CRONACA PER LO SPEKKIETTO  246 62

UNA DELEGAZIONE DI “VECCHI”  SCOUTS  CASOLANI  INVITATA A TRAMONTI DI SOTTO,  IN FRIULI , A 40 ANNI DAL TERREMOTO - Domenica 30 Ottobre 2016 –Tramonti di Sotto, in Friuli, è uno dei tanti comuni colpiti dal terremoto del 1976. . Il Clan e la Comunità Capi del nostro gruppo scout all’epoca,  fecero i campi estivi del 1976 e 1977 in quella località per aiutare le popolazioni nella ricostruzione del dopo terremoto. Per l’occasione agli scouts si aggiunsero altri casolani. Nella memoria dei Tramontini il rapporto con il nostro gruppo è rimasto vivo nel tempo. Già alcuni anni fa i vecchi scout in uno dei loro raid di fine estate tornarono in quei luoghi, accolti con grande calore e gratitudine. Ora i Tramontini, che quest’anno hanno organizzato una serie di eventi per celebrare il 40°  del terremoto, hanno invitato una delegazione del nostro gruppo a condividere il ricordo di quei giorni indimenticabili. La delegazione ha così avuto modo di rincontrare  le vecchie conoscenze, in particolare don Pierino (dinamico parroco di quel paese in quei difficili anni) ed alcuni appartenenti alla famiglia Ferroli con la quale (in particolare con il sig. Livo, morto purtroppo nel frattempo) la collaborazione fu particolarmente stretta. Durante le cerimonie del ricordo il sindaco di Tramonti di sotto , Giampaolo Bidoli, ha consegnato al nostro gruppo scout un attestato di merito per il lavoro svolto in quel difficile frangente. La nostra delegazione ha rinnovato ai Tramontini l’invito per  una visita a Casola.  Successivamente a questo incontro  il nostro gruppo ha ricevuto in dono alcune riviste e bollettini  stampati in Val Tramontina in cui compaiono diverse foto del nostro gruppo impegnato nei lavori di aiuto post-terremoto. Per una triste coincidenza, la stessa  mattina  del ???? Ottobre, prima delle della nostra partenza da Casola, alle ore 7,30 una ulteriore forte scossa di terremoto  di 6,5 gradi ha colpito i luoghi del centro Italia (Abruzi, Lazio e Umbria ) già colpiti dal forte terremoto di Agosto.

 

LA MEMORIA DEI NOSTRI CARI DEFUNTI - Mercoledì 02 Novembre 2016 – Nel pomeriggio tutta la comunità Casolana si è raccolta al cimitero per la commemorazione dei defunti.  Dopo la S.ta Messa il parroco Don Euterio ha benedetto le tombe passando per i vari settori del cimitero. Come sempre questa ricorrenza fornisce anche l’occasione per incontrare parenti, amici e vecchi conoscenti che non abitano più nel paese e che ritornano in questa circostanza.

 

UNITA’ NAZIONALE E FORZE ARMATE – Venerdì 4 Novembre 2016 -

Nel Parco "Giulio Cavina" è stata celebrata la Festa dell'Unità Nazionale e della Giornata delle Forze Armate
con l’alza bandiera e letture degli studenti delle scuole di Casola Valsenio.

“ SI O NO  ??  QUESTO E’ IL PROBLEMA”  – Martedì 22 Novembre 2016 – In questi giorni si infervora il dibattito sul prossimo quesito referendario riguardante l’accettazione o meno di alcune modifiche alla nostra Costituzione.

I quesiti  riguardano : - Alcune disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario - la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione -.

 Lo Spekkietto, nella serata del 22 Novembre, raccogliendo le sollecitazioni di molti cittadini,  ha organizzato un incontro bi-partisan con i rappresentanti  della mozione per il “SI” , favorevole alle modifiche, e quelli per il “NO” , contrari alle modifiche. Oratore ed esponente per il “SI” Claudio Casadio, ex presidente della Provincia di Ravenna. Oratore ed esponente per il “NO” Alessandro Messina, professore di diritto.

 Il confronto è stato moderato dal nostro direttore Alessandro Righini.  Numerosa la partecipazione dei cittadini che hanno affollato per l’occasione  la sala Biagi Nolasco. Tutto il dibattito si è svolto in una atmosfera di civile e corretto confronto, a differenza di  quanto in questo periodo si registra spesso sulla stampa e nelle trasmissioni televisive.

LA MISERICORDIA RITORNA SUI LUOGHI DEL TERREMOTO - Sabato 26 Novembre 2016 – Dopo la prima esperienza a Sant’Angelo di Amatrice nel Lazio in provincia di Rieti  della prima settimana di Ottobre,  oggi 5  confratelli della Misericordia, 3 uomini e  2 donne,  sono ritornati  andati nelle zone terremotate del centro Italia, coordinati dalla Federazione Regionale delle Fraternite dell’Emilia Romagna,  per  prestare un servizio volontario  di soccorso alle popolazioni colpite dal sisma. Questa volta i nostri volontari sono stati assegnati a Cascia  in Umbria, provincia di Perugia. Qui hanno collaborato alla gestione di una mensa per la preparazione di un migliaio di pasti al giorno da fornire alla popolazione ed agli operatori dei servizi di soccorso.

 

INCIDENTE MORTALE  -Giovedì 01 Dicembre 2016 – Il nostro concittadino Giacomo Carubelli  è rimasto vittima di un incidente stradale a Dozza. Giacomo è stato travolto da un auto mentre si trovava a piedi sulla strada, complice il buio. La dinamica esatta dell’incidente, al momento in cui scriviamo, non ci è nota.

 

REFERENDUM COSTITUZIONALE : I Casolani dicono “SI” , gli Italiani invece rispondono “NO” -   4 e 5 Dic.2016

Domenica 4 Dicembre si è svolta la consultazione referendaria sulla modifiche da apportare alla formazione ed alle competenze  del Senato e di altri organi nazionali e regionali. I promotori del referendum per il “SI” alle modifiche si proponevano di ridurre il numero dei Senatori, di modificare le modalità della loro nomina e di limitare le loro competenze. Oltre a ciò si proponeva di  sopprimere il CNEL e di rivedere certe clausole del titolo V della parte seconda della Costituzione. I promotori del “NO” invece proponevano di lasciare stare tutto come era.

Lunedì  5 Novembre sono stati resi noti i risultati che a Livello nazionale hanno visto vincitori i promotori del “NO”. Nel nostro comune invece hanno vinto i “SI” con 917 voti ( 60,11% ),  contro i 611 voti per il  “NO” (39,99%).

I POMPIERI FESTEGGIANO S.TA BARBARA - Domenica 4 dicembre 2016

I Vigili del Fuoco Volontari  per tutta la giornata hanno festeggiato presso la loro caserma a fianco del parco Pertini la  loro santa protettrice S.ta Barbara. Giochi per i bimbi, cioccolata in tazza e brulè, la pesca di beneficenza , la visita della caserma e delle attrezzature, la celebrazione della S.ta Messa e l’Apericena , hanno caratterizzato tutta la giornata. Il ricavato della pesca andrà utilizzato per l’acquisto di giochi per i bimbi delle zone terremotati.

NON SOLO TELEFILM – Sabato 10 Dicembre 2016 – Sotto la direzione artistica di Monia Visani, nella sala Don Guidani, si è tenuto un concerto sulla scia di un viaggio alla scoperta delle più belle sigle dei telefilm. L’incasso è stato devoluto all’ Associazione “Amaci per bene”

 

 

FESTA  E FIERA DI S.TA LUCIA – CONCERTO NELL’ABBAZIA DI VALSENIO  – Dom. 11 e  Mart. 13 Dicembre 2016

La  fiera di S.ta Lucia con il tradizionale corredo di mercatini, bancherelle, punti ristoro ed esposizione di macchine agricole quest’anno è stata anticipata alla domenica 11 Dicembre.

Per l’occasione nel tendone allestito in p.za Sasdelli è stato presentato il libro “Toponomastica di Casola Valsenio” –  di Antonio Quarneti edito da “Il Nuovo Diario Messaggero”.  Nel libro, presentato da Giuseppe Sangiorgi e dal direttore de Il Nuovo Diario Messaggero, dott. Andrea Ferri,  i toponimi del comune di Casola Valsenio sono letti e interpretati ponendo in luce l’eco delle civiltà passate, gli usi e costumi delle genti che hanno lasciato un’orma valida e profonda nella valle del Senio e nei monti del casolano prima che le parlate locali si perdano nell’oblio.

Da ricordare nel tardo pomeriggio  di domenica 11 il concerto di musica e letture di poesie e brani di prosa,  tenutosi  nell’Abbazia di Valsenio. I brani musicali sono stati eseguiti  da Carlo Capirossi e Federica Tabanelli.

 In occasione del concerto  il CNA di Faenza, per onorare gli 800 anni di Casola Valsenio,  ha donato al Comune  una riproduzione del gruppo scultoreo “Addolorata con il Redentore sulle ginocchia” , conservato in una navata laterale dell’Abbazia. La riproduzione in ceramica è stata realizzata con il metodo della stampa tridimensionale 3D dal laboratorio FAD LAB che ha sede a Faenza nel museo. Per realizzare l’opera  in ceramica è stata necessaria una lunga sperimentazione  perché, mentre oggi è ormai abbastanza agevole ottenere copie in 3D dei più svariati oggetti in materiale plastico, non altrettanto lo è quando si vogliono attenere copie in ceramica. La fase della cottura infatti, necessaria per la fase finale delle copie in ceramica, spesso porta alla rottura dei  modelli realizzati.

- Martedi 13 Dicembre invece,  nel giorno dedicato espressamente  a  S.ta Lucia martire dal calendario liturgico, nella Chiesa del Pio Suffragio ( o delle Suore,  o di S.ta Lucia che dir si voglia e come meglio conosciuta dai casolani).

 si sono tenute le funzioni religiose: la celebrazione di  tre  S.te Messe e la benedizione pomeridiana .  Le Sacre Funzioni, come da tradizione, sono  state molto partecipate  e frequentate dai fedeli Casolani, da sempre molto affezionati alla Santa martire.

CI HA LASCIATO L’AMICO E SCOUT DEI PRIMISSIMI TEMPI FRANCESCO RINALDI CERONI - 14 Nov. 2016

 

Ci ha lasciati l’amico Francesco Rinaldi Ceroni, per noi “Franco del Cantone”, uno scout della prima ora, anzi della preistoria dello scoutismo casolano, come testimoniato dalla foto presa dal nostro archivio dei primissimi anni ’60. Nella foto compare una banda di ragazzini, appena adolescenti. Una immagine fissata in via Storta.

Guardando la foto , Franco è il primo a destra in piedi. 

Da questa banda, reduce dalle avventure della leggendaria “Società Telegrafi”   prima, e  dai “Lupetti  Ante Litteram” poi, derivò  il Gruppo Scout Casolano che nel 2013 ha celebrato il suo “cinquantesimo”  (quello ufficiale, perché in realtà le origini risalgono al 1960 e dunque si avvia verso i sessant’anni di vita… e che vita! ). 

Franco mise a disposizione delle “Volpi”  - la prima squadriglia del reparto “esploratori” in formazione – il pollaio della sua casa al Cantone. Il pollaio, ormai vuoto, era una capannina abbastanza alta da potervi stare in piedi e sufficientemente ampia per ospitare cinque o sei ragazzini. Questa fu la prima sede del gruppo.

Franco ….  tanto tempo è passato ma questi ricordi rimangono per sempre fissati e vivi nei nostri cuori a testimonianza di un tempo favoloso e fantastico che ha segnato la nostra gioventù.

Ora,  carissimo amico,  riposa in pace ed in attesa.  Tu lo sai che,  come narra una nostra canzone, le stelle brillanti nella notte non sono altro che i fuochi dei bivacchi  che i beati accendono  attorno alla dimora del loro Signore. Fra questi ce n’è uno attorno al quale si sono già riuniti alcuni di noi, alcuni fra quelli che compaiono nella foto che qui abbiamo pubblicato ed altri che abbiamo conosciuto successivamente.

Un giorno, prima o poi , ci ritroveremo tutti attorno a quel fuoco ed allora sarà un gran raccontare e rivivere le straordinarie avventure che abbiamo condiviso.

Buona caccia, Franco, e che la terra ti sia lieve.

Alessandro, Aquila Solitaria, a nome di tutti .

 

Domenica 18 Dicembre 2016 -

- UNA SUGGESTIVA VEGLIA DI NATALE CON ESPOSIZIONE DI UN INSOLITO E SUGGESTIVO PRESEPE.

Nel pomeriggio il Gruppo Scout , in collaborazione con la Scuola Materna S.ta Dorotea, ha dato vita ad una intensa veglia di Natale animata da canti, recite e figurazioni che hanno visto protagonisti  bambini, ragazzi e ragazze affiancati  da una numerosa  e commossa rappresentanza  di  genitori e parrocchiani.

In successive fasi della veglia, i presenti , che formavano un circolo, hanno visto i ragazzi portare al centro della assemblea  i  tradizionali personaggi del presepe realizzati  in cartone e rivestiti di abitini confezionati appositamente con lana e stoffa di recupero. Altri ragazzi poi, successivamente, hanno prelevato i  vari personaggi e li hanno fatti sparire e i presenti si sono chiesti  che fine avessero fatto.  La meraviglia è stata tanta quando i partecipanti , raccolti in processione, sono usciti dalla chiesa parrocchiale per recarsi alla chiesa dei Frati di San Francesco.  Sul lungo muro che costeggia il cortile del convento infatti  si sono ritrovati allestito un insolito e suggestivo presepe realizzato con i personaggi di stoffa, lana e cartone che precedentemente erano apparsi in chiesa.

Ai bimbi, ai ragazzi, ai capi, agli educatori  che hanno realizzato la veglia e l’intera rappresentazione va il plauso e l’ammirato ringraziamento per questa bellissima  ed originale iniziativa.

- LA BANDA IN CONCERTO – Nella serata del 18 Dicembre il Corpo Bandistico C.B.G. Venturi Band, diretto dal maestro Daniele Faziani,  ha tenuto il suo tradizionale concerto nella sala Don Elviro Guidani con la compartecipazione del Coro dell’Assunta e del Saxbo Quartett.

- INAUGURATO “ UN PUNTO  DI BLU” -  I Creativi Sopra la Media hanno inaugurato la mostra collettiva di pitture, ceramiche e sculture “Un punto di blu” che rimarrà esposta nella Sala Azzurra del Municipio  fino al 30 Dicembre.

