Il primo confronto rilevante tra maggioranza e opposizione in Consiglio Comunale si sta verificando sugli indirizzi che il Consiglio Comunale deve dare al Sindaco per le nomine in Enti, Aziende, Istituzioni.
Si tratta di un tema di grande rilevanza perché in base ai criteri assunti il Sindaco nominerà i rappresentanti del Comune in molti organismi e nelle aziende partecipate.


Il Gruppo Consiliare Pdl-Lega Nord-Udc-Indip ha rilevato che il documento di indirizzi sottoposto da Iseppi al Consiglio del 26 Giugno non dice sostanzialmente nulla perché l’atto (mutuato da quello delle sindacature precedenti) è una vera e propria delega in bianco nella quale non si capisce in quali organismi debbano essere nominati i rappresentanti, con quali criteri vengano scelti, quali siano gli emolumenti percepiti, quale mandato debbano assolvere.

Al contrario il gruppo di opposizione chiede che gli incarichi nei vari organismi siano preventivamente dichiarati, che siano esplicitate le qualifiche e le caratteristiche delle persone da nominare, che chi ritenga di averne i titoli possa dichiarare la propria disponibilità all’incarico (salvo la prerogativa di scelta motivata da parte del Sindaco), che i nominati, con poche eccezioni, siano residenti a Casola Valsenio, che siano esplicitati i compensi, che i delegati rendicontino annualmente al Sindaco e al Consiglio il proprio operato.

Si tratta di un confronto particolarmente importante dal cui esito, previsto per Giovedì 9 Luglio, potrà anche intuirsi la qualità e la natura del rapporto tra le forze politiche casolane.

Qui è possibile reperire sia il documento di indirizzi di Iseppi che quello dell’opposizione: https://pdlcasola.blogspot.com/

Il Capo Gruppo Consiliare
Pdl-Lega Nord-Udc-Indip
Fabio Piolanti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter