Sport

 
Sesto Imolese (dopo Imola), domenica 5 Marzo 2006

E cocktail ??? E’ difficile da tenere dentro, e non ha niente a che fare con la corrente del Futurismo in cui si mischia politica a bibite, cocktail o meglio polibibita.
Ma ce ne sono tante di parole così, non nostre ma ormai adottate in pieno.
Quando si ascoltava la musica con le cuffie, molti avevano “l’ uomo che cammina”… chi?
Non dite che nessuno conosce il walkman, eppure è così.
E allora si parte, si va in viaggio per luoghi “malati” della mente, non vi resta che prendere il vostro trolley o “rullovaligia” e riempirla anche di dubbi… rullovaligia?
Pensate al calcio, al football, a quello sport che per molti è effettivamente una “palla al piede”.
Casola Valsenio, 26 febbraio 2006

Casola Vs S.Rocco 0 a 1

E’ proprio vero che l’abitudine, fa si che ci si dimentichi di tutto.
Tante vittorie, tanti gol, ci avevano fatto perdere un po’ il gusto della sconfitta e oggi il Casola ha perso.
Reda, domenica 19 Febbraio 2006

Ennesima vittoria, 4 nespole a 1 anche al Reda.

Ed è veramente un Casola travolgente quello che esce vittorioso dalla trappola Reda.
Terreno che in passato si è sempre rivelato ostico e 'rognoso', e Reda che è sempre stato un banco di prova e crocevia importante per la stagione.
Casola Valsenio, 12 febbraio 2006

Casola Vs S.Agata 3 a 0

Domenica d'inverno, con un bel sole a mitigare la freddezza della giornata.
Casola non propriamente in grado di rendere gustosa quest'ennesima, roboante vittoria.
Vittoria che, considerando il pareggio del Modigliana, consolida il primato della nostra squadra a più 10 punti.
Ringraziamo Claudio perchè eravamo imbarazzati sulla bruttezza dei titoli che avevamo scelto in precedenza, augurandogli tutto il bene di questo mondo.

Abbiamo tolto il sapore ad ogni cosa, non ci gustiamo quasi più niente perché bisogna fare in fretta e non puoi fermarti perché devi andare avanti.
Entrate in quel favoloso mondo piastrellato che è il bagno, sedetevi sull’unica simil-sedia che trovate e staccate ogni collegamento col mondo esterno. Siamo certi che per la maggior parte di Noi, il bagno è l’isola felice di ogni casa, come stai bene lì dentro lo sai solo te, ma non diciamolo troppo in giro… non si sa mai.
Domenica, il 5 febbraio del 2006

Brisighella vs Casola 1 a 3

C'è il Brisighella per il Casola...
Val Lamone e Valle del Senio, il derby dell'Appennino...
E' freddo, fa freddo...
Il terreno di gioco... Il terreno di gioco ???...
Casola Valsenio, 29 Gennaio 2006

Casola vs Giovecca 5 a 1

E fu così, che al terzo gol dei nostri colori, il portiere avversario prese per l'ennesima volta il pallone dal fondo della rete. Dal famoso sacco.
Deluso, arrabbiato, dispiaciuto e preso da forte ira, se l'alzò bene bene e con un calcio fortissimo lanciò la sfera in una parabola altissima, moooolllto alta, e poco poco lunga. La palla l’è bella e già partita.
Venerdi' sera al Palazzetto dello Sport di Castelbolognese si è svolta la manifestazione “Tutti Qui” con lo scopo benefico di raccogliere fondi per la ristrutturazione del reparto pediatrico lattanti dell’Ospedale Gozzadini di Bologna.
Le società di calcio di Casola Valsenio, Riolo Terme e Castelbolognese si sono date appuntamento per una serata di beneficenza che si è rivelata divertente, interessante e ricca di emozioni.
Da una settimana ho riscoperto il piacere di andare a vedere il Casola.
Ero rimasto legato alla vecchia 'bombonera' di via Cenni, con le tribune a strapiombo sul campo, e il chilometro scarso che mi separava dal nuovo impianto degli Olmatelli mi sembrava vasto come il Texas.
Poi, l'8 dicembre, mi è presa la smania di andare a vedere il recupero contro il Reda.
E' stata una settimana lunga, quella che ha preceduto il big match di domenica.
Maltempo e campi innevati hanno reso indeciso fino all'ultimo, lo svolgersi regolare della partita.
Alla fine Casola e Modigliana, rispettivamente prima e seconda in campionato, si sono incontrate senza però dare chiare indicazioni sul proseguimento del campionato.
Domenica, 20 novembre 2005

Villanova 1
Casola 4

Prestazione monstre del Casola sul 'rognoso' campo di un Villanova, reduce dalla prima sconfitta proprio domenica scorsa e quindi desideroso di rifarsi sul campo di casa, ancor meglio contro i primi in classifica.
Questi sono i ragazzi del Casola 2005/2006, non ci sono tutti perchè quella sera almeno un paio mancavano.
Li ritroverete e riconoscerete sicuramente sul campo.
Spero vi divertirete a riconoscere la faccia di ciascuno, a prendere in giro il vostro amico che in quella foto ha i capelli con un riporto non indifferente, e quello che è proprio l'unico che ha gli occhi rossi, leggerete la storia su ogni viso.
Mordano, 6 Novembre 2005

L' è novembre, uno dei mesi più tristi e grigi delle nostre vite.
Occorrerebbero domeniche libere di pensieri già pensati.
Ma siamo a novembre, e bello e brutto che sia, l' è sempre novembre.
Calcisticamente parlando ci troviamo a Mordano, su un campo dalle dimensioni mastodontiche (106x66 metro più, metro meno).
La rubrica sportiva continua a parlare anche di altri sport, magari meno conosciuti e meno frequentati del calcio, ma lo stesso degni di grand’attenzione.


Un nuovo sport è nato a Casola nell’ultimo anno, si tratta della lotta greco-romana. Ho incontrato ultimamente il professor Maurizio Galli, insegnante di educazione fisica nella scuola media di Casola Valsenio e ora, nei pomeriggi di Lunedì e venerdì, anche insegnante di lotta presso la palestra del nostro paese. Il professore mi ha rilasciato gentilmente un’intervista per illustrarci le caratteristiche di questo sport e la sua presenza nel nostro paese.
La lotta è uno degli sport più antichi, nasce con l’uomo 3800 anni fa, se ne trovano tracce tra i primi reperti archeologici rinvenuti nelle tombe egiziane, dove sono rappresentati i primi sport praticati dall’uomo e insieme alla lotta vi è la corsa e il lancio del giavellotto. È uno sport che ha origini così antiche perché è una cosa insita nell’uomo, due bambini piccoli che giocano su un materasso non giocano a calcio ma lottano e questo fa capire quanto sia nella nostra natura.
Non avrei mai pensato di dovermi congedare da questa rubrica in un periodo così poco felice per lo sport casolano, semplicemente non mi sembra il caso di trarre conclusioni e polemiche quando al campo sportivo ci sarò andato si e no tre volte (nel girone di ritorno).