IL VIRUS DELL’INFLUENZA IMPERVERSA – Martedì  20 Dicembre 2016 – In questi giorni si è  manifestato  in modo particolarmente  diffuso il virus dell’influenza  che ha colpito soprattutto i bambini. Ci viene segnalato che nelle scuole e negli asili il numero degli alunni  assenti  per malattia è molto alto.

 

IL SANTO NATALE – FRA I TANTI PRESEPI SPICCA PER LA STRAORDINARIA E ACCURATISSIMA ESECUZIONE QUELLO REALIZZATO NELLA CHIESA PARROCCHIALE DA LUISA SANGIORGI E ROBERTO MORINI. -  Domenica 25 Dic. 2016

Il S.to Natale di Nostro Signore Gesù Cristo  è stato festeggiato con la consueta solennità e partecipazione dei fedeli . Alla S.ta Messa della Mezzanotte ha cantato il coro dell’Assunta e alla S.ta Messa delle ore 11 gli scout di ritorno dai loro bivacchi invernali. I presepi, oltre quello assai originale allestito dalla Scuola Materna S.ta Dorotea e dal gruppo scout in via Card. G. Soglia (vedi cronaca del 18 dicembre), sono stati allestiti nella Chiesa Parrocchiale, in quella di S. Francesco ed in quella del Pio Suffragio (delle suore). Questi senza contare quelli allestiti in ogni famiglia.

Tutti curati ed originali. Una menzione speciale comunque la merita il presepio allestito da Luisa Sangiorgi e Roberto Morini  nella cappellina della Madonna di Lourdes nella chiesa parrocchiale. I nostri due artisti sono abituati a meravigliarci ogni anno con le loro creazioni che si contraddistinguono per l’accuratezza e precisione della realizzazioni, l’attenzione posta ai dettagli, l’originalità, pur nel rispetto della più ortodossa tradizione, riservata alla scenografia  ed alla ambientazione. Un presepe come questo spopolerebbe anche a Napoli nella  famosa via di San Gregorio Armeno,  nota in tutto il mondo per l’antica e splendida arte della rappresentazione del Natale.

 

IL CFC  PRESENTA “CASOLA OTTOCENTO”  – Mercoledì 28 Dicembre 2016 – Ad una delle serate maggiormente attese dai Casolani, vale a dire quella delle proiezioni di foto e filmati rievocativi della storia e delle tradizioni casolane, quest’anno è stato cambiato il nome. Ci riferiamo, come avrete capito,  alla serata di “Casola Novecento” che , in omaggio all’ottocentesimo compleanno della nascita del nostro paese, questa volta  è stata rinominata “Casola Ottocento”.

Il Circolo Fotografico Casolano, a cui si deve la creazione di questa fortunata serie di proiezioni , ha voluto concludere il ciclo dei festeggiamenti  di questa speciale ricorrenza mettendo sullo schermo della sala del cinema Senio le immagini delle manifestazioni  e delle attività organizzate nei mesi scorsi per ricordare il nostro passato.

Sala strapiena come al solito, con alto indice di gradimento. Le immagini sono poi state intervallate da letture riprese  soprattutto dal libro “Casola Valsenio, i primi 800 anni” di Giuseppe Sangiorgi.

BUON ANNO 2017 - AUGURI A TUTTI I FEDELI  LETTORI DE LO SPECCHIETTO / LO SPECCHIO

 

2017 ANNO NUOVO LAVORI NUOVI – Gennaio 2017

Alcuni lavori importanti sono stati messi in cantiere e dovrebbero essere completati nel corso dell’anno.

- ARRIVA LA FIBRA OTTICA -  Uno fra questi è lo sbarco della fibra ottica nella scuola che permetterà collegamenti più veloci ed efficienti  con la rete Internet. L'importo totale dei lavori è di 95.000 euro, divisi in due stralci: il primo stralcio è finanziato con un contributo in conto capitale di 55.000 euro concesso dalla Regione Emilia Romagna – Agenzia Regionale Protezione Civile e con risorse proprie del Comune per 5.000 euro. I lavori sono già stati appaltati. Il secondo stralcio è finanziato con un ulteriore contributo in conto capitale di 40.000 euro concesso dalla Regione Emilia Romagna – Agenzia Regionale Protezione Civile. L’ affidamento lavori avverrà nelle prossime settimane.

Si prevede di terminare l'intervento entro maggio/giugno 2017. Per ora sono stati completati i lavori di cablaggio per il plesso scolastico.

- CONSOLIDAMENTO DEL CENTRO URBANO - La Regione Emilia-Romagna, nell’ambito dei programmi per la riduzione del rischio idrogeologico, ha finanziato alcuni importanti investimenti per il consolidamento dell’abitato di Casola Valsenio. Investimenti che danno continuità alle opere realizzate negli anni scorsi sul Muraglione, nel tratto di Via Cardinal Soglia che accede al ponte sul Senio, nei ciglioni dei rivali compresi tra il Rio Casola e la Buratta alla sinistra del Senio. Per quanto riguarda il nuovo programma di lavori si prevede di intervenire in tre distinte aree. In primis si adotteranno misure di manutenzione delle reti paramassi, posizionate alcuni anni fa dal Servizio tecnico bacino fiumi romagnoli sulla scarpata prospiciente il fiume Senio tra via Roma e via Storta. Inoltre si realizzeranno opere di difesa della scarpata prospiciente la via Cardinal Soglia e il primo tratto di via della Peschiera con pulizia della scarpata a valle di via Cardinal Soglia.  Infine si adotteranno misure di manutenzione dei drenaggi esistenti e realizzazione di nuovi drenaggi nel muro rivestito in pietra prospiciente la via Cardinal Soglia.

I lavori, a totale carico della Regione Emilia Romagna per un importo di 197.000 euro, sono già stati appaltati dal Servizio tecnico del bacino del Reno ad una ditta proveniente da Verghereto, e inizieranno a breve compatibilmente con l’andamento stagionale.

- IL RUE…… COS’E’ QUESTO OGGETTO MISTERIOSO? Consigliamo i Casolani ad interessarsi perché potrebbe riguardarli.

Con deliberazione del Consiglio dell’Unione della Romagna Faentina n. 61 del 21.12.2016 è stato adottato, ai sensi degli artt. 33 e 34 della LR 20/2000 e s.m.i. il Regolamento Urbanistico ed Edilizio (RUE) intercomunale dei Comuni di Brisighella Casola Valsenio, Castel Bolognese, Riolo Terme e Solarolo.

 Il RUE adottato è depositato per 60 giorni a decorrere dall'11 gennaio 2017presso il Settore Territorio (Servizio Urbanistica) dell'Unione della Romagna Faentina in Via Zanelli n. 4, Faenza e può essere visionato liberamente nei seguenti orari: Lun. e Giov. 8:30÷13:00 – Mart. 14:30÷16:30. 

Ai fini della Valutazione Ambientale Strategica (VAS), gli elaborati sono completi della Valsat/Rapporto ambientale, della Valutazione di incidenza e della sintesi non tecnica e chiunque può presentare osservazioni anche fornendo ulteriori elementi conoscitivi e valutativi ai sensi dell’art. 14 del D.Lgs. 152/2006 e succ. mod. (Autorità procedente è l'Unione della Romagna Faentina e autorità competente è la Provincia di Ravenna). 

Entro il 13 marzo 2017, chiunque può formulare osservazioni -da indirizzare all'Unione della Romagna Faentina- sui contenuti dello strumento urbanistico adottato presentandole o presso i suddetti Comuni o presso l'Unione della Romagna Faentina. Le osservazioni pervenute saranno valutate prima dell’approvazione definitiva.

Con lo smembramento dell’ufficio tecnico in atto ed il concentramento delle funzioni a Faenza a causa della costituzione dell’Unione della Romagna Faentina c’è il forte rischio che l’accesso dei cittadini alle informazioni riguardanti il nostro paese sia reso più difficile e complicato. Casolani state dunque in campana ed informatevi perché alcune notizie importanti potrebbero sfuggirvi.

- UN BAGNO PUBBLICO PER I DISABILI -  Un bagno pubblico ad uso anche dei disabili. L’Amministrazione comunale e l’associazione Alpini di Casola Valsenio promuovono e finanziano la costruzione di servizi igienici pubblici utilizzabili anche da disabili.

La decisione è stata presa dalla Consulta dell'associazionismo e volontariato del 24 ottobre 2016 a cui ha fatto seguito il progetto realizzato gratuitamente dall’ing. Marco Campoli, che era già stato valutato e approvato dalla Commissione per la qualità architettonica e il paesaggio (C.Q.A.P.) ed attualmente è in corso l’iter di approvazione da parte della Soprintendenza belle arti e paesaggio di Ravenna. Appena sarà terminato l’iter di autorizzazione, entro poche settimane, sarà possibili iniziare i lavori.

Il costo dei lavori è di 13.000 euro finanziati dal Comune di Casola Valsenio (con 8.000 euro) e per l'importo rimanente dalle diverse associazioni di volontariato casolano e da alcune attività produttive.

I lavori sono già stati affidati alle ditte casolane: Benericetti Infissi, Coop Montana Valle del Senio, Termoidraulica di Turrini Giancarlo, Capirossi Impianti, e inizieranno appena si riceverà il nulla osta.

L’obiettivo è di aprire questo servizio igienico pubblico utilizzabile anche da disabili, già in aprile, prima della Festa di Primavera.

 

NUOVO CAMPO DA CALCETTO E BASKET SUL TETTO DEI VIGILI DEL FUOCO

Ancora interventi per lo sport a Casola Valsenio. Dopo la manutenzione straordinaria degli spogliatoi del parco Pertini a servizio del campo di calcio del settore giovanile e del campo da tennis, l'amministrazione comunale realizzerà nei primi mesi del 2017 il ripristino della pavimentazione del solaio di copertura dell’immobile dove si trova la sede del Distaccamento dei Vigili del Fuoco Volontari e il magazzino comunale.

L’intervento di manutenzione straordinaria consiste nell’asportazione dello strato superficiale di calcestruzzo per una profondità di circa 15 mm, fino a raggiungere lo strato integro e coeso del calcestruzzo industriale, per provvedere, poi, alla posa di idoneo materiale malta strutturale di spessore stimato in 15 mm.

Questa nuova superficie sarà segnata con le righe per la creazione di un campo da calcetto e da basket, verranno posizionati i canestri e l’area sarà utilizzabile esclusivamente a fini sportivi.

Inoltre saranno installate reti di protezione sui lati esterni e se le risorse lo permetteranno si installeranno alcuni pali porta fari per illuminare l’area.
L'importo totale dei lavori è di 95.000 euro, divisi in due stralci: il primo stralcio è finanziato con un contributo in conto capitale di 55.000 euro concesso dalla Regione Emilia Romagna – Agenzia Regionale Protezione Civile e con risorse proprie del Comune per 5.000 euro. I lavori sono già stati appaltati. Il secondo stralcio è finanziato con un ulteriore contributo in conto capitale di 40.000 euro concesso dalla Regione Emilia Romagna – Agenzia Regionale Protezione Civile. L'’affidamento lavori avverrà nelle prossime settimane.

Si prevede di terminare l'intervento entro maggio/giugno 2017

UN PO’ DI NEVE AD ALLEVIARE I GUASTI DI UNA STAGIONE SICCITOSA – Domenica 15 Gennaio 2017

Da una quindicina di giorni siamo entrati nel nuovo anno. Si è fatta viva un po’ di neve da noi e nel nord Italia. A differenza del centro Italia e del sud, dove in base ad un rivolgimento climatico la neve sta cadendo abbondantissima recando ulteriori disagi nelle zone terremotate.

Da noi invece un po’ di neve non guasta, anzi ce ne sarebbe bisogno di un po’ di più. La stagione fin’ora è stata avara di precipitazioni e, se la cosa nell’immediato  può anche apparire preferibile non lo è certo sul lungo periodo, soprattutto per l’agricoltura e la qualità dell’aria. Comunque le colline si sono imbiancate ed un po’ anche le strade del paese.

 

UNA  SERIE  DI  DISASTRI: IL   2017 NON COMINCIA BENE ,  MA GIA’ IL 2016 ERA FINITO MALE

 

- IN ABRUZZO A FARINDOLA  L’ HOTEL GRAN SASSO  RIGOPIANO E’ TRAVOLTO DA UNA VALANGA. – Mercoledì 18 Gennaio 2017 -   Per tutta la giornata si susseguono le notizie di un disastro avvenuto sulle montagne dell’Abruzzo dove un hotel con tutti  i suoi ospiti è stato travolto e scalzato dalle fondamenta dal precipitare di una imponente valanga di neve e terra, valutata intorno alle  120 mila tonnellate, che ha raggiunto i 100 km di velocità. I giorni successivi vedranno una affannosa , generosa ed ammirevole gara da parte degli addetti ai soccorsi per riuscire estrarre dalle macerie il maggior numero di superstiti  possibile. Alla fine sono stati 11 gli ospiti sopravvissuti, fra cui 4 bambini. Le vittime invece sono state 29 dei quali 15 uomini e 14 donne. Il precipitare della valanga sembra anche essere connesso con gli eventi sismici che continuano a scombussolare le terre del centro Italia. A chi si meravigliasse che per una volta tanto in questa rubrica, di solito strettamente relegata all’ambito locale, si riportino fatti esterni al nostro territorio facciamo rilevare che l’emozione suscitata da questo episodio nell’opinione pubblica è tale che ogni comunità l’ha condivisa come un evento intimo e dunque proprio.

 

