50 ANNI DI IMMAGINI DELLO SCOUTISMO CASOLANO – Sabato 13 Aprile 2013

I festeggiamenti per il 50° delle prime promesse scouts a Casola Valsenio, dopo una lunga ed accurata preparazione,  sono iniziati con la proiezione serale di una selezione di foto e filmati che hanno ripercorso l’intero arco dei 50 anni di attività del nostro gruppo scout. Grande partecipazione di pubblico e grande commozione. Scouts vecchi e nuovi e numerosi cittadini hanno affollato la sala del cinema Senio dove la proiezione si è svolta. Oltre all’impegno degli scouts un ringraziamento particolare va rivolto ai collaboratori tecnici : Maurizio Cardelli, Alessandro Lanzoni, Paride Ridolfi ed alla gestione della sala del teatro Senio  per  il generoso e disinteressato aiuto prestato. 

FESTA DI PRIMAVERA – Giovedì 25 e Sabato 27 Aprile 2013

Si sono svolte le sfilate diurna ( giovedì) e notturna (sabato) dei carri allegorici. Tre i carri in  concorso: “ A mani nude” della società Extra, “Scollocati” della società Sisma e “Meno di zero” della società Nuova Peschiera. La sfilata diurna è stata vinta dal carro “Scollocati”, secondo arrivato il carro “A mani nude”, terzo il carro “Meno di zero” che ha invece vinto la sfilata notturna.

 

LE CRESIME DEI NOSTRI RAGAZZI – Domenica 12 Maggio 2013

Nel giorno della festa dell’Ascensione il Vescovo emerito di Ravenna, Mons. Verrucchi, ha conferito la S.Cresima a 17 ragazzi e ragazze casolani (7 femmine e 11 maschi). Nel pomeriggio si è svolta anche la processione conclusiva delle Rogazioni.

GRANDE RADUNO PER RICORDARE IL 50° DELLA NASCITA DELLO SCOUTISMO CASOLANO – Sabato 18 e Domenica 19 Maggio 2013

50 anni fa, esattamente il 19 Maggio del 1963, pronunciarono la loro promessa  i primi scouts ed i primi Lupetti  di Casola Valsenio. Questo evento segnò anche l’ingresso dello scoutismo nella vallata del Senio.

Una esperienza che ha radicalmente e positivamente segnato il mondo giovanile, prima di Casola e poi di Rivola e Riolo, sia sul piano della formazione, sia sul piano della partecipazione dei giovani alla vita parrocchiale e pubblica. Questo stesso giornale, come ben si sa, è frutto duraturo e ben radicato di questa esperienza.

La celebrazione di questa importante ricorrenza, preceduta il mese scorso, come sopra ricordato, da una serata di proiezioni  di immagini e filmati che hanno illustrato i momenti salienti della  lunga storia di questa esperienza, si è svolta in due giorni consecutivi.

Cerchio di apertura al parco Pertini, cantieri delle branche: Lupetti, Esploratori- Guide, Rover-Scolte, cena e grande fuoco di bivacco il Sabato.

La domenica, dopo il cerchio di inizio e l’alzabandiera, sempre al parco Pertini, la giornata è proseguita con una escursione con  grande gioco sulle nostre colline. Dopo il pranzo agli Olmatelli è stata celebrata la S. Messa al campo nell’area del parco Pertini a cui è seguito il cerchio di chiusura con il suggestivo rinnovo delle promesse. Sono stati due giorni di intense emozioni, di ricordi, di rivisitazioni e di incontri fra vecchi e nuovi fratelli e sorelle scouts  che si sono ritrovati ed hanno rivissuto e ripercorso i suggestivi sentieri dell’avventura percorsi in 50 anni di storia. Una storia che continua ed è questo il fatto veramente importante, fondamentale e caratterizzante di questa celebrazione.

Per l’occasione il nostro giornale ha redatto e stampato un interessante e consistente supplemento dedicato alla raccolta delle memorie e delle immagini storiche del movimento casolano e contemporaneamente è stato reso disponibile il CD della proiezione svoltasi il 13 Aprile.

Un sincero e meritato ringraziamento ed elogio va rivolto ai capi ed ai ragazzi ed ai collaboratori che con successo si sono impegnati nella impeccabile realizzazione di questo evento.

“UNO DI NOI” IMPEGNO DELLA PARROCCHIA PER LA DIFESA DELL’EMBRIONE UMANO – Lunedì20 Maggio 2013

Con una riunione e la proiezione di un interessante e documentato filmato sulla natura dell’embrione umano, che sin dal suo concepimento rivela straordinariamente le caratteristiche tipiche e … della persona, si è aperta in parrocchia la raccolta di firme per una mozione internazionale che punta a sensibilizzare le istituzioni ed i governi a tutelare la vita e l’integrità dell’embrione umano che fin dai primissimi istanti della sua formazione si deve considerare a buon diritto “UNO DI NOI”. La raccolta delle firme, possibile anche on-line, proseguirà nei mesi successivi .

