempo la fiera di S.ta Lucia durava tre giorni ed era caratterizzata da un susseguirsi di celebrazioni di S. Messe nella chiesa del Pio Suffragio annessa al convento delle suore Dorootee ( più popolarmente conosciuta come chiesa di S.ta Lucia),  da un ricco e frequentatissimo mercato animato da numerosissime bancherelle  con ogni genere di prodotti ma, soprattutto con il torrone, tradizionale dolce della stagione.  Spesso erano presenti anche giostre e  teatrini di burattini o di attrattive più o meno fantastiche e surreali come la donna “foca” o quella “Cannone”. Ora la festa si è un po’ ridimensionata ma resta sempre una tradizione sentita.

La festa ha avuto un prologo la sera di Venerdì 12 dicembre con il tradizionale Concerto della nostro Corpo Bandistico  “G. Venturi” band nella sala Guidani durante il quale sono stati eseguiti pezzi musicali e canti tipici del natale anche con l’intervento del coro dell’ Assunta  .

Tre S. Messe sono state celebrate al mattino nella chiesa “delle Suore” ovvero del “Pio Suffragio”, compatrona di Casola.  Dopo la S.ta Messa delle 11, sono stati  benedetti  i contadini con i loro trattori. Durante la giornata si è visto un certo movimento di turisti e di cittadiniper Casola dove i commercianti avevano esposto alcune bancherelle e organizzato un po’ di musica in p.za Oriani. Al pomeriggio alle 15,30 è stato recitato il S.to rosario.  Alla sera nella sala Don Guidani si è svolto uno spettacolo organizzatoda La Compagnia della Quartadiretto da Monia Visani ed incentrato sulla riproposizione dei tormentoni che hanno fatto parte della nostra storia musicale.

 

VEGLIA NATALIZIA  ITINERANTE  NEL PAESE E  CONCERTO DELL’ASSUNTA A VALSENIO – Domenica 21/12/2014 -  Gli scouts e la scuola materna parrocchiale hanno organizzato una veglia notturna di Natale itinerante per le vie del paese. Cittadini, pastori, contadini, re Magi, si sono aggirati per le varie strade ed i cortili guidati dalla stella e da misteriosi angeli fino a trovare la S.ta Famiglia con Gesù appena nato e circondato dagli angeli in via Sorgente  in una capanna affacciata sullo strapiombo del  rio Casola . Dopo cena nell’Abbazia di Valsenio, con la partecipazione del coro dell’ Assunta, si è svolta una serata di canti e recite natalizie.

 

 

ALTRE MANIFESTAZIONI  INCONTRI E SPETTACOLI ASPETTANDO IL NATALE- dal 14 Dic al 26 Dic 2014

Nell’imminenza del S.to Natale, oltre la veglia sopra ricordata, sono state numerose le iniziative organizzate dalle scuole o da associazioni, oltre che dalla Parrocchia per ricordare il felice evento della nascita del bambino Gesù.  Ricordiamo telegraficamente i “Racconti dell’Avvento” il 14 ed il 21 dicembre a cura del Comitato del Gemellaggio nella biblioteca, la “Festa di Natale” nel cinema Senio del Centro infanzia Lo Scoiattolo,” Natale in via Marconi” a cura dei Commercianti  locali, la “Recita di Natale” del Centro Infanzia S.ta Dorotea e i “Giochi a premi”  a favore del le varie scuole casolane organizzate dal Centro Sociale Auser Le Colonne.

NATALE 2014 – 25 Dic. 2014 – Casola festeggia la S.ta ricorrenza del Natale con la celebrazioni dei tradizionali sacri riti ed assumendo anche esteriormente la veste rituale di questa festività, certamente una delle più sentite ed amate di tutto l’anno. Ovunque sono stati allestiti presepi addobbi e luminarie. Ci sembra doveroso citare per la cura, la maestria e l’originalità con cui è stato realizzato, almeno il presepio  montato nella cappellina della Madonna di Lourdes, nella nostra chiesa parrocchiale, a cura di Luisa Sangiorgi e Roberto Morini. Un presepio  con la prospettiva rovesciata rispetto ai canoni usuali e sviluppato da un punto di osservazione interno alla grotta della Natività rivolto all’esterno.

La S.ta Messa della Mezzanotte, certamente la più partecipata,  è stata preceduta da una veglia con musiche e letture natalizie. Il Coro dell’Assunta ha animato con il canto le diverse fasi dei riti.

SERATA NOVECENTO , NOMI E SOPRANNOMI - Lunedì 29/12/ 2014 – Consueto pienone a Serata Novecento, organizzata dal Circolo Fotografico nel cinema Senio. Il tema di quest’anno verteva sull’argomento dei nomi e soprannomi che hanno contraddistinto e caratterizzato i Casolani del presente e del passato con particolare riferimento ad alcune figure fra le più originali, caratteristiche e ricordate della nostra comunità. Una serata divertente, a suo modo nostalgica e commovente, in cui le immagini fotografiche dell’inesauribile archivio del Circolo Fotografico e gli intermezzi recitati , hanno fatto rivivere ai Casolani una parte della piccola storia della loro comunità.

SI CHIUDE UN ANNO E SE NE APRE UN ALTRO - Mercoledì 31/12/ 2014 – Questa mattina ci siamo risvegliati  con una bella nevicatina. Niente di eccezionale, ma quanto basta per dare una bella imbiancata e creare  l’atmosfera giusta per l’ultimo giorno dell’anno. A mezzanotte  si chiuso  un altro anno: è stato buono ? è stato cattivo ? Dipende per chi. Ogni anno accadono sempre cose buone ed altre meno buone. Per la nazione è stato un anno difficile, ma potrebbero essere maturate le condizioni per  iniziare un ciclo positivo. Che Dio ci assista! Da domani  1 Gennaio 2015 inizia un nuovo anno.

LA BEFANA DELL’AVIS - Lunedì 5/1/2015 Nella sala parrocchiale Don Guidani l’ AVIS  ha organizzato per tutti i bambini e le bambine di Casola la consueta e festosa  serata  di attesa  della venuta della Befana. La serata è stata allietata dalle musiche del  Corpo Bandistico G. Venturi.

ELETTO IL NUOVO CONSIGLIO DELLA PRO LOCO – Mercoledì  7 Gennaio 2015  l’Assemblea della Pro Loco ha ridisegnato l’assetto della propria organizzazione ed eletto un nuovo Consiglio che si è insediato nella riunione di Giovedì 15 Gennaio distribuendo le cariche e gli incarichi. Per i particolari rimandiamo allo specifico articolo pubblicato in questo stesso numero del giornale.

FORTE NEVICATA E DISAGI PER IL VENIR MENO DI ELETTRICITA’ E ACQUA - Venerdì 6 /02/ 2015 – Nella notte e nelle prime ore del mattino è caduta una bella nevicata. Nel paese lo strato di neve caduta è di circa 20 cm. E’ una neve pesante che ha provocato numerosi danni  con cadute di alberi, rami, e cedimenti di strutture tecniche anche in pianura.  Infatti verso le 7 del mattino è venuta meno la corrente elettrica per il cedimento di un importante traliccio della rete Enel a Imola. Poco dopo la mancanza di elettricità ha causato anche l’interruzione della distribuzione dell’acqua.  A seguire si sono poi interrotti i collegamenti  telefonici  sia di cellulari che, in molti casi, della rete fissa. Per Casola e per una vasta zona della Regione si è trattato di una giornata veramente critica: neve, freddo, poi pioggia, 10 ore di interruzione della energia elettrica, 7 ore senza acqua. Fortunatamente ha retto la distribuzione della rete di distribuzione del gas metano che ha permesso l’utilizzo dei fornelli delle cucine. Abbiamo così risperimentato come la maggior parte della popolazione  viveva 65 anni e passa fa: poca o niente luce, niente o poca acqua,  niente riscaldamenti centralizzati, niente telefoni, niente televisione. Il problema è che ora non si è attrezzati nelle case per reagire a queste emergenze, sia mentalmente che tecnicamente.

Per fortuna dopo le ore 17 è tornata la luce ( l’acqua è tornata un’ora prima) e alla fine tutto si è normalizzato.

IMMAGINI DAL MONDO – A CURA DEL CIRCOLO FOTOGRAFICO CASOLANO – Tutti i Venerdì di Febbraio e Marzo

E’ iniziata la sera del 6 Febbraio nella sala Biagi Nolasco e terminata il 27 Marzo nella sala del cinema Senio la rassegna di foto, filmati e racconti di viaggio che annualmente il Circolo Fotografico Casolano organizza per allietare le nostre serate  invernali e creare momenti di socializzazione e di incontro piacevoli ed interessanti. Quest’anno le serate sono state otto : tutti i venerdì di Febbraio e di Marzo.  I temi degli incontri di Febbraio, elencati  nell’ordine, sono stati:  INDUISMO (India e non solo)di Catani Benito – EGITTO (da Luxor a Karnak) di Quadalti Mario  – ALBANIA (grotte di Shpella e Vlark) di Biagio e Ivano Fabbri – U.S.A. (North Western USA -  ghiaccio, fuoco e terra).

Gli incontri di Marzo saranno: SULLE TRACCE DEGLI ANTICHI PELLEGRINI (Casolani sul Cammino di Compostela, la via Francigena e le vie di San Francesco) – AMERESTI QUESTI OCCCHI MA NON TI APPARTENGONO (7.800 km in moto da Cape Town a Ngorongoro ) di Claudio Menni – ETIOPIA (dalle cerimonie Copte del Timkat alla primordiale  Dancalia ) di Giampietro Rubinato  ed infine nella sala del cinema Senio TIZIANO TERZANI ( letture, video e immagini presentate da Alen Loreti ).

INCONTRI CON L’ AUTORE – Domeniche 8 – 15 – 22 -  Febbraio 2015

Il Comune di Casola Valsenio, gli "Amici della Biblioteca" e il Giardino delle Erbe "A. Rinaldi Ceroni" hanno organizzato anche quest’anno tre incontri letterari nella Casa della Cultura.

Nei pomeriggi delle domeniche 8 - 15 e 22 febbraio 2015 presso la Sala Nolasco è stato possibile ascoltare dal vivo la presentazione di un libro con l'autore stesso.

Le opere presentate sono nell’ordine: "Franco Tozzi. Qualcosa abbiamo fatto" di Franco Tozzi e Fabio Cavallari – “Romagna Garden” di Giovanni Nadiani ed infine “Caro vecchio porco ti voglio bene” di Graziano Pozzetto.

MI  ILLUMINO DI MENO –  Venerdì 13/2/2015 -
Casola Valsenio  ha aderito anche quest'anno all'iniziativa “Mi illumino di meno”  promossa dalla trasmissione radiofonica"Caterpillar" organizzando nella serata  del 13 Febbraio una serie di piccoli eventi ed iniziative per sensibilizzare la popolazione ad un uso corretto dell’energia e promuovere il risparmio energetico. Passeggiate a piedi, in mountain bike e in monopattino alla scoperta del buio,  degustazione di tisane del giardino delle Erbe, musica dal vivo e lettura di racconti e uno scenografico lancio delle lanterne in aria hanno caratterizzato l’incontro notturno .  Gli eventi sono stati  promossi ed organizzati dal gruppo "Amici della biblioteca", Pro loco, Associazione "Teatro sonoro" e i "Creativi sopra la Media". Per tutto il tempo dello svolgersi della serata il Comune ha spento l’illuminazione dei monumenti, della pista ciclabile e di alcune vie del centro del paese.

CARNEVALE DEI BAMBINI 2015 - Domenica 15 febbraio 2015 – L’AVIS, con il patrocinio del Comune, ha organizzato nel pomeriggio nella sala Don Guidani il carnevale dei bambini. Gli scout hanno animato l’incontro festoso e mascherato con alcuni giochi a cui sono seguiti musica, balli e buffet per tutti.

TERZO TRAIL PODISTICA CASOLA VALSENIO – Domenica 15 Febbraio 2015 - Con il patrocinio del Comune di Casola Valsenio e la collaborazione dei  Podisti Casolani si è svolta la gara podistica Terzo Trail  comprendente una fase competitiva di percorso trail di 21 km ed una non competitiva, più abbordabile di 9 km. Ritrovo e partenza per tutti davanti agli Olmatelli

THINKING DAY DEI NOSTRI SCOUT  A IMOLA - Sabato 21 e Domenica 22 Febbraio 2015 – Si è svolta a  Imola la due giorni del  Thinking day a cui hanno partecipato  anche gli scouts di Casola. I particolari nell’articolo specifico pubblicato su un’altra pagina di questo giornale.

FRANA DISASTROSAMENTE UNA PARTE DEL CAMPO SPORTIVO – SCONCERTO MA ANCHE SOSPIRO DI SOLLIEVO : GRAZIE A DIO  NESSUNO SI E’ FATTO MALE - Mercoledì 25 Febbraio 2015 – Disastro al campo sportivo nuovo sotto gli Olmatelli. Un terzo del campo sportivo è franato nel fiume con uno stacco netto della roccia. Anche una parte di alcuni appezzamenti di terra fiancheggianti il campo è franata. Nel  fiume in parte ostruito dall’ingente massa di rocce crollate  si è formando una specie di lungo invaso, simile ad un piccolo lago. I particolari sono riportati dettagliatamente in altri articoli di questo stesso giornale.

LE FAMIGLIE DELLA PARROCCHIA SONO IN VACANZA IN MONTAGNA -  Giov. 26 Febbraio / Dom. 1 Marzo 2015 -

Un bel gruppo di famiglie casolane si sono trasferite per alcuni giorni a San Vigilio di Marebbe, nelle Dolomiti dell’Alto Adige, per trascorrere qualche giorno di vacanza sulle nevi.  La spedizione è stata organizzata, come ormai d’abitudine da alcuni anni, dalla nostra parrocchia sotto la guida del nostro arciprete  don Euterio, da sempre appassionato di montagna.

Purtroppo all’ultimo momento alcune famiglie hanno dovuto rinunciare a causa dell’infierire delle patologie influenzali che quest’anno sono particolarmente aggressive e diffuse sia fra i bimbi, sia fra gli adulti.

FESTA DEL TARTUFO PRIMAVERILE – Domenica  8/3/2015 – Si è svolta la Festa del Tartufo Primaverile. Nel parco Pertini è stata organizzata una gara di ricerca con cani del prezioso tubero mentre in via Marconi sono state allestite le bancherelle per la rivendita dei tartufi e dei prodotti  affini. In piazza Sasdelli la Pro Loco ha aperto un il consueto  padiglione gastronomico

ASSEMBLEA PUBBLICA SUL CAMPO SPORTIVO – STATO DELLE COSE  DOPO LA FRANA - Giovedì 12 Marzo 2015

 La cittadinanza è stata convocata in serata nella sala del cinema Senio per un’assemblea pubblica  in  cui l’Amministrazione Comunale e la società sportiva Casola Calcio hanno riferito sullo stato delle cose dopo la frana verificatasi al campo sportivo. Per  I dettagli e le notizie inerenti questo argomento rimandiamo i lettori agli articoli specifici  pubblicati in questo stesso numero del giornale.

ADORAZIONE DEL SS. SACRAMENTO - Sabato 14 Marzo 2015  Cogliendo l’invito del S.to Padre e di Mons. Vescovo  anche la nostra parrocchia in preparazione della S.ta Pasqua  ha promosso una serata di adorazione del Santissimo Sacramento  nell’Abbazia di Valsenio che, unendosi alle iniziative simili di tutte le diocesi  italiane, ha assicurato su tutto il territorio nazionale un’adorazione ininterrotta di 24 ore.

PELLEGRINAGGIO AD ACQUADALTO – 18 Marzo 2015- Nel pomeriggio si è svolto il rituale pellegrinaggio delle parrocchie della nostra valle alla chiesa annessa al convento di Acquadalto  nel comune di Palazzuolo. Purtroppo le pessime condizioni metereologi che e la pioggia battente non hanno permesso altro che il trasferimento in corriera anche per l’ultimo tratto dal centro di Palazzuolo  al santuario.

 

Domenica 29 Marzo 2015

- PROCESSIONE DELLE PALME – Alle ore 10,45 dalla Chiesa di San Francesco (dei frati), dopo la benedizione dei rami di ulivo, è partita la processione delle Palme  sino alla chiesa parrocchiale dove è stata celebrata la S.ta Messa con la lettura del “Passio” .

- I CASOLANI RINGRAZIANO LA S.TA PROVVIDENZA  - La S.ta Messa  della domenica delle Palme è stata celebrata anche con la particolare intenzione di ringraziare la Divina Provvidenza per aver risparmiato alla nostra comunità qualsiasi danno alle persone nel  verificarsi del grave frangente  della frana del campo sportivo E. Nannini.

- E’ MORTO DON PIO –– Nella tarda serata è  giunta la notizia della morte di Don Pio Pagani, parroco di Baffadi, conosciutissimo ed amato da tutti per il suo carattere espansivo, caritatevole ed amichevole. Aveva raggiunto la bella età di 91 anni  e fino all’ultimo ha svolto il suo sacro servizio nella parrocchia affidatale e presso la nostra Casa Protetta. Negli ultimi tempi, causa problemi respiratori e di salute,  era stato ricoverato per brevi periodi all’ospedale.

 

IL FUNERALE DI DON PIO – Mercoledì 1 Aprile 2015 – Nel primo pomeriggio  si sono svolti I funerali di don Pio  Pagani con la partecipazione di S.E. il Vescovo Mons Tommaso Ghirelli e dei confratelli sacerdoti  della Diocesi si svolgeranno nella chiesa Parrocchiale di Casola nel pomeriggio di Lunedì 1 Aprile. Dopo la celebrazione della S.ta Messa la salma di don Pio è stata portata e sepolta nella tomba accanto ai suoi genitori nel cimitero di Baffadi, la parrocchia servita con tanta passione dal defunto sacerdote per  quasi cinquant’anni .

LA PROCESSIONE DEL “SIGNOR MORTO” – Venerdì 3 Marzo 2015 – La processione più partecipata e “sentita” dai Casolani, che secondo la guida scritta di quest’anno, ripropone il “ piccolo corteo degli amici” che accompagnano Gesù Cristo morto al sepolcro, in realtà nel nostro paese raduna una vera e propria folla di fedeli che numerosi accorrono ogni anno all’appuntamento  della sera del Venerdì della Passione. E’ una tradizione profondamente radicata nel cuore dei Casolani di ieri e di oggi, tanto che sono molti i nostri ex concittadini che rientrano nel paese per questa occasione, e magari solo per  questa.

L’incedere lento della statua del Cristo deposto, seguita da quella della Madre Addolorata  al suono della conosciutissima ed amatissima “marcia funebre n. 9”  eseguita dalla banda -  le luminarie che segnano tutto il percorso e sigillate dalla “croce di fuoco”  che appare nel finale, stagliandosi  suggestiva nell’orizzonte dei prati degli Olmatelli -  il grave e solenne annuncio dei temi trattati nei quadri viventi e le meditazioni suggerite e commentate  dai chierici, formano un mix comunicativo di grande effetto, capace di sensibilizzare e commuovere gli animi.

Quest’anno sono stati cinque i “quadri viventi” allestiti con la solita maestria ed  efficacia comunicativa dai volontari e che citiamo nell’ordine: “Pietro professa che Gesù è figlio di Dio” – “Gesù dice a Pietro che per essere suo discepolo è necessario seguirlo sulla via della Croce” – “ Gesù chiama Matteo il pubblicano a seguirlo” – “ Una anziana vedova getta il suo obolo nel tesoro del tempio” – “Gesù si trasfigura davanti a Pietro, Giacomo e Giovanni”.

Infine nella piazza della chiesa un ultimo quadro ma “non vivente” con tre croci vuote a testimoniare che la morte di Cristo, da apparente sconfitta si è trasformato in vittoria sul male con la sua resurrezione.

IL MASSACRO DI OLTRE 140 STUDENTI CRISTIANI IN KENIA – Pur essendo la nostra cronaca quasi esclusivamente limitata alle notizie di carattere locale non possiamo far a meno di ricordare in questa occasione, nel ricordo del Cristo crocefisso dalla malvagità dell’uomo, il martirio di oltre 140 studenti cristiani in Kenia, perpetrato in questi giorni ad opera di formazioni armate Somale legate all’estremismo islamico. Studenti  vittime innocenti di un odio che sta dilagando in tutto il mondo in un mix fra contrapposizioni e rivalità nazionali, razziali e fanatismi pseudo religiosi che ogni giorno ci lascia interdetti e sgomenti. Il Cristo crocefisso ci addita e ci ammonisce sulla necessità di evitare la strada della violenza ma anche sulla necessità di proclamare la verità e non chiudere gli occhi per motivi di opportunismo o di timore e vigliaccheria su quanto sta avvenendo da tempo nel mondo. I Cristiani non sono mai stati perseguitati tanto quanto nel secolo passato e agli inizio di quello da poco iniziato. 

Intervista a Simone Visani Presidente dell'AC Casola

Partiamo da una dimensione molto personale. Che cosa hai provato quando hai appreso la notizia del crollo e poi hai visto direttamente la frana che si è portata via un pezzo di campo?

La notizia l'ho appresa da Cristian Visani, che mi ha chiamato appena ha raggiunto la struttura, e mi ha inviato una foto in cui si vedeva il disastro, lo smarrimento iniziale è stato enorme, presto sostituito, però, dalla voglia di ripartire e di garantire continuità all'attività calcistica, a tutti i livelli, pertanto la prima preoccupazione, dal momento che nessuna persona risultava ferita o dispersa, è stata quella di mettere in salvo il materiale sportivo e trovare strutture adeguate agli allenamenti ed alle partite di tutti, grandi e piccoli. Un compito gravoso che per ora stiamo onorando alla grande.

Hai raccontato in assemblea quanta solidarietà sia arrivata da tutti i casolani, dai paesi vicini e dalle istituzioni. Senza dover per forza mettere un ordine ci puoi raccontare un episodio, una telefonata, un messaggio o un gesto che ti ha particolarmente colpito e che può riassumere bene i sentimenti di quei giorni?

I primi momenti sono stati ovviamente molto convulsi, tutto un continuo di telefonate e mail, tutti che offrivano aiuti, ospitalità o anche solo una parola di solidarietà. Mi dispiacerebbe fare differenze, ma se proprio devo citare qualcuno, direi i due comuni confinanti: Riolo Terme e Palazzuolo, con i rispettivi sindaci: Nicolardi e Menghetti e presidenti di società: Cavina e Visani; il Solarolo Calcio, nella persona del Ds Cesare Mainetti, cui sono legato da un' amicizia di lunga data, e naturalmente Cristiano Cavina e Stefano Olivucci, che fin da subito hanno coinvolto sia l'ambiente letterario che quello speleologico in un opera di Fundrising di fondamentale importanza per la ricostruzione.
Detto questo, vi sarebbe una lista infinita di società sportive, enti, associazioni o singoli cittadini che stanno dimostrando la loro solidarietà nel modo più svariato, a tutti loro va il nostro sentito ringraziamento.

 
25 febbraio 2015. Giornata funesta oggi per la comunità casolana: questa mattina poco dopo le 9 una fetta del campo sportivo Enea Nannini è crollata nel fiume trascinando con se anni di sforzi, sacrifici e impegni che avevano consegnato a Casola un funzionale e moderno impianto sportivo.
Un danno economico ma soprattutto uno shock sociale difficile da quantificare per quanto molte delle attività ricreative casolane ruotassero oramai intorno al nuovo campo sportivo, su cui si era puntato tutto in tema di aggregazione giovanile.
Vi aggiorneremo a breve con interviste e considerazioni ad ampio raggio.
 
 
 
 

Cristiano Cavina è stato ospite nella puntata di Porta a Porta trasmessa su Rai1 il 27.11.2014 con una intervista di Bruno Vespa sul tema dei benefici della dieta mediterranea. La puntata integrale è disponibile on-line sul sito della Rai. >>clicca qui

CRONACA DEGLI EVENTI CASOLANI

 

Pubblichiamo di seguito il riassunto dei dati demografici 2013 che non erano stati riportati nel numero dell’inizio anno

DATI RIASSUNTIVI DELL’ANDAMENTO DEMOGRAFICO DELL’ANNO 2013

ERAVAMO 2.699   ED ORA SIAMO 2.665

Il comune ha reso noto i dati riassuntivi dell’andamento demografico dell’anno 2013. che qui di seguito riportiamo. (nota M. = Maschi ,  F. = Femmine)

 

Popolazione residente

 

Al    1 Gennaio 2013                M. 1.360           F. 1.339            Tot. 2.699

Al  31 Dicembre 2013               M. 1.344           F. 1.321            Tot. 2.665

Differenza                                M.   – 16           F.    - 18           Tot.    - 34

 

Nati e morti

 

Nati                                         M.    8              F.  13               Tot.     21

Morti                                       M.  22              F.  11               Tot.     33

Diff. fra nati e morti                 M. -14              F.  +2               Tot.    -12

N.B. Tutti i nuovi nati sono venuti alla luce nei centri sanitari dei distretti. Nessun bimbo è nato nel territorio del comune

 

Apriamo la cronaca con le foto dei  ragazzi che in Giugno hanno  ricevuto la S.ta Cresima ( domenica 1 Giugno 2014) e la prima S.ta Comunione ( domenica 8 Giugno 2014). La notizia era stata già pubblicata nel numero scorso ma le foto per un disguido erano rimaste nel cassetto:

1° foto ( gruppo della Cresima)

2° foto (gruppo della prima Comunione)

 

PELLEGRINI CASOLANI A PIEDI DA CASOLA  VALSENIO AD ASSISI E DA LORETO AD OSIMO – 28 Giugno – 10 Luglio 2014

Un gruppo di pellegrini Casolani ha effettuato dal giorno 28 Giugno al 10 Luglio un suggestivo ed impegnativo pellegrinaggio, a piedi, sui sentieri di San Francesco  sino ad Assisi, concludendo poi, dopo un trasferimento in pulmino, con il tratto da Loreto ad Osimo per rendere omaggio alla tomba  del Card. Giovanni Soglia, illustre concittadino e grande benefattore di Casola, suo paese di origine. 

Quattro pellegrini  ( Alessandro, Franco, Gianni  R. e Giancarlo) hanno fatto l’intero percorso fino ad Assisi, seguiti da un pulmino di appoggio, fornito generosamente da on Euterio e  guidato con somma pazienza da Gianni L. .  Tre di questi poi hanno percorso anche l’ultima tappa Loreto /Osimo. Ai sunnominati si sono poi aggregati nei week end altri pellegrini che hanno percorso alcune tappe, fra questi: Don Euterio, Michele, Teresa, Piergiacomo, Maurizio, Ornella, scarrozzati fino ai punti di incontro da pazienti consorti che hanno funto da agenti di collegamento.

La Croce di Luce di monte Alberino, l’abbazia di Gamogna, l’Eremo di Camaldoli, Il Santuario di La Verna, Gubbio, Assisi, Loreto ed Osimo, questi  i punti chiave e caratterizzanti di questo lungo pellegrinaggio durato 13 giorni per un totale di poco meno di 400 km.

La preghiera, il raccoglimento, ma anche la serena e piacevole vita comunitaria, lo scambio di idee, il racconto delle proprie esperienze personali, a volte anche la discussione ed il confronto su vari argomenti  e, certamente non ultime, le soste conviviali, gli incontri con altri pellegrini anche di altri paesi, il piacere dell’attraversamento di luoghi fantastici e di bellezza unica, hanno accompagnato il viaggio dei nostri pellegrini, alcuni dei quali già abituati ad esperienze similari, rendendo più lieve il cammino assai impegnativo ed a tratti aspro e duro.

INTENSO FIABESCO ESTATE 2014 – Luglio – Agosto – Settembre 2014

Impossibile per ragioni di spazio raccontare in dettaglio tutte le manifestazioni  di “INTENSO FIABESCO estate 2014” organizzate dalla Pro Loco e dall’Amministrazione Comunale per  animare la stagione estiva 2014.  La presentazione degli obiettivi e del programma  di questo nuovo ciclo di eventi che, dopo 32 anni ha sostituito i “Mercatini serali  delle erbe” è già stata riportata in prima pagina nel numero scorso de Lo Spekkietto  e ad essa ci si può riferire per i dettagli.

In generale diremo che Notti di musica nei luoghi della storia, Mercatini della fantasia, laboratori,Teatro di strada, nelle piazze e per le vie del paese,  spettacoli  ed iniziative al Cardello o al Giardino delle erbe, visite e passeggiate guidate  in campagna e alla grotte del Re Tiberio o all’Abbazia di Valsenio,  hanno riempito le serate dei venerdì e dei fine settimana di Luglio e Agosto della Casola di favola e della Casola dei racconti dimenticati.  Piazza Sasdelli, al posto del tradizionale palco e file di sedie si è trovata spesso arredata con pallet e cuscini a mo’ di triclini o sofà di orientale memoria  a far da contorno ai vari spettacoli che vi si svolgevano. Nel  weekend  di fine Agosto si è poi svolta la Festa del Pompiere per celebrare il decennale dl dislocamento dei vigili del fuoco , mentre nel Venerdì e Sabato della prima settimana di Settembre ha avuto luogo l’annuale incontro di Sommerend Fest con i gemelli tedeschi di Bartholomà organizzato dall’apposito comitato. Va segnalato a questo proposito che una trentina degli ospiti -gemelli di Bartholomà sono giunti dalla Germania in bicicletta dopo aver visitato anche Pisa e Firenze  ed essersi là incontrati con i ciclisti Casolani con i quali hanno poi percorso insieme il tratto toscano per  giungere a Casola.

Tornando all’ “Intenso Fiabesco” Si è dunque cercato di sopperire con un programma scoppiettante e variegato al calo di interesse che aveva caratterizzato i mercatini degli ultimi anni ed il risultato sul piano delle presenze di pubblico è stato altalenante.  Sul piano dell’immagine é un po’ venuta meno  la forte caratterizzazione,  la novità e l’originalità che aveva  contraddistinto ed aveva decretato a suo tempo il successo dei Mercatini delle erbe, ma evidentemente anche il clima pesante della crisi economica in atto ha avuto il suo peso nel giustificare la scarsità di pubblico di certe serate. In generale tuttavia i risultati possono essere considerati soddisfacenti. Va in ogni caso sempre lodato l’encomiabile lavoro  dei volontari  impegnati  nello svolgimento delle varie manifestazioni  e lo sforzo nella ricerca di rinnovamento attuato dalla Pro Loco che a questo punto dovrà forse orientarsi alla ricerca di una identificazione più marcata ed identitaria dell’intero complesso delle manifestazioni estive, con la speranza che anche sul piano della ripresa economica le cose vadano migliorando.

LA FESTA DEMOCRATICA TORNA A CHIAMARSI  “FESTA DE L’UNITA’ “ – 2 Agosto – 10 Agosto 2014

Nel parco Pertini si è svolta la festa del PD che da “Festa Democratica” è tornata a chiamarsi “Festa de L’Unita’” .  Un ritorno all’antico o al vecchio che dir si voglia nel momento in cui  lo storico giornale del partito “L’Unita’” ha chiuso i battenti . Una scelta strana che sembra sia stata suggerita dallo stesso Renzi, il simbolo della nuova guardia del rinnovato partito.  La manifestazione come sempre è stata caratterizzata  da serate danzanti, spettacoli vari, laboratori per bimbi, un affollato stand gastronomico, qualche incontro politico. Particolare interesse ha suscitato il padiglione delle proiezioni delle immagini di “Fotostoria Casolana” tratte dal fornitissimo ed ormai noto  blog realizzato da Giampaolo Sbarzaglia.

FESTA  DELL’ ASSUNZIONE DI  SANTA MARIA VERGINE NOSTRA PATRONA – Venerdì 15 Agosto 2014 –

La comunità parrocchiale ha celebrato la festa dell’ Assunzione di Maria Vergine, patrona di Casola Valsenio annunciando il felice evento con un concerto di campane eseguito da un gruppo di campanari della nostra Diocesi tutti appartenenti alla numerosa famiglia degli Spadoni di Chiusura.  Dopo la S.Messa  celebrata alle ore 18,30 dall’Arciprete don Euterio,  fedeli e cittadini si sono ritrovati nel cortile dell’ex convento dei Frati Cappuccini per un incontro conviviale rallegrato dalle musiche eseguite dal complessino dei Trigliceridi.

35° PELLEGRINAGGIO A PIEDI A BOCCADIRIO - Sabato 30 e Domenica 31 Agosto 2014

Alle 3 del mattino di Sabato 30 Agosto è partito dalla chiesa parrocchiale  il 35° pellegrinaggio a piedi a Boccadirio organizzato dalla parrocchia ed aperto a tutta la Diocesi che si è concluso Domenica 31 Agosto alle 17 con la S.ta Messa celebrata al santuario della Madonna di Boccadirio. Numerosissimi i partecipanti provenienti da tutta la Dicesi che hanno attraversato le valli del Senio, del Santerno, del Sillaro e del Sette per giungere alla meta agognata.

L’ultimo giorno ha registrato anche la presenza di alcuni bimbi piccolissimi di alcune famiglie, assidue partecipanti al pellegrinaggio, che si sono accodate sulle spalle dei genitori. Il record di più giovane partecipante di tutti i tempi  è stata conquistato da un neonato di pochi giorni. 

     Per un incontro

70° ANNIVERSARIO DEI COMBATTIMENTI DI MONTE BATTAGLIA – domenica 7 Settembre 2014

Si è conclusa con una cerimonia a Monte Battaglia una 4 giorni di rievocazioni dei combattimenti svoltisi a monte Battaglia 70 anni fa durante il passaggio del fronte sulle nostre terre.  La 4 giorni è iniziata Giovedì 4 Settembre con la presentazione del libro a fumetti “Monte Battaglia - una storia della Linea Gotica” di Paolini, Cortesi, Peddes seguita dalla proiezione di un video su Aurelio Ricciardelli “Partigiano per sempre”. Venerdì 5 Settembre è stata inaugurata nella sala Azzurra del Comune la mostra fotografica "La piccola Cassino tra guerra e pace" realizzata dall’ANPI e dal Circolo Fotografico. Sabato 6 Settembre nella sla Biag Nolasco è stato presentato il libro "Monte Battaglia 1944 - Dal mito alla storia" ed infine Domenica 7 Settembre, dopo la deposizione di corone d’alloro presso il monumento di Largo Giuseppe Nembrini , ai cippi di S.Apollinare  e San Rufillo, la rievocazione si è spostata a Monte Battaglia dove è stata scoperta targa dedicata a Aurelio Ricciardelli “Partigiano per sempre” e dove, alla presenza delle Autorità civili, militari, delle Associazioni combattentistiche e d'arma, di militari equipaggiati con armi e divise dell’epoca , si sono pronunziati i discorsi ufficiali e resi gli onori militari ai caduti. Doveva essere presente il ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti ma una indisposizione gli ha impedito di intervenire.

Sabato 13 Settembre 2014 –

ALLE “COLONNE “ CONSEGNATE  LE TARGHE RICONOSCIMENTO AI  90ENNI 

Come ormai da tradizione il Centro Auser “Le Colonne”  ha consegnato oggi le targhe ricordo ai Casolani che  hanno compiuto, o compiranno entro quest’anno, i novant’anni .

Sono state 10 i novantenni  premiati : don Pio Pagani, Mafalda  Assirelli, Flora Cappelli e suo marito Antonio Sagrini, Piazzini Pia e suo marito Visani Marcellino, Maria Farolfi, Annamaria Isola, Domenico Mariani e Giovanni Tabanelli.  Una riconoscimento speciale è andato invece alla signora Poggi Andreina che quest’anno ha compiuto 104 anni.

Come si vede, fra i premiati , vi sono ben due coppie di sposi ancora felicemente uniti.  Purtroppo non tutti i premiati hanno potuto essere presenti  di persona ed in questo caso le targhe sono state ritirate da parenti.  Alla simpatica cerimonia erano presenti  autorità e rappresentanti di varie associazioni o enti casolani . Il gruppo dei Canterini Romagnoli ha allietato l’intrattenimento ed il buffet che è seguito alla premiazione.

Per l’occasione, a dimostrazione delle solidarietà che unisce le associazioni casolane, il Centro Le Colonne ha donato al Magistrato della Fraternita  della Misericordia un assegno di 200 euro da utilizzare per l’attività di soccorso ed accompagnamento dei malati e degli invalidi.

 

CONVEGNO NELLA ABBAZIA DI VALSENIO SUL TOPONIMO “MONTE DE BATTALLA”.

Si è tenuto presso l’Abbazia di Valsenio il convegno”Monte de Batalla, ancora  un nome misterioso" . L'evento è stato organizzato dalla Consorteria dei Ceroni e dal Circolo fotografico casolano con il patrocinio della Amministrazione comunale di Casola Valsenio.  Al mattino vi è stata la presentazione del libro “I Ceroni e il culto di San Giacomo” a cui è seguito  il dono alla Amministrazione Comunale di Casola del quadro “ATLAS I – IL VALORE DEL BLU” . Il quadro  ha ricevuto il 1° premio per la grafica a Tarquinia (VT), ed è stato donato  dall’artista Grazia Gottarelli per ricordare la figura del Prof. Augusto Rinaldi Ceroni a cento anni dalla sua nascita, essendo lui stato il suo “grande Preside” quando la pittrice ha insegnato alle scuole medie di Casola Valsenio.

Al pomeriggio invece  si è svolto l’ incontro sul nome di M. Battaglia presentato da Pier Giacomo Rinaldi Ceroni, Presidente de “La Consorteria dei Ceroni” e presieduto da  Andrea Padovani, Ordinario di Storia del Diritto, Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Bologna. Durante il convegno hanno relazionato : Valerio Brunetti direttore del museo di Castel Bolognese sul tema  "Casola Valsenio un territorio ricco di storia” , l'archeologa Emanuela Maroni, archeologa, sul tema  "La storia del castello di Monte Battaglia alla luce degli studi archeologici eseguiti" e lo stesso prof. Andrea Padovani sul tema  "Monte Battaglia nel quadro del sistema militare della tarda antichità (sec. VI-VIII)".

L’ipotesi più accreditata - ma ancora bisognosa di più sicure dimostrazioni e conferme  - è che il nome “Monte de Battalla” da cui l’odierno “Monte Battaglia” derivi da una importante scontro armato, avvenuto in quel luogo nell’anno 542 fra un esercito di Goti , guidati vittoriosamente dal re Totila, e un esercito di truppe Bizantine guidate dal generale Giovanni.  Come si vede un toponimo dalle origini assai antiche. Per chi si chiedesse che cosa ci facevano due eserciti siffatti su quel lontano monte va tenuto presente che all’epoca , e per molto tempo anche nelle epoche  successive,  la via che percorreva quei crinali rappresentava la strada   ordinaria  che assicurava i collegamenti fra la Romagna e la Toscana. Basti ricordare a questo proposito il viaggio da Roma a Bologna intrapreso un migliaio di anni dopo dal Papa Giulio II con tutta la sua corte . Il Papa  transitò a Valmaggiore il 19 Ottobre 1506 come ci ricorda la lapide posta nell’omonima chiesa, situata sullo stesso crinale in continuità con Monte Battaglia.

 

FESTA DELLA MISERICORDIA – Sabato 13 e Domenica 14 Settembre 2014

La Fraternita della Misericordia ha organizzato la festa a sostegno delle proprie attività con una cena aperta ai vari sostenitori  nella sala degli Olmatelli, svoltasi sabato 13 Settembre, ed un incontro  gioioso, conviviale e per la prima volta anche sportivo,  aperto a tutti i Casolani, svoltosi domenica 14 Settembre nel cortile dell’ex convento dei frati.

Abbiamo detto per la prima volta anche sportivo, infatti, grazie alla recente e parziale ristrutturazione dell’area del cortile - su cui il parroco don Euterio ha fatto impiantare un tappeto di erba artificiale - è stato possibile allestire un campo da calcetto che recentemente ha riscosso grande consenso ed interesse da parte  dei nostri ragazzi, piccoli e grandi, risultando sempre vivacemente affollato.

Questo ha suggerito ai responsabili della Misericordia, che nell’area del cortile ha la propria sede, di  aggiungere agli intrattenimenti tradizionali della propria festa anche un torneo di calcetto. Il risultato è stato una partecipazione straordinaria di ragazzi, giovani e rispettivi genitori e parenti  che hanno animato come mai prima era successo la festa dell’associazione.

La domenica la festa, iniziata alle 8 del mattino con le prime partite del torneo di calcetto, è continuata con la partecipazione alla S.ta Messa delle ore 11 nella chiesa parrocchiale, seguita dalla cerimonia della benedizione delle auto e relativa sfilata a sirene spiegate per le vie del paese.

Nel pomeriggio si è svolta la seconda parte sempre nel cortile dei frati con le altre partite di calcetto, il buffet  allestito con l’aiuto dell’AVIS  e del Centro Le Colonne e di altri volontari, giochi ed intrattenimenti  per i più piccini ed infine con il sorteggio della lotteria a premi, da tutti molto atteso.

Durante la manifestazione sono anche state raccolte le adesioni di sostegno alle attività dell’associazione.

Al termine della festa  il Consiglio della Misericordia ha espresso  il più sentito ringraziamento ai tanti soci, genitori  e cittadini che hanno collaborato per la felicissima riuscita della manifestazione, contribuendo così anche in modo concreto e fattivo alle attività di assistenza gestite dalla Fraternita.