- IN AMERICA TRUMP HA GIURATO ED E’ DIVENTATO IL PRESIDENTE DEGLI U.S.A. Venerdì 20 Gennaio 2017

A proposito di disgrazie ( e per la seconda  volta facciamo uno strappo allo stretto ambito di cronaca locale a cui di solito la nostra rubrica si attiene e addirittura varchiamo l’oceano)  .  Ci auguriamo di sbagliarci, ma intanto oggi si è insediato alla Casa Bianca il neo Presidente degli U.S.A.  che aveva vinto le elezioni dell’ 8 Novembre 2016.  A valutare la maggior parte delle sue dichiarazioni ( non tutte per la verità) e gli atteggiamenti espressi fino ad ora  viene da dire: -  che Dio ce la mandi buona!-.  Le prospettive non sono certo allettanti. Dai discorsi fatti appare abbastanza evidente che uno dei suoi obiettivi  è quello di sparigliare l’Unione Europea. Lo farà appoggiando ed incoraggiando la Brexit dell’Inghilterra,  inoltre sembra voglia amoreggiare con la Russia per dividersi il mondo. Essendo scomparso e fallito il comunismo e non essendovi più i presupposti della guerra fredda è chiaro che nella politica mondiale ritorna il leit motiv della spartizione delle zone di influenza fra le grandi potenze senza più il sottofondo, a volte frenante, dell’ideologia. Fra l’altro gli Stati Uniti  in questo momento sono favoriti  dalla raggiunta autonomia in campo energetico. Questo sul piano strategico e politico. Sotto il profilo sociale ed umanitario emerge la decisa opposizione del nuovo Presidente all’immigrazione negli USA di profughi o cittadini provenienti da determinate regioni del mondo, la promozione di una nuova stagione di capitalismo libero da vincoli o controlli, l’interramento delle riforme favorevoli alla pubblica assistenza in campo sanitario. L’unico punto su cui come cattolici possiamo trovare una certa consonanza potrebbe essere la politica di disincentivazione e correzione alla pratica dell’aborto. Questo per ora. Ci auguriamo che le meno accettabili di queste enunciazioni vengano riviste  e corrette da un cambio di rotta e di intenti imposto all’azione presidenziale  dal passaggio dalla teoria alla pratica. Lo speriamo visto il peso che la nazione di cui stiamo parlando esercita sugli equilibri mondiali.

SAT’ANTOGN DA LA BERBA BIA’CA  L’HA BENDETT A DRETTA E A STA’CA – Sabato 21 e Domenica 22 Genn. 2017

Nella serata di Sabato 21 agli Olmatelli e per tutta la Domenica 22 Gennaio in parrocchia e nella piazza della chiesa  si è celebrata la festa di Sant’Antonio Abate che nel calendario liturgico ricorre il 17 Gennaio.

Agli Olmatelli, la sera del sabato,  i priori del comitato organizzatore  hanno servito ai numerosi  convitati presenti una lauta cena, animata dallo show dei Trigliceridi. Durante la domenica invece la festa si è trasferita nella chiesa parrocchiale e sul sagrato della piazza antistante, come da tradizione.  Dopo la celebrazione delle S.ta Messe sono stati benedetti il pane e le ciambelle mentre nel pomeriggio sono stati benedetti gli animali di cui Sant’Antonio Abate è stato eletto protettore. Il Corpo Bandistico G. Venturi  ha intrattenuto ed allietato la festa con le tradizionali marce. L’attesissima estrazione della lotteria infine ha concluso la festa.

UN ALTRO CASOLANO: GIOVANNI BIGHINI,  PERDE LA VITA IN UN  INCIDENTE STRADALE – Giov. 26 Genn. 2017

Un altro Casolano,  Giovanni Bighini (Bacò)  di 57 anni,  ha perso la vita in un incidente stradale a Faenza , ritornando dal lavoro. E’ il secondo Casolano  che nel giro di un mese  rimane vittima del traffico  ( l’altro è stato Giacomo Carubelli il 1 Dic. 2016). Bighini percorreva via Pana, alla periferia nord della zona industriale di Faenza, e all’incrocio con via Lugo si è scontrato con un’altra grossa auto (suv)  che procedeva in direzione di Lugo. Bighini,  rimasto gravemente ferito,  è deceduto durante il trasporto all’Ospedale. Non ci è nota la dinamica esatta dell’incidente. La notizia ha provocato  dolore nella nostra comunità . Bighini aveva molti amici che hanno voluto ricordarlo con una manifesto.

 

I GIORNI DELLA MEMORIA – Venerdì 27 e Sabato 28 Gennaio 2017

- MARIO QUADALTI  MORTO A MITTELBAU - La sera di Venerdì 27 Gennaio  nella sala Biagi Nolasco è stato celebrato il ricordo del  sacrificio del Casolano Mario Quadalti  , originario di S. Apollinare, morto nel campo di concentramento nazista di Dora-Mittelbau e decorato con la medaglia d’onore della Repubblica. La serata ha registrato la testimonianza del nipote Mario, omonimo del nonno Mario Quadalto, la presentazione del  libro “All’alba saremo liberi” di Deborah Muscaritolo e la proiezione di un filmato documentario di RAI storia “Inferno Mittelbau – Dora”.

- 1944 LA BRIGATA EBRAICA – Sabato 28 Gennaio è stato caratterizzato da 2 eventi  che hanno rievocato alcuni degli episodi tragici legati alle tragiche vicende del popolo ebraico durante l’ultimo conflitto mondiale.

Al mattino gli studenti della scuola secondaria di 1° grado (scuole medie) hanno partecipato ad uno spettacolo interattivo presso i Vecchi Magazzini. Alla sera, a cura del gruppo “Teatro Sonoro” , si è tenuto lo spettacolo rievocativo di racconti e suoni della memoria intitolato “ 1944 La Brigata Ebraica in Romagna”.

