Segnaliamo due interessanti iniziative che si terranno in questo secondo weekend di 'Festa dei frutti dimenticati'. Sabato 20 ottobre 'Ad Speculum... camminando attraverso lo specchio' a cura del Gruppo speleologico Saknussem e, domenica 21 ottobre, la seconda escursione organizzata dall’associazione Trekking Nasturzio in collaborazione con la Pro Loco di Casola Valsenio. Continuate a leggere per i dettagli.
Sabato 21 ottobre: 'Ad Speculum... camminando attraverso lo specchio'

Nell’ambito del programma della Festa dei frutti dimenticati, sabato 20 ottobre, il Gruppo speleologico Saknussem di Casola Valsenio, organizza un escursione guidata sopra & sotto la Vena del Gesso. Sulle tracce delle antiche miniere dimenticate di Lapis Specularis. La Vena del Gesso, conserva nelle sue forme, nelle sue rocce, i segni di un rapporto lungo e complesso con l’uomo. Luoghi che possono apparire ‘naturali’ nascondono in realtà storie e narrazioni ‘umane’. Luoghi dove il confine tra questi due mondi si fa sottile, fino a scomparire nel processo stesso che li ha creati. Camminando attraverso la Vena, si attraverseranno alcuni di questi luoghi, cercando e ascoltando voci e storie dimenticate. L’escursione si svolgerà spostandosi in parte in auto e in parte a piedi. Il ritrovo è previsto davanti alla Casa della Cultura (presso Biblioteca Comunale) alle ore 9,00. La durata dell’escursione sarà di circa 4 ore. Si consiglia di portare acqua, eventuale pranzo al sacco, nonché un abbigliamento comodo con ricambio completo.
Info: 3494211043 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., https://casolaspeleo.blogspot.it/

Domenica 21 ottobre: Seconda escursione dei frutti dimenticati

Domenica 21 ottobre, in occasione della festa dei Frutti Dimenticati,  l’associazione Trekking Nasturzio in collaborazione con la Pro Loco di Casola Valsenio organizza “la seconda Escursione  dei Frutti Dimenticati”. Quest’anno il percorso attraverserà il parco regionale della Vena del Gesso Romagnola percorrendo il crinale di Sasso Letroso, dove ci si affaccerà su ambienti spettacolari e unici, per arrivare poi a Casola Valsenio scendendo da monte Battagliola fino al Cardello e quindi verso la piazza.Il programma prevede alle 8.30 il ritrovo a Casola Valsenio per le iscrizioni presso la palestra comunale. Da qui alle 9.30 si partirà con la navetta messa per raggiungere Borgo Rivola da dove inizierà la vera escursione. Dopo aver raggiunto la chiesa di San Benedetto di Sasso Letroso ci si addentrerà completamente nel parco regionale percorrendo il sentiero Cai 705 e cominciando a salire su un sentiero che si sviluppa sulla roccia gessosa fino ai circa 470 metri di altitudine. Attraversando il crinale si percorreranno boschi e castagneti per poi scendere per una ripida rupe fino a una grande dolina che porta a Cà Budrio. Di qui si lascia la Vena del Gesso e ci si dirige verso Monte Battagliola, da dove si scenderà verso il Cardello attraversando i vecchi poderi che furono di proprietà di Alfredo Oriani. Infine, dal Cardello, attraverso la pista ciclopedonale si raggiungerà Casola Valsenio.
La durata dell’escursione, facile, è di circa 4 ore. I requisiti tecnici per partecipare sono quelli di essere abituati a camminare diverse ore, il dislivello da affrontare è di circa 400 metri da affrontare in massima parte nel primo tratto, il percorso non presenta difficoltà particolari se non la salita .Si richiedono scarponcini da trekking e zainetto con acqua e merende, abbigliamento in base alla stagione e alle abitudini. L’organizzazione declina ogni responsabilità su eventuali infortuni o danni  dei partecipanti. Il costo dell’iscrizione è di euro 4.
Per maggiori informazioni  trekkingnasturzio.blogspot.it oppure Pro Loco di Casola Valsenio tel 0546 73033 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Comunicati stampa a cura dell'Ufficio stampa del Comune di Casola Valsenio
Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter