Ritorna la due giorni dedicati alle colture dimenticate e ritrovate. Sabato 15 e domenica 16 ottobre 2011 si tiene a Casola Valsenio la festa in cui i frutti della memoria diventeranno veri e soli protagonisti. Sarà così possibile gustare, ammirare ed acquistare azzeruole, noci, avellane, prugnoli, mele della rosa, corniole, melegrane, corbezzole, giuggiole, pere volpine, cotogni, marroni e nespole proposti sia al naturale che lavorati sotto forma di confetture, cotognate, brodo di giuggiole e altro ancora.

Alla mostra mercato, arrivata quest'anno alla 21ma edizione e che prenderà il via alle 15,30 di sabato per proseguire fino a sera e dalle 9 del mattino di domenica, si accompagnano anche una serie di allestimenti, eventi e momenti particolari. Non mancheranno così iniziative culturali, folkloristiche, degustative e d'intrattenimento. Durante la festa, si svolge poi un apprezzato concorso di marmellate e liquori, mentre uno stand gastronomico offre specialità autunnali e i ristoranti preparano menù dedicati ai frutti dimenticati.
Dal pomeriggio di sabato 15 per le vie del paese gli agricoltori allestiranno i loro banchetti offrendo frutti freschi. Tra i momenti salienti e particolari di questo fine settimana si può ricordare alle ore 15.30 del sabato la presentazione del libro “Frutti dimenticati e biodiversità recuperata'. Intervengono: Sergio Guidi (curatore), Luigi Vicari (direttore di Arpa FC), Tiberio Rabboni (Ass. Regionale all'Agricoltura) e quello delle 16.00 e delle 17.00 in piazza SasdelliCon la degustazione guidata per conoscere i Frutti Dimenticati, a cura di Beppe Sangiorgi e dell'Az. Agr. “Ghetti Domenico e Stefano” . Durante la giornata laboratori, mostre, concerti, degustazioni e momenti di approfondimento sull'uso di questi frutti in cucina verranno realizzati senza soluzione di continuità per permettere una conoscenza diretta su questo particolare mondo di gusto. Alle ore 18.00 in Piazza Oriani si potranno infine assaggiare gli aperitivi ai frutti dimenticati preparati dall'Hill party staff al ritmo del sound dei Blaus.
La festa riprenderà poi domenica con la mostra mercato ed alcune iniziative, al mattino presto, volte alla scoperta del territorio con percorsi a trekking, mtb, e a cavallo nel Parco della vena del Gesso romagnola. Domenica appuntamento da non perdere è quello delle ore 16.30 in via Sorgente con 'Il dialetto italianizzato: le lingue dei giovani' una discussione con Giovanni Nadiani, Cristiano Cavina, Beppe Sangiorgi. Ma la due giorni casolana si arricchirà anche di mostre all'aria aperta e non come quella allestita dal circolo fotografico casolano, quella in vicolo delle Rimesse oppure nella sede del Municipio. Ma anche di dimostrazioni di antichi mestieri, degustazioni di vino e frutti dimenticati fino ad arrivare a veri e propri laboratori tematici sull'uso di queste particolari produzioni agricole.
Per maggiori informazioni: Proloco Casola Valsenio, Tel. 0546.73033 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Comunicato stampa a cura dell'Ufficio Stampa del Comune di Casola Valsenio
Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter