Breve intervista al Presidente Antonio Giorgi:
Ci parli un po' dello spettacolo...:
"Il Teatro Sonoro con lo spettacolo “Ferondo e fra' Cipolla in tragicomica novella” ha proposto una rielaborazione personale del "Decamerone" di Giovanni Boccaccio, valorizzando il contesto in cui le singole novelle si collocano.
Nello spettacolo si sono trattati i racconti in maniera sceneggiata alternando lettura dei testi, musica, dialoghi e azioni teatrali."
Lo spettacolo è risultato divertente per il pubblico?
"Al di là del divertimento, gli spettatori hanno l'attualizzazione teatrale, in quei dialoghi che sembrano scritti per essere parlati.
La narrativa ospita dialoghi vivaci e veri, tratti dalla realtà parlata della gente comune."
Avete dovuto ridurre l'opera?
"Delle cento novelle scritte da Boccaccio in questa riduzione ne sono state contemplate tre, ognuna guidata da una logica perfida, tutta giocata sullo scherzo ordito dall'allegra brigata ai danni di un povero disgraziato di turno: il rozzo Ferondo, lo sciocco Calandrino e lo scaltro Fra' Cipolla."
Come si è svolto lo spettacolo?
"Interpreti  delle novelle sono tre attori-musicisti, scelti per offrire un carattere comico e rendere più viva ed attuale l'opera boccaccesca".
E prossimamente?
"11 Luglio sarà la data de "I MUSICANTI DI BREMA" ma stiamo anche valutando uno spettacolo che compenetri più discipline basato su "I CANTI ORFICI" di DINO CAMPANA.
Allora in bocca al lupo!
 
"Ferondo e fra' cipolla in tragicomica novella"
Enrico Vagnini – Narratore
Antonio Giorgi – Attore/Musicista
Alessandro Mazzotti – Attore/Musicista
Michele Sanguedolce – Attore/Musicista
Pier Luigi Poggiali -Audio/Luci e Video
Alessandro Lanzoni- Luci
Durata: 70 minuti
Associazione Culturale Teatro Sonoro – Via Fondazza,31 48010 Casola Valsenio (RA)
www.teatrosonoro.jimdo.com  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell. 339-2553462
 
Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter  

Devi essere un utente registrato per inserire commenti