Ci ha lasciati l’amico Francesco Rinaldi Ceroni, per noi Franco del Cantone, uno scout della prima ora, anzi della preistoria dello scoutismo casolano, come testimoniato dalla foto presa dal nostro archivio dei primissimi anni ’60.

Nella foto compare una banda di ragazzini, appena adolescenti. Una immagine fissata in via Storta.

Guardando la foto , Franco è il primo a destra in piedi. 

Da questa banda, reduce dalle avventure della leggendaria “Società Telegrafi”  prima, e  dai “Lupetti  Ante Litteram” poi, derivò  il Gruppo Scout Casolano che nel 2013 ha celebrato il suo “cinquantesimo”  (quello ufficiale, perché in realtà le origini risalgono al 1960 e dunque si avvia verso i sessant’anni di vita… e che vita! ).

 

Franco mise a disposizione delle “Volpi”  - la prima squadriglia del reparto “esploratori” in formazione – il pollaio della sua casa al Cantone.

Il pollaio, ormai vuoto, era una capannina abbastanza alta da potervi stare in piedi e sufficientemente ampia per ospitare cinque o sei ragazzini. Questa fu la prima sede del gruppo.

Franco ….  tanto tempo è passato ma questi ricordi rimangono per sempre fissati e vivi nei nostri cuori a testimonianza di un tempo favoloso e fantastico che ha segnato la nostra gioventù.

Ora,  carissimo amico,  riposa in pace ed in attesa.  Tu lo sai che,  come narra una nostra canzone, le stelle brillanti nella notte non sono altro che i fuochi dei bivacchi  che i beati accendono  attorno alla dimora del loro Signore.

Fra questi ce n’è uno attorno al quale si sono già riuniti alcuni di noi, alcuni fra quelli che compaiono nella foto che qui abbiamo pubblicato ed altri che abbiamo conosciuto successivamente.

Un giorno, prima o poi , ci ritroveremo tutti attorno a quel fuoco ed allora sarà un gran raccontare e rivivere le straordinarie avventure che abbiamo condiviso.

Buona caccia, Franco, e che la terra ti sia lieve.

Alessandro, Aquila Solitaria, a nome di tutti .

Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter  

Devi essere un utente registrato per inserire commenti