LA GIORNATA PER LA VITA – Una vendita di primule a sostegno della vita nel solco di S.ta Teresa di Calcutta.

In questo giorno in tutta Italia si celebra la giornata in difesa della vita. Soprattutto di quelle vite più innocenti ed indifese, quali i bimbi ancora non nati, minacciati dal ricorso dell’aborto, e ammalati gravi in fase terminale , minacciati da  “filosofie” che promuovono e giustificano modalità di interventi che si avvicinano sempre più a forme di larvata eutanasia. Nella nostra parrocchia, in collegamento con il CAV (centro di aiuto alla vita) di Castelbolognese, è stata organizzata una vendita di primule il cui ricavato andrà a sostegno delle donne che sono in attesa di un figlio ed versano in uno  stato di difficoltà. Nell’occasione è stato anche messo a disposizione  il Messaggio dei Vescovi  diffuso per l’occasione in tutte le parrocchie.

IL CIRCOLO FOTOGRAFICO PRESENTA  “ IMMAGINI DAL MONDO” – Venerdì 6 Febb 2017

Il Circolo Fotografico casolano ha iniziato questa sera l’atteso ed ormai tradizionale ciclo di proiezioni  intitolato “Immagini dal mondo”.  Il ciclo, iniziato con “Induismo- India e non solo” di Benito Caetani, proseguirà per tutto Febbraio nelle serate di venerdì con le seguenti proiezioni:  “Egitto da Luxor a Karnak” di Mario Quadalti – “Albania grotte di Shpella e Marl” di Biagio e Ivano Fabbri  – “U.S.A. ghiaccio fuoco e terra” di Graziella Mungo e Marco Montobbio.  Il Circolo sta organizzando gli ulteriori eventi di Marzo che quest'anno si concluderanno il 27 Marzo al CINEMA SENIO con una rassegna di immagini e parole di un viaggiatore "Tiziano Terzani" giornalista e scrittore fiorentino presentata da Alen Loreti coordinatore del sito h.

DOVE E COME FAREMO IL NUOVO CAMPO SPORTIVO? - Lunedì 20 Febbraio 2017 – Nella sala del cinema  Senio si è svolto l’atteso incontro sul tema “Sviluppo e valorizzazione degli impianti sportivi”,  presenti  autorità statali, regionali,  e comunali per fare il punto sulla situazione del nuovo campo sportivo che Casola attende con impazienza, dopo la frana dell’impianto precedentemente esistente,  onde evitare che le difficoltà di praticare il calcio, servendosi di strutture presenti in altri comuni e pertanto dovendo andare sempre in trasferta,  metta in crisi questo importante settore del mondo giovanile.

Sono intervenuti il ministro dello sport Luca Lotti, il presidente del Coni Emilia-Romagna Umberto Suprani,  il presidente FIGC Ravenna Laudio Bissi, il sindaco di Casola Iseppi Nicola e il sottosegretario alla Presidenza dell’Emilia Romagna Andrea Rossi  e l’architetto dello studio di progettazione. L’incontro è stato coordinato dal giornalista Matteo Fogacci.

Il ministro Lotti,  alla fine degli interventi, ha sfoderato il colpo finale dicendo che i soldi per la ricostruzione di un nuovo campo sportivo a  Casola ci sono e verranno assegnati entro due mesi. Il nuovo campo sportivo sorgerà nell’area della  Furina, sulla parte alta a ovest del paese.  Si parla di 1,2 milioni di euro che arriveranno dalle rimanenze del bando del Coni "Sport e periferie". Il costo dell'opera è alta, 1,5 milioni di euro.

Con questo impegno statale e con il finanziamento già ottenuto a livello regionale di altri 300 mila euro i conti sarebbero fatti.  Ricordiamo che  in un primo tempo si era preso in esame l’ipotesi di realizzare il nuovo centro sportivo nella zona di via Breta – Pagnano. Su questo tema l’architetta Antonella Berti Ceroni ci  ha inviato una riflessione che pubblichiamo in altra parte del giornale.

 Nel frattempo sono iniziati i sondaggi geologici nell’area del campo sportivo  semicrollato per verificare la possibilità di utilizzare il terreno rimasto a fini sportivi o turistici.

IL CARNEVALE DEI BIMBI – Domenica 26 Febbraio – Con due giorni di anticipo sulla scadenza si è svolto il Carnevale dei bimbi che, numerosi e gioiosi come solo loro riescono ad essere, hanno invaso piazza Sasdelli spandendo coriandoli, spruzzi, schifezzuole ed allegria dappertutto. Supermen, robots, folletti dei boschi, personaggi da fiaba, damine, fate, guerrieri hanno scorazzato per buona parte del pomeriggio assaltando ad ondate il lauto banchetto dei dolci allestito dall’Avis. Il gruppo neo rok dei giovani “Black Jackets” ha allietato con suoni metallari di buona esecuzione tutta la kermesse pomeridiana.

Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter  

Devi essere un utente registrato per inserire commenti