Da piccolo mi piaceva giocare a nascondino.
Complice la mia stazza minuta, cercavo sempre nuovi rifugi, a volte addirittua angusti e pericolosi.
Osservavo ridente quelli che si facevano beccare, ma allo stesso tempo non provavo invidia per chi si 'tingolava', tanto io sarei arrivato per ultimo a liberare tutti.
Aspettavo il momento giusto, quello in cui gli altri erano distratti e con un balzo felino correvo verso il totem, per poi gridare con tutta la voce possibile: 'Tingolo! Liberi tutti!'.
Un vero colpo di mano...

In questi giorni ho notato che qualcuno ama usare la mia stessa tattica.
L'indulto è stato approvato, quasi all'unanimità.
Dove sono i dibattiti tra destra e sinistra?
Dov'è Vespa? Dov'è Ballarò?
Non so dove sono, ma so cosa faranno:
- Assassini
- Spacciatori
- Ladri
- Condannati per reati finanziari (Tanzi, Cragnotti, Ricucci, ecc..
- Condannati per corruzzione e affini (i 3/4 del parlamento)
- Quelli con processi in corso che stanno per essere condannati (1/4 del parlamento).

Sono fuori di galera o non ci andranno!!!!!!!

L'ennesima legge a Personam per i politici,
Dov'è il vento nuovo promesso dall'UNIONE?
Dove'era tutto ciò nel programma? Era scritto in piccolo come in banca?
Prodi e co. hanno esordito nei primi mesi di governo salvando Previti (operazione non riuscita nemmeno a Berlusconi...) e purgandosi tutti i loro peccati.
Nessuno mi venga a dire che si volevano svuotare le prigioni affollate visto che chi ha reati finanziari e di corruzzione al 90% è agli arresti domiciliari.
Andatelo a spiegare a chi vive nelle periferie delle metropoli cosa vuol dire chiudere un occhio per i reati minori, spiegatelo a chi lavora onestamente, a chi paga le tasse, a chi si fa il culo ma è onesto, a chi non scende a compromessi perchè ha una dignità, a chi aspira ad un affitto sotto i 500 euro per 40 mq, a chi lavora nelle forze dell'ordine.
Spiegatelo anche a me, che dicevo che destra e sinistra sono uguali, che ci prendono per il culo, che questa gente deve andare in galera (e si è fatta un legge per non andarci, dimostratemi il contrario), a me che mi davano del qualunquista perchè facevo di tutta l'erba un fascio, spiegatelo a me che rompo i coglioni e sono scontato perchè ripeto quello che dice Beppe Grillo, ma almeno ho ancora il coraggio di incazzarmi se le cose non mi vanno bene, a me che non ho la verità in tasca ma che almeno cambio partito per le idee e non la mia idea per il partito.
Questa legge è ingiusta e va abolita, è uno sputo in faccia a chi vive una vita onesta e le persone che l'hanno votata mi fanno schifo, come quelli che non si scandalizzano e fanno finta che non esista, che stanno zitti e non si indegnano.
Non siamo passati da una dittatura a un'altra come molti credono, è sempre la stessa, quella della classe politica italiana, quando devono votare per i loro interessi sono tutti dello stesso partito.
Questa politica spaventa me e il mio futuro, non voglio pensare che tutto ciò in fondo non mi tocca.

Ora tocca a noi contare, facciamo sentire quello che pensiamo.

Matteo Cenni
Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter  

Devi essere un utente registrato per inserire commenti