 

UNA FIUMANA ECCEZIONALE DEL SENIO -  CAMPI E STRUTTURE ALLAGATE – Sabato 20 Settembre 2014 –

Nella notte fra venerdì e sabato 20 Settembre si è scatenato un violento temporale durato alcune ore che ha provocato una fiumana del Senio quale non la si vedeva da oltre 40 anni. Molte strutture e campi a fianco dell’alveo sono state allagate. In particolare il laghetto sportivo ed il relativo bar sono stati invasi dall’acqua. A Rivola, Isola e Riolo i danni sono stati più consistenti naturalmente per i campi e le case della parte basse a fianco dell’alveo del fiume. Si hanno notizie di danni consistenti anche a Palazzuolo dove sono state allagate strutture della zona artigianale. Per fortuna si è trattato di un fenomeno violento ma di durata limitata per cui il ritiro delle acque è avvenuto entro la giornata di sabato. Sono rimasti naturalmente i danni ed i pantani nei campi. Come il Senio diversi altri fiumi e torrenti in Romagna sono esondati  provocando danni e disagi anche maggiori.

4 BIMBI DISUBBIDIENTI SALVANO UN UOMO – domenica 21 Settembre 2014

Non sempre disubbidire porta a conseguenze negative e  seppure non ci stancheremo mai di raccomandare ai bimbi di obbedire ai genitori, in questa occasione dobbiamo riferire del felice esito di un soccorso di emergenza portato a buon fine grazie alla disubbidienza  di quattro diavoletti scatenati. 

L’episodio si è verificato nella zona del campo sportivo. Alcuni genitori vero le 19.30 si erano ritrovati con il seguito dei figlioletti a mangiare  presso il chiosco della piadineria  e, come al solito, si stavano attardando a fare qualche chiacchera mentre i bambini impazienti scalpitavano per la voglia di giocare e di correre.

“Non allontanatevi”  era stato il perentorio ordine impartito dai genitori, ma i bambini, manco a dirlo, dopo alcune manovre diversive, avevano infilato il cancello a fianco ai bagni dell’area sportiva ed erano entrati nella zona delle tribune per dar vita ad una di quelle battaglie fantasiose e rumorose che bimbi sono soliti  improvvisare per non morire dalla noia. Erano dunque impegnati a scorrazzare su u giù per il campo quando alcuni di loro hanno udito un grido di aiuto provenire dal fondo del parcheggio antistante l’entrata degli spogliatoi. Accorsi, incuriositi, si sono trovati di fronte un signore di Riolo, riverso a terra vicino alla sua macchina, che gridava “ Aiuto , aiuto, chiamate i vostri genitori”  . Il riolese, al ritorno da un giro nelle campagne dove si era recato per raccogliere funghi i, forse ghiacciatosi dopo una sudata, era stato colto da un forte malore allo stomaco ed aveva appena fatto in tempo a fermarsi con la macchina nel parcheggio del campo sportivo e a tentare di uscire che era caduto riverso a terra  incapace di muoversi. I bambini, trasformati  dall’evento da diavoletti in angioletti custodi  sono subito corsi dai genitori che, grazie anche all’intervento provvidenziale di due medici che casualmente si trovavano a passare, hanno soccorso il malcapitato che si è poi ripreso  e, dopo l’arrivo molto ritardato della autoambulanza del pronto soccorso, è stato portato in ospedale.

CHIUDE IL NEGOZIO DI CAMPOLI , MA NELLE VICINANZE APRE  L’ ATELIER DA PARRUCCHIERA  “SPUMATURE DI ZINNI” - 29 Settembre 2014

Un altro storico esercizio commerciale ed artigiano del centro storico ha cessato la propria attività in questa ultima parte dell’anno. Si tratta dello storico negozio di Campoli, ultimamante dedicato soprattutto  alla vendita di capi di abbigliamento, salvo piccoli interventi di sartoria per l’adattamento dei  prodotti commerciati, ma che in passato, oltre ad essere un  affermato e stimato laboratorio di sartoria, è stato anche scuola di apprendistato  per  molte future sarte.  Vogliamo anche ricordare in questo frangente l’annessa bottega da barbiere sempre gestita dalla famiglia Campoli.

Come citato nel titoletto, a parziale bilanciamento e compensazione delle chiusure degli esercizi del centro storico, registriamo con piacere invece, in controtendenza, l’apertura dell’atelier  di parrucchiera “Spumature di Zinni”, gestito dalla signora ZiniKa, in via Matteotti nei pressi della ex ferramenta Conti. Auguri di buon lavoro.

LE FESTA DEI FRUTTI DIMENTICATI  (XXIV edizione)   -  11/12 Ottobre – 18/19 Ottobre 2014

Azzeruole, giuggiole, sorbe, pere volpine, nespole, corniole, mele cotogne: sono solo alcuni di quei frutti autunnali del passato scomparsi dalle nostre tavole e dalla nostra memoria e che ogni anno ritornano di moda e presenti sui banchetti allestiti a metà dell’autunno a Casola nell’ambito della Festa dei Frutti Dimenticati e del Marrone.

Casola , come ormai avviene da oltre un ventennio, ha dedicato a questi frutti ( a cui nel tempo si è aggiunto anche il marrone) due week-end di ottobre. Due eventi  ormai entrati a far parte delle nostre tradizioni  in cui i colori ed i sapori di un mondo antico, in parte scomparso ma mai dimenticato, ritornano in vita e vengono riscoperti con quel misto di serena curiosità e dolce nostalgia per le cose buone del passato che alberga in fondo al cuore di ciascuno di tutti noi;  sia di chi ha fatto in tempo a vivere certi momenti,  ma anche di chi ne ha solo sentito  parlare dai propri genitori o dai propri nonni  e che in qualche modo desidera riattualizzarli.

Ai mercatini dei frutti ha fatto da contorno tutta una fitta serie di iniziative, di eventi e di incontri connessi  ed attinenti  all’argomento quali: degustazioni, laboratori, mostre, visite guidate, escursioni nei dintorni, balli e canti popolari, tutto all’insegna della riscoperta di una certa antica cultura  e delle diverse forme in cui la natura si è espressa e differenziata nel corso dei millenni passati.

Fra le numerosissime bancherelle che hanno animato i mercatini ci piace sottolineare lo straordinario successo ottenuto dai succhi di frutti di melograno proposti da Cortecchia Giampietro, un imprenditore agricolo casolano, che ha presentato anche per l’occasione una efficientissima e comoda macchinetta per la spremitura di questi frutti.

Da rimarcare anche la straordinaria partecipazione di visitatori provenienti dal le località sia vicine che lontane, romagnole, emiliane e toscane ed anche di altre regioni.

APPROVATA DAL  CONSIGLIO COMUNALE L’UNIFICAZIONE DELLE DUE ASP – Martedì 28 Ottobre 2014

Il Consiglio Comunale ha approvato, durante la seduta del 28/10/2014, l’unificazione delle due ASP del comprensorio della Romagna Faentina:  “Solidarietà insieme” che raggruppava i comuni di Casola Valsenio, Riolo Terme, Castelbolognese e Brisighella e “ Prendersi cura” Che comprendeva i comuni di Faenza e Solarolo.

E’ dunque giunta al termine il discusso iter e la discussa decisione di accorpare due enti che diversi anni fa, per tener conto delle differenze e delle particolarità del nostro territorio e delle nostre comunità, si era deciso di far vivere come unità autonome, seppure con possibilità di utili collaborazioni.

I motivi per cui si è deciso l’unificazione? Nessun  valido motivo di ordine economico e di razionalizzazione ( come le indagini di un apposito Gruppo di Studio sui temi dell’ASP , nato in ambito locale, ha recentemente ampiamente dimostrato e documentato ) ma semplicemente la volontà e la visione della Regione che, evidentemente,  rendendo sempre più burocratizzata  e sotto il controllo dei propri tecnocrati  le realtà del territorio, pensa,  illudendosi, di renderle più efficenti .

Adesso cosa accadrà? Intanto vi è la certezza che le realtà periferiche, come è ad esempio quella di Casola,  conteranno sempre meno ed avranno sempre minor  peso nell’ambito del quadro territoriale allargato. A questo poi si aggiungono altre disposizioni regionali già promulgate da tempo ma che annaspano penosamente nella loro attuazione per le complicanze e le ristrettezze che introducono  a dimostrazione della scarsa lungimiranza dei tecnocrati che improvvidamente le hanno ideate: ci riferiamo a tutta la complessa vicenda degli accreditamenti degli enti socio sanitari e dei servizi alla persona con la coda delle conseguenti  esternalizzazioni e internalizzazioni  che rivoluzionano i rapporti con le cooperative dei servizi.

Le nostre Amministrazioni Comunali, nonostante gli stimoli provenienti dalle realtà delle comunità, si sono ( almeno secondo il parere personale di chi scrive queste righe: Alessandro Righini,  che si assume la responsabilità delle considerazioni   che seguono ) sostanzialmente accodate supinamente ai dettami della Regione, seppure con leggere differenziazioni  irrilevanti comunque sul piano degli esiti finali.

Gli incontri promossi o sollecitati e stimolati dalla mobilitazione di diverse realtà associative locali, a parte una certa forma di fair play, hanno soprattutto  evidenziato  che  la decisione di arrivare ad una ASP unica del territorio della Romagna Faentina era già aprioristicamente assunta  ed accettata dai nostri amministratori comunali fin dall’inizio di questa ultima fase di trasformazione dei servizi.

La seduta del Consiglio Comunale che ha approvato l’unificazione delle ASP è stata esemplare di questo atteggiamento. Sostanzialmente, a parte una formale,  debole  e superficiale dichiarazione della minoranza che ha votato contro il provvedimento, non vi è stato dibattito. Il compito di servire il piatto è stato delegato alla lunga relazione del dott. Unibosi , un tecnico certamente preparato e colto, che tuttavia, come naturale, e come spettava al suo ruolo ed alla sua funzione,  si è limitato alla esposizione delle modalità  e dell’iter  seguito dai vari organi preposti  all’approntamento dello Statuto e della Convenzione che regolerà  il funzionamento della nuova ASP ed i rapporti  fra i suoi membri , senza entrare nel merito della validità o meno delle motivazioni che hanno guidato e sotteso le deliberazioni Regionali.  Poche battute del sindaco e pochissime ed acquiescenti  quelle di un paio di Consiglieri  tradizionalmente allineati. Per il resto silenzio ed alzata di mano al momento dell’approvazione.

In altre parti del giornale verranno pubblicate alcuni apporti di alcuni membri del Gruppo di Studio e del Comitato Comunale per i servizi sociali. 

 

A CASOLA VALSENIO SI CERCA UN NONNO COMUNALE E VIGILE – Venerdì 31 Ottobre 2014

I nonni, si sa, sono una risorsa strategica per le famiglie e la comunità ed infatti il nostro comune ne sta cercando alcuni per un servizio di supporto agli alunni delle scuole: precisamente si è alla ricerca di nonni vigili.

Quale attività svolge il nonno-vigile? Il nonno-vigile permette ai bambini e alle bambine che frequentano la scuola elementare di uscire in totale tranquillità e sicurezza.

Quanto tempo è richiesto?Il servizio non dura più di trenta minuti. Dalle ore 16:00 alle ore 16:30

Come si svolge il servizio? Alle ore 16, il nonno vigile chiude via S.Martina e al suono della campanella  permette ai bambini, accompagnati dai loro genitori, di attraversare in sicurezza via Roma. Una volta usciti tutti i bambini il Nonno-Vigile risistema la segnaletica.

Il nonno deve procurarsi qualcosa? No, tutto il necessario (paletta, giacca di sicurezza,), verrà fornito al Nonno-Vigile dal Comune di Casola Valsenio.

Chi volesse dare la propria disponibilità la può comunicare all’ufficio polifunzionale del Comune ( tel. 0546 976511 )

GLI SPELEOLOGI A CASOLA PER UN WEKK END - Sabato 1° novembre 2014

A un anno di distanza dall'incontro internazionale Casola 2013 Underground, la speleologia è tornata a Casola Valsenio in occasione del ponte del 1 novembre.

Questa volta lo ha fatto in modo del tutto informale. Sabato 1 novembre Casola Valsenio, o meglio Speleopolis la città amica degli Speleologi, ha ospitato ospitato infatti alcune iniziative per rinnovare il rapporto ormai ventennale tra la cittadina e i “geografi del vuoto”, come si sono definiti gli speleologi nel 2010.

L'incontro è iniziato nel pomeriggio, dalle 15.00 alle 18.00 con evento aperto a tutti. Nel Cinema Senio si sono svolte alcune proiezioni di filmati e di racconti di esplorazioni e studi speleologici, con immagini inedite dei grandi abissi e delle nuove aree carsiche oggetto di interesse degli speleologi italiani.

La sera è stata riservata, come da radicate tradizioni, ad un momento conviviale in stile “speleobar” atto a  rinsaldare la lunga amicizia con Casola Valsenio che si è svolto presso l’oratorio degli Olmatelli, luogo di ritrovo ormai abituale per gli speleologi,.

Nel corso della giornata sono anche stati attivati alcuni momenti di confronto su temi di particolare interesse quali 'ganizzazione di spedizioni ed esplorazioni in aree remote del pianeta, nell'ottica di una futuro aggiornamento della Charta di Casola sull'Etica delle esplorazioni, così come nuove metodologie di misurazione degli ambienti sotterranei e di documentazione filmata.

Ancora una volta, sebbene in modo informale, Casola-Speleopolis, la Vena del Gesso Romagnola hanno abbracciato gli speleo. Un territorio e una comunità, la nostra, che ha promosso, sostenuto e accolto dal 1993 ad oggi circa 15.000 speleologi provenienti da tutta Europa e non solo, diventando la casa comune degli amanti del mondo sotterraneo.

 A CENTO ANNI DELL’INIZIO DELLA GRANDE GUERRA – SUONI E VOCI DELLE TRINCEE – Venerdì 7 Novembre 2014

L’associazione Teatro Sonoro ha presentato nei Vecchi Magazzini uno spettacolo musicale e recitato rievocativo degli eventi della prima guerra mondiale in occasione del centenario del suo inizio. Enrico Vagnini è stato la voce narrante  mentre Antonio Giorgi, Alessandro Mazzotti, Alessandro Morini e Michele Sanguedolce hanno eseguito le musiche e recitato.

TRA FAVOLE E LIBRI:  i bimbi in Biblioteca - Sabato 15 novembre 2014

 Il nido del centro per l’infanzia "Lo Scoiattolo" e lo spazio bambini "Santa Dorotea" in occasione della Giornata dei diritti dei bambini si sono incontrati davanti alla biblioteca comunale per passare una mattinata insieme.

 In quell’occasione il sindaco e l’assessore Matteo Mogardihanno donato i libri del progetto "inVitro" ai bambini 0/3 anni frequentanti i due servizi.

“inVitro” è un progetto sperimentale di promozione della lettura avviato nel 2012 e finanziato a livello nazionale dal Centro per il libro e la lettura del Ministero per i Beni e delle attività culturali. Obiettivo primario del progetto è aumentare il numero dei lettori abituali nel Paese e allo stesso tempo stimolare i lettori occasionali, favorendo l’abitudine alla lettura attraverso nuove motivazioni e opportunità, in particolare rivolgendosi alla fascia di popolazione da 0 a 12 anni.

Dopo la consegna dei libri i bimbi sono saliti alla sala Biagi Nolasco dove nonna Rina (Rina Baldassarri) ha raccontato una favola animata con l’ausilio di pupazzetti di pezza.

NUOVE LUCI  AL CAMPO SPORTIVO – Lunedì 17 Novembre 2014

E’ stato inaugurato al campo sportivo un nuovo impianto di illuminazione con potenti fari montati su 4 torri a traliccio che permetteranno di giocare anche partite in notturna. Sino ad ora era illuminata solo la zona del campo del calcetto. La realizzazione dell’impianto è stata possibile anche grazie alla sponsorizzazione della BCC della Romagna Occidentale e della ditta Vetriceramici, altrimenti i fondi a disposizione del Comune avrebbero permesso solo la realizzazione dei tralicci e non l’installazione dei fari.

CONCERTO DI SANTA  CECILIA – Venerdì 21 Novembre 2014 –

Nel cinema Senio si è svolto il tradizionale concerto organizzato dal nostro Corpo Bandistico G. Venturi in prossimità della festa di S.ta Cecilia , patrona dei musicisti.  Sono state eseguite musiche di G. Venturi, Daniele Faziani, Verdi, Wagner, Bixio, De Marzi. Un nuovo appuntamento della nostra banda è fissato per il concerto natalizio.

Domenica 23 Novembre 2014 – ELEZIONI REGIONALI – CONCERTO A VALSENIO

CONCERTO ALL’ABBAZIA DI VALSENIO

Questa sera all’Abbazia di Valsenio si è tenuto un suggestivo concerto di canti gregoriani e brani musicali di Bach per organo e Flauto. Nelle alte volte dell’abbazia sono risuonati dapprima, melodiosi, modulati e rievocativi di atmosfere medioevali e spirituali,  i vocalizzi del Gruppo di Canto Gregoriano “Divo Laurentio” a cui sono seguiti i brani musicali di Bach per organo e Flauto. All’organo il maestro Carlo Capirossi e al flauto la maestra Federica Tabanelli; una vera sorpresa quest’ultima - residente a Borgo Rivola e conosciuta a Casola come insegnante delle scuole elementari,  ma non come abile e fine musicista, virtuosa del flauto, quale invece si è rivelata in questa magica serata.

A.I.D.O. è l’Associazione Italiana Donatori Organi ed ha come scopo principale la promozione della DISPONIBILITÀ al DONO di Organi, tessuti e cellule.

Destinatari del messaggio sono tutti i componenti delle nostre comunità affinché divengano donatori di organi.

Si tratta di salvare 500 vite all’anno e di migliorare la qualità di vita di altre 5.000 persone in attesa di trapianto.

Infatti, negli ultimi 5 anni i trapianti in Italia sono mediamente circa 3.000; gli ammalati in lista di attesa sono circa 8.800.

Le ultime attività dell’AIDO casolana risalgono alla fine degli anni ’90, successivamente i soci di Casola sono stati presi in carico dall’associazione di Riolo Terme che, nel tempo, è cresciuta ed ha ottenuto ottimi risultati, partecipando anche a manifestazioni sul nostro territorio.

Recentemente, la sezione provinciale di Ravenna, ha delineato come strategia prioritaria, quella di costituire/ricostituire e ricostruire gruppi ad un livello sovracomunale, per diminuire gli adempimenti amministrativi, burocratici ed economico-finanziari e liberare, in questo modo, energie per iniziative promozionali della Disponibilità al Dono nei diversi territori.

Si riportano i grafici del terremoto del 17 Ottobre rilevati dalle apparecchiature sismografiche di Flavio Linguerri. Flavio Linguerri ci ha inviato i grafici registrati dal
suo laboratorio geofisico delle scosse sismiche (per fortuna contenute) verificatesi il 17 Ottobre in Toscana, zona Mugello, e che molti hanno avvertito anche a Casola.
La prima scossa di magnitudo 2.2 è avvenuta alle ore 00:40 del 17 Ottobre la seconda di magnetudo 3.5 si è verificata alle ore 4:38 del 17 Ottobre.
 
 
 

CRONACA DEGLI EVENTI CASOLANI

 

PELLEGRINI CASOLANI A PIEDI DA CASOLA  VALSENIO AD ASSISI E DA LORETO AD OSIMO – 28 Giugno – 10 Luglio 2014

Un gruppo di pellegrini Casolani ha effettuato dal giorno 28 Giugno al 10 Luglio un suggestivo ed impegnativo pellegrinaggio, a piedi, sui sentieri di San Francesco  sino ad Assisi, concludendo poi, dopo un trasferimento in pulmino, con il tratto da Loreto ad Osimo per rendere omaggio alla tomba  del Card. Giovanni Soglia, illustre concittadino e grande benefattore di Casola, suo paese di origine. 

Quattro pellegrini  ( Alessandro, Franco, Gianni  R. e Giancarlo) hanno fatto l’intero percorso fino ad Assisi, seguiti da un pulmino di appoggio, fornito generosamente da on Euterio e  guidato con somma pazienza da Gianni L. .  Tre di questi poi hanno percorso anche l’ultima tappa Loreto /Osimo. Ai sunnominati si sono poi aggregati nei week end altri pellegrini che hanno percorso alcune tappe, fra questi: Don Euterio, Michele, Teresa, Piergiacomo, Maurizio, Ornella, scarrozzati fino ai punti di incontro da pazienti consorti che hanno funto da agenti di collegamento.

La Croce di Luce di monte Alberino, l’abbazia di Gamogna, l’Eremo di Camaldoli, Il Santuario di La Verna, Gubbio, Assisi, Loreto ed Osimo, questi  i punti chiave e caratterizzanti di questo lungo pellegrinaggio durato 13 giorni per un totale di poco meno di 400 km.

