Festa di Primavera

 

1°-LE COLONNE D'ERCOLE [Nuova società Peschiera]

Tenuto conto della rappresentazione allegorica in rapporto agli aspetti compostivi, la giuria esprime parere unanime di apprezzamento per il carro 'Le colonne d'Ercole', stimando in primis la corrispondenza chiara tra relazione scritta e realizzazione concreta.
La tradizione si impadronisce di me e per il secondo anno consecutivo stilo la mia personalissima classifica ampliata con le ormai temute(?) e famose(?) pagelle:

-'NUOVA' PRO LOCO 7: Promettente. Nel tentativo di rivitalizzare una festa che perde interesse ogni anno che passa, la 'nuova' gestione viene promossa riguardo alla brillante idea di dividere in due la sfilata mantenendo accesa la tensione per il verdetto finale della giuria durante queste tre giornate, boccio invece altre scelte quali la locazione della festa Hill Party (ma la zona parcheggi del nuovo campo sportivo e la cara vecchia zona industriale non avrebbero dato meno problemi?) e i pessimi ritardi nell' inizio delle sfilate. Da rivalutare l' anno prossimo.
Apro la discussione sui carri con una personalissima analisi senza pretese aspettando i vostri più svariati commenti.

Soc. PESCHIERA 'Le Colonne d'Ercole': come sempre il loro carro raggiunge lo scopo, mandare e far recepire un messaggio, se i carri sono nati come mezzi di comunicazione il primo punto deve essere la chiarezza, tutte le figure erano facilmente comprensibili.
Volevo scrivere un commento breve, poi mi sono fatto prendere la mano e quindi posto un mini-articoletto con poche considerazioni, e anche poco positive, sulla Festa (non sui carri). Anzi mi scuso perché sembrano un po’ disfattiste, ma premetto che non ho avuto la possibilità di vivere la Festa in pieno, andando in giro e osservando tutto, quindi prendete queste poche righe come parere molto parziale e non come critica spietata.

Aspettando il verdetto della giuria che sarà ufficializzato sabato 28 Aprile dopo la sfilata notturna, annunciamo il risultato delle votazioni popolari, subito dopo aver svuotato le urne e contato i voti. Il 48% degli oltre 400 votanti (per la maggior parte non casolani e non appartenenti alle tre società in gara) ha stabilito che il carro vincitore della Festa di Primavera è 'Alla fine dei giorni' della Società Input. Il netto risultato è motivo di orgoglio per la Società, che si dice entusiasta per il consenso ottenuto e attende speranzosa la conferma del verdetto ufficiale, deciso oggi dalla giuria e che resterà segreto fino a sabato.
Al secondo posto si è piazzata la Nuova Società Peschiera con il carro 'Le colonne d'ercole', ottenendo il 34% dei voti e infine la Sisma con 'Non nascondete ai vostri occhi...' al 18%.
Festa di primavera atto primo. Domenica 22 Aprile. Le scuderie si allineano per la partenza e si estrae l'ordine di sfilata. Il caso vuole che a iniziare sarà la società Sisma, seguita da Input e Nuova società Peschiera. I carri vengono agganciati ai trattori e inizia il trasferimento che, per fortuna, quest'anno risparmia gli alberi di via Roma.
La Nuova società Peschiera si incaglia nella strettoia di Bruscò e riesce a risolvere il problema solo con una manovra a mano e il taglio di uno spigolo.
Sisma e Input seguono placide.
La festa di primavera del paese delle erbe e dei frutti dimenticati dal 2007 ha un nuovo trofeo. La storica manifestazione dei carri di gesso di Casola Valsenio, in programma nelle giornate del 25 e 28 aprile 2007, quest’anno metterà in premio un altro trofeo importante.
Dopo che nella edizione 2006 della Festa il trofeo, opera in ceramica del ceramista e scultore faentino Aldo Rondini, è stato definitivamente assegnato alla Nuova Società Peschiera che se lo era aggiudicato per tre volte, l'amministrazione comunale e la pro loco hanno commissionato la realizzazione di un nuovo trofeo.
La nuova pro loco di Casola Valsenio ha presentato ufficialmente, nella serata di martedì 20 marzo, il programma della Festa di Primavera. Sulla scia della continuità con il passato ed importanti novità, la festa più antica di Casola torna più viva che mai anche per questo 2007.
Breve introduzione
Quando si discute, si ragiona, si vaglia una creazione artistica è sempre opportuno farlo cercando in primis di carpire il linguaggio e i codici attraverso i quali essa ci parla. Solo cogliendo il vocabolario di un genere di creazioni possiamo permetterci di misurare la sua attendibilità artistica e di apprezzare, con coerenza, il suo impatto emozionale.
Io non conosco a menadito il vocabolario dei carri allegorici e non so se essi possano essere ritenuti opere d’arte, ma di certo so che essi hanno l’onere di rappresentare, a suon di legno e gesso, i concetti racchiusi nelle profetiche “relazioni”.
Corre voce di una lettera che sarebbe stata inviata alla Pro-Loco di Casola da un noto studio legale di Bologna, nella quale si recriminerebbe l'uso dell'immagine di una figurante salita sul carro della Input durante la festa di primavera 2005.
Corre voce di una azione legale che potrebbe essere intrapresa se l'immagine non dovesse scomparire dai manifesti e dai volantini che pubblicizzavano l'appena trascorsa festa di primavera 2006.
Oh Santa Protrettrice dei Carri allegorici, noi della Sisma ti invochiamo, facci vincere!
Noi poveri, sfortunati, inconcludenti e sognatori.
Noi che non abbiamo il cestello per arrivare in cima al carro mentre gli eserciti dei nostri avversari sono dotati delle tecnologie più evolute, di ampi e spaziosi camion, di scale, di trapani che non si fondono mai.
A gran richiesta torna il CRITTTTICO,come il flagello di Dio…………per spiegarvi bene bene benissimo come non è funzionata la giornata.
L'allegoria è la figura retorica in cui, come nella metafora, vi è la sostituzione di un oggetto ad un altro ma, a differenza di quella, l'accostamento non è basato su qualità evidenti o sul significato comune del termine, bensì su un altro concetto che spesso attinge al patrimonio di immagini condivise della società. Essa opera comunque su un piano superiore rispetto al visibile e al primo significato: spesso l'allegoria si appoggia a convenzioni a livello filosofico o metafisico.
GIURIA voto 8.5: era ora! Finalmente una giuria competente formata da soli giovani (penso fossero tutti sulla trentina). Spero sia parte della politica di ringiovanimento che deve essere attuata nella Festa di Primavera (vedi sotto).
Non so se ben accetto o meno, ma anche quest’anno vorrei offrirvi il personalissimo punto di vista di unodivia a proposito della vostra privatissima festa di primavera.
Prima di tutto vi devo confessare che sostengo l’idea secondo la quale si potrebbe trasformare la festa di primavera in un evento privato e riservato solamente agli iscritti in un apposito elenco, a cui ovviamente chiunque potrebbe accedere, ma solamente dopo attento esame di una commissione giudicatrice.
Parlare di Casola a Casola è fuori luogo e non trasmette emozione.
O almeno, secondo la giuria, è un tema meno interessante di mia nonna che ha deciso di cucire invece di farsi esplodere.
E' una mia battuta, l'ennesima forzatura.
Posso e devo accettare il verdetto (complimenti a tutti), non accetto assolutamente le motivazioni.