Cultura

Si intitola 'Scavare una buca' e sarà in libreria a partire dall'11 novembre. E' il nuovo libro di Cristiano Cavina, come di consueto pubblicato con la casa editrice Marcos Y Marcos.
Come sempre non ci piace anticipare nulla del romanzo, l'unica cosa che ci sembra doveroso sottolineare è che i casolani, appena usciti dal weekend speleo, continueranno ad affrontare il mondo sotterraneo anche leggendo quetso libro.
I NOSTRI PRETI A CASOLA VALSENIO -
Presentazione, il 12 Novembre alle ore 21 presso il locale 'Rintocchi e Sapori' del volumetto pubblicato a cura di Giacomo Giacometti.

Due pubblicazioni uscite in rapida successione, lodevolmente promosse e curate da Giacomo Giacometti, ripropongono alla nostra attenzione la memoria di quelle figure, carismatiche e fondamentali nella definizione del tessuto sociale e spirituale del nostro territorio, che furono i “nostri preti”, avvero i parroci ed i religiosi, oggi defunti, che per periodi più o meno lunghi, negli ultimi 60 anni, hanno inciso direttamente o indirettamente sulla formazione e sulla vita religiosa della nostra comunità.
E’ USCITO UN ALTRO LIBRO DI GIUSEPPE GAMBERINI: C'era una scuola
Giuseppe Gamberini, originario di Casola Valsenio, residente a Imola, laureato in pedagogia, maestro, professore, direttore didattico, curatore di diverse antologie a tema ed autore di alcuni libri, fra cui quello recensito circa un anno fa su queste stesse pagine ed intitolato “Una storia incompiuta” dedicato alla sua famiglia, originaria di San Ruffillo, ha pubblicato un nuovo libro.
Tutti i casolani e molti “forestieri” hanno partecipato almeno una volta a una festa organizzata da Hill Party Staff. Pochi però forse conoscono che cosa ci sta dietro, il lavoro dell’associazione anche in altri campi, il coinvolgimento di tanti giovani (beh, alcuni ormai ex-giovani, ma solo all’anagrafe), il lavoro “sommerso” (nel senso positivo del termine). Abbiamo quindi deciso di portare alla luce alcune cose, intervistando Andrea Turrini, fin dall’inizio una delle anime di HPS. Ringraziamo della disponibilità lui a tutto lo Staff, a cui auguriamo fin d’ora grande fortuna per il futuro.
Compie 28 anni di attività il Circolo Fotografico Casolano e li porta proprio bene come lo dimostrano le attività e i numeri correlati ad esse.

Partiamo con gennaio, il CFC riunisce l'assemblea dei soci e nomina il nuovo consiglio dirigenziale composto da 5 persone e precisamente: Cardelli Maurizio (presidente), Bertozzi Gianfranco, Benericetti Umberto, Davide Sabini e Daniela Cavini (consiglieri).
Il titolo dell’articolo è lo stesso della favola teatrale che la compagnia “La melagrana” ha messo in scena sabato 3 luglio nella Piazzetta della cultura a Casola Valsenio, spettacolo che ha attirato un grande pubblico di casolani e non. Ma come è nato tutto ciò? Come hanno fatto tante donne tutte insieme a ritrovarsi e a diventare attrici per caso? Sono qui per raccontarvelo…
L’idea è nata notando la fantasia, l’interesse e la volontà di alcuni genitori dei bambini della Scuola per l’Infanzia “Lo Scoiattolo”, che si sono improvvisati attori per animare la festa Natalizia della Scuola.
Luglio 2010…

Un enorme stormo di nuvole nere e pesanti di pioggia, geometrica e sinuosa minaccia in volo, che sta all’orizzonte, che nello stesso momento pare avvicinarsi e allontanarsi, che improvvisamente vira, seguendo misteriose traiettorie, lungo la corsa del vento, senza alcuna incertezza, confidando un senso delle cose che a me stava sfuggendo… ma che quella sera, sentivo incontrare.

Il giorno precedente, alcuni giornali raccontavano di…
Ci sono persone che riescono a trasmettere emozioni solo facendo quello che amano e in cui credono.
Eolo e Monia, oltre ad essere persone splendide, hanno la particolarità di riuscire non solo a emozionare ma a farlo con una semplicità rara e invidiabile.
Poche settimane fà si è svolta la festa della lavanda, come tutti gli anni si è dato il giusto risalto a quello che ha rappresentato il prof. Rinaldi Ceroni per Casola e per “il suo giardino”, ma il concerto pensato e realizzato da Eolo alla croce, sul monticino dell’alberino, in suo ricordo ha lasciato un segno indelebile.
Sabato 8 maggio io, mio babbo e mio zio Michele e sua moglie Beatrice siamo andati a vedere IRON MAN 2.
Quando è iniziato il film c’ era la fine di IRON MAN 1 in cui “Tony Stark”( l’ attore di IRON MAN) svela a tutta Los Angeles che lui è IRON MAN.
Da 40 anni l’edicola di Casola Valsenio è gestita dal signor Giorgio Cantagalli e famiglia.. Esattamente dal 1 Dicembre 1971.
All’inizio, i quotidiani storici come l’Unità , il Resto del Carlino, i settimanali come Oggi , La Domenica del Corriere e Annabella, alcuni fotoromanzi come Grand Hotel, Bolero, Lancio, Sogno e alcuni fumetti per bambini come Topolino, il Corrierino e il Monello, erano sistemati su un semplice tavolo e qualche scansia. Poi un po’ alla volta hanno invaso mezza parete del lungo negozio di Bruscò e uno spazioso bancone, per una esposizione totale di 8 metri. Sono state in seguito aggiunte svariate scansie disposte un po’ qua, un po’ là … alcuni contenitori di videocassette e dvd, qualche cassetta con riviste e giochi per bambini, un po’ qua , un po’ là, e gli ultimi arrivi (forse), appoggiati in terra, attendono una sistemazione meno precaria, ma sono molto visibili.
Mi è capitato di rinvenire alcuni grandi e vecchi fogli seppelliti fra le carte di un archivio. Riportano il censimento delle famiglie della parrocchia di Casola del 1825 per la tassa focatico. Si trattava di un’imposta sul capofamiglia il cui nome derivava dal suo campo di applicazione cioè l’unità familiare che si radunava attorno al camino, servi compresi. In bella grafia sono ordinatamente riportate le famiglie, i loro componenti, il mestiere, la contrada d’abitazione e l’importo della tassa.
...'Era l'anno dei mondiali'.... da giovedì 10 giugno, fino a sabato 10 luglio, sarà in edicola col Corriere della sera il libro “era l’anno dei mondiali”. I9 edizioni dei mondiali di calcio dal 1930 al 2010 raccontate dai componenti dell’Osvaldo soriano football club, la nazionale scrittori di calcio, che già molti casolani iniziano a conoscere essendo diventata Casola sede dei periodici raduni di questa compagine.
Caro Roberto De Luca, responsabile di Live Nation, nonché organizzatore dell’Heineken Jammin Festival.
E’ uscito il programma principale per l’HJF ‘10, interessante e davvero appetitoso.


3 luglio: AEROSMITH (Steven Tyler compreso), Cranberries + 4 artisti da confermare
4 luglio: GREEN DAY, 30 Seconds To Mars, Rise Against + 3 artisti da confermare
5 luglio: BLACK EYED PEAS, Massive Attack (late show dopo i BEP)
6 luglio: PEARL JAM, Ben Harper, Skunk Anansie, Gossip, Wolfmother
La compagnia dialettale “I’amìgh dé dialètt” desidera, attraverso le pagine dello Spekkietto, informare i Casolani su come sono stati destinati i proventi degli incassi delle rappresentazioni della commedia “Mingò su moj, l’U.S.L. e Cumòn”.
Prima di tutto la compagnia desidera ringraziare tutti coloro che, partecipando in massa alle rappresentazioni ci hanno permesso, nelle serate di Venerdì 15 Gennaio e Sabato 16 Gennaio, di fare il tutto esaurito nel Teatro Senio tant'è che si è deciso di replicare la rappresentazione anche nella serata di Domenica 17 Gennaio.
Ci sono gesti, canzoni, che hanno l’effetto magico di aprire delle porte chiuse.
Un uomo che si rade, una donna che si trucca. L’incontro ogni mattina con la propria identità. Guardarsi negli occhi cercando di leggere ciò che si ha dentro. Fare i conti con sé stessi. Piccole storie di vita quotidiana. Niente di nuovo, le solite promesse, l’ennesimo fallimento. Giornate passate a raccogliere le proprie esistenze andate in frantumi. E cercare nuovamente di ricostruire sé stessi.