La preghiera, il raccoglimento, ma anche la serena e piacevole vita comunitaria, lo scambio di idee, il racconto delle proprie esperienze personali, a volte anche la discussione ed il confronto su vari argomenti  e, certamente non ultime, le soste conviviali, gli incontri con altri pellegrini anche di altri paesi, il piacere dell’attraversamento di luoghi fantastici e di bellezza unica, hanno accompagnato il viaggio dei nostri pellegrini, alcuni dei quali già abituati ad esperienze similari, rendendo più lieve il cammino assai impegnativo ed a tratti aspro e duro.

Alessandro Righini

INTENSO FIABESCO ESTATE 2014 – Luglio – Agosto – Settembre 2014

Impossibile per ragioni di spazio raccontare in dettaglio tutte le manifestazioni  di “INTENSO FIABESCO estate 2014” organizzate dalla Pro Loco e dall’Amministrazione Comunale per  animare la stagione estiva 2014.  La presentazione degli obiettivi e del programma  di questo nuovo ciclo di eventi che, dopo 32 anni ha sostituito i “Mercatini serali  delle erbe” è già stata riportata in prima pagina nel numero scorso de Lo Spekkietto  e ad essa ci si può riferire per i dettagli.

In generale diremo che Notti di musica nei luoghi della storia, Mercatini della fantasia, laboratori,Teatro di strada, nelle piazze e per le vie del paese,  spettacoli  ed iniziative al Cardello o al Giardino delle erbe, visite e passeggiate guidate  in campagna e alla grotte del Re Tiberio o all’Abbazia di Valsenio,  hanno riempito le serate dei venerdì e dei fine settimana di Luglio e Agosto della Casola di favola e della Casola dei racconti dimenticati.  Piazza Sasdelli, al posto del tradizionale palco e file di sedie si è trovata spesso arredata con pallet e cuscini a mo’ di triclini o sofà di orientale memoria  a far da contorno ai vari spettacoli che vi si svolgevano. Nel  weekend  di fine Agosto si è poi svolta la Festa del Pompiere per celebrare il decennale dl dislocamento dei vigili del fuoco , mentre nel Venerdì e Sabato della prima settimana di Settembre ha avuto luogo l’annuale incontro di Sommerend Fest con i gemelli tedeschi di Bartholomà organizzato dall’apposito comitato. Va segnalato a questo proposito che una trentina degli ospiti -gemelli di Bartholomà sono giunti dalla Germania in bicicletta dopo aver visitato anche Pisa e Firenze  ed essersi là incontrati con i ciclisti Casolani con i quali hanno poi percorso insieme il tratto toscano per  giungere a Casola.

Tornando all’ “Intenso Fiabesco” Si è dunque cercato di sopperire con un programma scoppiettante e variegato al calo di interesse che aveva caratterizzato i mercatini degli ultimi anni ed il risultato sul piano delle presenze di pubblico è stato altalenante.  Sul piano dell’immagine é un po’ venuta meno  la forte caratterizzazione,  la novità e l’originalità che aveva  contraddistinto ed aveva decretato a suo tempo il successo dei Mercatini delle erbe, ma evidentemente anche il clima pesante della crisi economica in atto ha avuto il suo peso nel giustificare la scarsità di pubblico di certe serate. In generale tuttavia i risultati possono essere considerati soddisfacenti. Va in ogni caso sempre lodato l’encomiabile lavoro  dei volontari  impegnati  nello svolgimento delle varie manifestazioni  e lo sforzo nella ricerca di rinnovamento attuato dalla Pro Loco che a questo punto dovrà forse orientarsi alla ricerca di una identificazione più marcata ed identitaria dell’intero complesso delle manifestazioni estive, con la speranza che anche sul piano della ripresa economica le cose vadano migliorando.

LA FESTA DEMOCRATICA TORNA A CHIAMARSI  “FESTA DE L’UNITA’ “ – 2 Agosto – 10 Agosto 2014

Nel parco Pertini si è svolta la festa del PD che da “Festa Democratica” è tornata a chiamarsi “Festa de L’Unita’” .  Un ritorno all’antico o al vecchio che dir si voglia nel momento in cui  lo storico giornale del partito “L’Unita’” ha chiuso i battenti . Una scelta strana che sembra sia stata suggerita dallo stesso Renzi, il simbolo della nuova guardia del rinnovato partito.  La manifestazione come sempre è stata caratterizzata  da serate danzanti, spettacoli vari, laboratori per bimbi, un affollato stand gastronomico, qualche incontro politico. Particolare interesse ha suscitato il padiglione delle proiezioni delle immagini di “Fotostoria Casolana” tratte dal fornitissimo ed ormai noto  blog realizzato da Giampaolo Sbarzaglia.

FESTA  DELLA ASSUNZIONE DI  SANTA MARIA VERGINE NOSTRA PATRONA – Venerdì 15 Agosto 2014 –

70° ANNIVERSARIO DEI COMBATTIMENTI DI MONTE BATTAGLIA – domenica 7 Settembre 2014

Si è conclusa con una cerimonia a Monte Battaglia una 4 giorni di rievocazioni dei combattimenti svoltisi a monte Battaglia 70 anni fa durante il passaggio del fronte sulle nostre terre.  La 4 giorni è iniziata Giovedì 4 Settembre con la presentazione del libro a fumetti “Monte Battaglia - una storia della Linea Gotica” di Paolini, Cortesi, Peddes seguita dalla proiezione di un video su Aurelio Ricciardelli “Partigiano per sempre”. Venerdì 5 Settembre è stata inaugurata nella sala Azzurra del Comune la mostra fotografica "La piccola Cassino tra guerra e pace" realizzata dall’ANPI e dal Circolo Fotografico. Sabato 6 Settembre nella sla Biag Nolasco è stato presentato il libro "Monte Battaglia 1944 - Dal mito alla storia" ed infine Domenica 7 Settembre, dopo la deposizione di corone d’alloro presso il monumento di Largo Giuseppe Nembrini , ai cippi di S.Apollinare  e San Rufillo, la rievocazione si è spostata a Monte Battaglia dove è stata scoperta targa dedicata a Aurelio Ricciardelli “Partigiano per sempre” e dove, alla presenza delle Autorità civili, militari, delle Associazioni combattentistiche e d'arma, di militari equipaggiati con armi e divise dell’epoca , si sono pronunziati i discorsi ufficiali e resi gli onori militari ai caduti. Doveva essere presente il ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti ma una indisposizione gli ha impedito di intervenire.

Sabato 13 Settembre 2014 –

ALLE “COLONNE “ CONSEGNATE  LE TARGHE RICONOSCIMENTO AI  90ENNI 

Come ormai da tradizione il Centro Auser “Le Colonne”  ha consegnato oggi le targhe ricordo ai Casolani che  hanno compiuto, o compiranno entro quest’anno, i novant’anni .

Sono state 10 i novantenni  premiati : don Pio Pagani, Mafalda  Assirelli, Flora Cappelli e suo marito Antonio Sagrini, Piazzini Pia e suo marito Visani Marcellino, Maria Farolfi, Annamaria Isola, Domenico Mariani e Giovanni Tabanelli.  Una riconoscimento speciale è andato invece alla signora Poggi Andreina che quest’anno ha compiuto 104 anni.

Come si vede, fra i premiati , vi sono ben due coppie di sposi ancora felicemente uniti.  Purtroppo non tutti i premiati hanno potuto essere presenti  di persona ed in questo caso le targhe sono state ritirate da parenti.  Alla simpatica cerimonia erano presenti  autorità e rappresentanti di varie associazioni o enti casolani . Il gruppo dei Canterini Romagnoli ha allietato l’intrattenimento ed il buffet che è seguito alla premiazione.

Per l’occasione, a dimostrazione delle solidarietà che unisce le associazioni casolane, il Centro Le Colonne ha donato al Magistrato della Fraternita  della Misericordia un assegno di 200 euro da utilizzare per l’attività di soccorso ed accompagnamento dei malati e degli invalidi.

 

CONVEGNO NELLA ABBAZIA DI VALSENIO SUL TOPONIMO “MONTE DE BATTALLA”.

Si è tenuto presso l’Abbazia di Valsenio il convegno”Monte de Batalla, ancora  un nome misterioso" . L'evento è stato organizzato dalla Consorteria dei Ceroni e dal Circolo fotografico casolano con il patrocinio della Amministrazione comunale di Casola Valsenio.  Al mattino vi è stata la presentazione del libro “I Ceroni e il culto di San Giacomo” a cui è seguito  il dono alla Amministrazione Comunale di Casola del quadro “ATLAS I – IL VALORE DEL BLU” . Il quadro  ha ricevuto il 1° premio per la grafica a Tarquinia (VT), ed è stato donato  dall’artista Grazia Gottarelli per ricordare la figura del Prof. Augusto Rinaldi Ceroni a cento anni dalla sua nascita, essendo lui stato il suo “grande Preside” quando la pittrice ha insegnato alle scuole medie di Casola Valsenio.

Al pomeriggio invece  si è svolto l’ incontro sul nome di M. Battaglia presentato da Pier Giacomo Rinaldi Ceroni, Presidente de “La Consorteria dei Ceroni” e presieduto da  Andrea Padovani, Ordinario di Storia del Diritto, Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Bologna. Durante il convegno hanno relazionato : Valerio Brunetti direttore del museo di Castel Bolognese sul tema  "Casola Valsenio un territorio ricco di storia” , l'archeologa Emanuela Maroni, archeologa, sul tema  "La storia del castello di Monte Battaglia alla luce degli studi archeologici eseguiti" e lo stesso prof. Andrea Padovani sul tema  "Monte Battaglia nel quadro del sistema militare della tarda antichità (sec. VI-VIII)".

L’ipotesi più accreditata - ma ancora bisognosa di più sicure dimostrazioni e conferme  - è che il nome “Monte de Battalla” da cui l’odierno “Monte Battaglia” derivi da una importante scontro armato, avvenuto in quel luogo nell’anno 542 fra un esercito di Goti , guidati vittoriosamente dal re Totila, e un esercito di truppe Bizantine guidate dal generale Giovanni.  Come si vede un toponimo dalle origini assai antiche. Per chi si chiedesse che cosa ci facevano due eserciti siffatti su quel lontano monte va tenuto presente che all’epoca , e per molto tempo anche nelle epoche  successive,  la via che percorreva quei crinali rappresentava la strada   ordinaria  che assicurava i collegamenti fra la Romagna e la Toscana. Basti ricordare a questo proposito il viaggio da Roma a Bologna intrapreso un migliaio di anni dopo dal Papa Giulio II con tutta la sua corte . Il Papa  transitò a Valmaggiore il 19 Ottobre 1506 come ci ricorda la lapide posta nell’omonima chiesa, situata sullo stesso crinale in continuità con Monte Battaglia.

 

FESTA DELLA MISERICORDIA – Sabato 13 e Domenica 14 Settembre 2014

La Fraternita della Misericordia ha organizzato la festa a sostegno delle proprie attività con una cena aperta ai vari sostenitori  nella sala degli Olmatelli, svoltasi sabato 13 Settembre, ed un incontro  gioioso, conviviale e per la prima volta anche sportivo,  aperto a tutti i Casolani, svoltosi domenica 14 Settembre nel cortile dell’ex convento dei frati.

Abbiamo detto per la prima volta anche sportivo, infatti, grazie alla recente e parziale ristrutturazione dell’area del cortile - su cui il parroco don Euterio ha fatto impiantare un tappeto di erba artificiale - è stato possibile allestire un campo da calcetto che recentemente ha riscosso grande consenso ed interesse da parte  dei nostri ragazzi, piccoli e grandi, risultando sempre vivacemente affollato.

Questo ha suggerito ai responsabili della Misericordia, che nell’area del cortile ha la propria sede, di  aggiungere agli intrattenimenti tradizionali della propria festa anche un torneo di calcetto. Il risultato è stato una partecipazione straordinaria di ragazzi, giovani e rispettivi genitori e parenti  che hanno animato come mai prima era successo la festa dell’associazione.

La domenica la festa, iniziata alle 8 del mattino con le prime partite del torneo di calcetto, è continuata con la partecipazione alla S.ta Messa delle ore 11 nella chiesa parrocchiale, seguita dalla cerimonia della benedizione delle auto e relativa sfilata a sirene spiegate per le vie del paese.

Nel pomeriggio si è svolta la seconda parte sempre nel cortile dei frati con le altre partite di calcetto, il buffet  allestito con l’aiuto dell’AVIS  e del Centro Le Colonne e di altri volontari, giochi ed intrattenimenti  per i più piccini ed infine con il sorteggio della lotteria a premi, da tutti molto atteso.

Durante la manifestazione sono anche state raccolte le adesioni di sostegno alle attività dell’associazione.

Al termine della festa  il Consiglio della Misericordia ha espresso  il più sentito ringraziamento ai tanti soci, genitori  e cittadini che hanno collaborato per la felicissima riuscita della manifestazione, contribuendo così anche in modo concreto e fattivo alle attività di assistenza gestite dalla Fraternita.

 

UNA FIUMANA ECCEZIONALE DEL SENIO -  CAMPI E STRUTTURE ALLAGATE – Sabato 20 Settembre 2014 –

Nella notte fra venerdì e sabato 20 Settembre si è scatenato un violento temporale durato alcune ore che ha provocato una fiumana del Senio quale non la si vedeva da oltre 40 anni. Molte strutture e campi a fianco dell’alveo sono state allagate. In particolare il laghetto sportivo ed il relativo bar sono stati invasi dall’acqua. A Rivola, Isola e Riolo i danni sono stati più consistenti naturalmente per i campi e le case della parte basse a fianco dell’alveo del fiume. Si hanno notizie di danni consistenti anche a Palazzuolo dove sono state allagate strutture della zona artigianale. Per fortuna si è trattato di un fenomeno violento ma di durata limitata per cui il ritiro delle acque è avvenuto entro la giornata di sabato. Sono rimasti naturalmente i danni ed i pantani nei campi. Come il Senio diversi altri fiumi e torrenti in Romagna sono esondati  provocando danni e disagi anche maggiori.

 

Nella notte fra venerdì e sabato 20 Settembre si è scatenato un violento temporale durato alcune ore che ha provocato una fiumana del Senio quale non la si vedeva da oltre 40 anni. Molte strutture e campi a fianco dell’alveo sono state allagate. In particolare il laghetto sportivo ed il relativo bar sono stati invasi dall’acqua. A Rivola, Isola e Riolo i danni sono stati più consistenti naturalmente per i campi e le case della parte basse a fianco dell’alveo del fiume. Si hanno notizie di danni consistenti anche a Palazzuolo dove sono state allagate strutture della zona artigianale. Per fortuna si è trattato di un fenomeno violento ma di durata limitata per cui il ritiro delle acque è avvenuto entro la giornata di sabato. Sono rimasti naturalmente i danni ed i pantani nei campi. Come il Senio diversi altri fiumi e torrenti in Romagna sono esondati  provocando danni e disagi anche maggiori.

Un gruppo di pellegrini Casolani ha effettuato dal giorno 28 Giugno al 10 Luglio un suggestivo ed impegnativo pellegrinaggio, a piedi, sui sentieri di San Francesco sino ad Assisi, concludendo poi, dopo un trasferimento in pulmino, con il tratto da Loreto ad Osimo per rendere omaggio alla tomba del Card. Giovanni Soglia, illustre concittadino e grande benefattore di Casola, suo paese di origine. Quattro pellegrini ( Alessandro, Franco, Gianni R. e Giancarlo) hanno fatto l’intero percorso fino ad Assisi, seguiti da un pulmino di appoggio fornito generosamente da don Euterio e guidato con somma pazienza da Gianni L.
Tre di questi poi hanno percorso anche l’ultima tappa Loreto /Osimo. Ai sunnominati si sono poi aggregati nei week end altri pellegrini che hanno percorso alcune tappe, fra questi: Don Euterio, Michele, Teresa, Piergiacomo, Maurizio, Ornella, scarrozzati fino ai punti di incontro da pazienti consorti che hanno funto da agenti di collegamento. La Croce di Luce di monte Alberino, l’abbazia di Gamogna, l’Eremo di Camaldoli, Il Santuario di La Verna, Gubbio, Assisi, Loreto ed Osimo, questi i punti chiave e caratterizzanti di questo lungo pellegrinaggio durato 13 giorni per un totale di poco meno di 400 km. La preghiera, il raccoglimento, ma anche la serena e piacevole vita comunitaria, lo scambio di idee, il racconto delle proprie esperienze personali, a volte anche la discussione ed il confronto su vari argomenti e, certamente non ultime, le soste conviviali, gli incontri con altri pellegrini anche di altri paesi, il piacere dell’attraversamento di luoghi fantastici e di bellezza unica, hanno accompagnato il viaggio dei nostri pellegrini, alcuni dei quali già abituati ad esperienze similari, rendendo più lieve il cammino assai impegnativo ed a tratti aspro e duro. Con ogni probabilità verrà presto organizzata una amichevole serata in cui, chi è interessato, potrà assistere al racconto del viaggio, assistere ad una sintetica proiezioni delle immagini più significative raccolte e scattate durante il cammino.
 
Alessandro Righini

RICORDIAMO CON AFFETTO E GRATITUDINE SUOR OSANNA E SUOR ZACCHEA

A distanza di un giorno l’una dall’altra ci hanno lasciato per la casa del Padre due suore , suor Zacchea Castaldo e suor Osanna Breda che per molti anni hanno prestato la loro operosa missione a casola presso il convento delle Suore Maestre di S.ta Dorotea

Suor Zacchea Castaldo era nata a Brugine di Padova nel 1926. Dall’anno 1948 al 1966 ha prestato la sua missione nella comunità di Casola Valsenio con le orfane ospiti in quella casa e nella colonia di Igea Marina con le bambine mandate dal Comune di Casola E’ deceduta a Maserada il 10 giugno 2014.

Suor Osanna Breda era nata a Venezia- Favaro Veneto nel 1922 ed è  deceduta a Castell’Arquato (PC) l’11/06/2014. Ha prestato il suo servizio nella comunità di Casola Valsenio dal 1957 al 2006 

CRONACA DEGLI EVENTI CASOLANI

LE CAMMINATE DELLA SAKNUSSEM – Lunedì 24 Febbraio 2014 – Sono cominciate le arrampicate e le camminate notturne, organizzate dalla Spereologica Saknussem,  che si svolgeranno nelle serate dei mercoledì  di tutto il mese di Marzo.

IMMAGINI DAL MONDO – Venerdì 7 Marzo 2014 – E’ iniziata questa sera nella sala Biagi Nolasco la rassegna “Immagini dal mondo” a cura del Circolo Fotografico Casolano che proporrà 4 incontri illustrati dagli scatti e dai filmati realizzati da soci e simpatizzanti in Tibet, in India, nel Madagascar, nel middle Europa, in Spagna e nel Salento.

LA FESTA DEL TARTUFO - Domenica 9 marzo 2014 -  Si è svolta la tradizionale festa del tartufo primaverile con una camminata guidata alla ricerca del prezioso tubero, una mostra- mercato nelle vie del centro , uno stand gastronomico  per le degustazioni ed una dimostrazione di raccolta con un cane addestrato nel parco Giulio Cavina.

CELEBRATI I 110 ANNI DELLA BCC - Sabato 29 Marzo 2014 -  La BCC della Romagna Occidentale ha festeggiato a Casola i cento dieci anni dalla fondazione della Cassa Rurale ed Artigiana. Il 29 Marzo di 110 anni fa, a Casola Valsenio, per iniziativa di 5 sacerdoti e 11 laici nasceva la “Cassa Rurale e Prestiti di S. Urbano”  da cui discende l’attuale BCC della Romagna Occidentale. Tutte le associazioni del volontariato del nostro comune e le autorità civili e religiose si sono attivate per dar vita ad una giornata per commemorare l’evento e così  sottolineare la considerazione che la nostra comunità riserva sia sul piano sociale che civile, oltre che economico, a tale istituzione . Uno stand gastronomico in piazza, e numerose  bancherelle allestite dalle delle associazioni hanno vivacizzato il centro del paese, poi,  alla sera alle 18,00 è stata celebrata una S.ta Messa solenne. Dopo cena alla sala Don Guidani si è svolta la cerimonia celebrativa ufficiale con interventi del Presidente della BCC  Luigi Cimatti,  del sindaco Nicola Iseppi  e dell’arciprete  don Euterio Spoglianti. E’ seguito uno spettacolo musicale.  (foto della cerimonia con Cimatti ed il sindaco)

CASOLA VALSENIO. L'Amministrazione comunale di Casola Valsenio rende noto che l'8 aprile alle ore 09,00 presso la Sede Municipale – Ufficio Tecnico/Territorio, Via Roma n. 50, si terrà un pubblico incanto per la vendita di un alloggio ubicato in Via Roma n. 94. L'importo a base d’asta è di 65.000 euro. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui si trova attualmente l'immobile e comprende gli elementi accessori e le pertinenze ivi esistenti nonché vincoli, servitù e gravami di sorta. Sono ammesse offerte per procura ed anche per persona da nominare.