“LA  MINESTRA MATTA” UN NUOVO LIBRO DI LUCIANA BARUZZI – Giovedì 23 Maggio 201                                  Luciana Baruzzi ha presentato nella sala Biagi Nolasco,  con la dotta e stimolante conduzione del  dr.  Andrea Ferri, direttore del settimanale diocesano “Il Nuovo Diario Messaggero”,  il suo ultimo libro “La minestra matta”  recando così un nuovo apporto  alla memoria di ciò e  di chi eravamo.

Luciana Baruzzi (per i Casolani “La Direttrice”)  ci ha ormai piacevolmente abituati,  con scadenza quasi annuale,  ai suoi racconti di personaggi e storie del passato della nostra vallata. Alcuni problemi alla gestione del sito de Lo Spekkietto però hanno ritardato la pubblicazione della presente breve recensione. Lo facciamo ora nella cronaca del nostro giornalino. Meglio tardi che mai e ci scusiamo per l’intempestività.

“Mostri di gesso” , “Il cammello nero del sonno”, “Carezze d’aglio”, “Il solista”, “La medaglia di pane”  sono le pubblicazioni uscite dalla penna  dalla “Direttrice” negli anni precedenti , tutte opere finalizzate al recupero della memoria, come sinteticamente viene ricordato in quarta di copertina di questa sua ultima fatica.

La “minestra matta”, un titolo che si rifà ad un  bullirone, un rustico concentrato energetico , di quadri di sfoglia, bolliti in acqua con pomodori e pezzi di pancetta rosolata, dal sapore rancido e forte, piacevole per il palato robusto di certi adulti, odiato in genere dai bambini, che viene preso a simbolo di un epoca e di un periodo difficile in cui sulle tavole delle case del nostro territorio, per molti, c’era solo l’essenziale per vivere e a volte mancava anche quello.

L’ambiente descritto nel libro è quello dei nostri monti, delle parrocchie e delle famiglie dei contadini che abitavano le  nostre campagne, nel periodo intorno all’ultima guerra mondiale - prima, durante e dopo - con tutta l’epopea e le vicende dure, crude, ma anche fantasiose e leggendarie del  passaggio del fronte.

Gli occhi che raccolgono e restituiscono le memorie di quell’epoca alla penna della Baruzzi sono quelli di Amelia  Benedetti  (presente alla presentazione del libro) , ai tempi  rievocati una bambina curiosa,  intraprendente, sveglia,  che osserva gli eventi, ascolta i racconti, li rielabora con la sua fantasia e sensibilità di bambina,  riuscendo anche  a superare momenti particolarmente difficili e dolorosi, quali ad esempio la morte del fratellino più amato.

Sono i tempi i cui i bambini oltre ad andare a scuola - quando va bene - si rendono utili anche in casa, vivono molto da vicino le vicende della propria famiglia e danno una mano a sbrigare diverse incombenze compresa la gestione degli animali che spesso accompagnano  da soli nei prati al pascolo. Sono in genere bambini  che godono di una certa libertà ed autonomia, inventano giochi con pochi accessori e molta fantasia, giochi che, nel caso dei ritrovamenti dei reperti bellici, sfiorano inconsapevolmente l’ incoscienza.

La “Minestra matta” è un lungo racconto, fatto di tanti racconti che rievocano, come ormai ha già dimostrato di saper ottimamente fare Luciana Baruzzi, con vivezza e sensibilità straordinaria, un periodo cruciale della nostra storia recente ( anche se ai ragazzi delle nuovissime generazioni  certe situazioni potranno appartenere ad un mondo lontanissimo e quasi fantastico ) e che a tutti farebbe bene lo scorrerli:  agli adulti – i più adulti - per non dimenticare e ai meno adulti ed ai più giovani per  imparare cosa ci siamo appena lasciati alle spalle.

Secondo lo stile già sperimentato  nelle  pubblicazioni  precedenti,  il volumetto “La minestra matta” è arricchito dalle illustrazioni ad affresco di  Laura Rondinini .

UN’ “APE” LABORIOSA NELLA CASA RESIDENZA  DELL’ASP A CASOLA – Sabato 1° Giugno 2013

Il recente ampliamento della nostra Casa Residenza  Protetta ha reso disponibile un locale di circa 40 mq. al pian terreno nella palazzina Gaspare Cenni, nell’area Bottonelli, con accesso autonomo e dotato di servizi attrezzati per la disabilità, che ha permesso di predisporre un centro di ritrovo attivo e guidato  per giovani disabili  residenti nel nostro comune, finalizzato a ridurre il rischio di una loro marginalità e favorire la loro partecipazione alla vita sociale del paese.

Il centro, inaugurato sabato 1 Giugno, è stato denominato “APE” per sottolineare l’impronta educativa e formativa incentrata  sull’operosità pratica.  L’attività di base sarà costituita da semplici mansioni occupazionali alternate a  momenti  laboratoriali  (musica, bricolage,cucina ecc.). Una specifica collaborazione è stata individuata con la ditta “Caffè Poli”  disposta a fornire, riconoscendo il corrispettivo economico, un lavoro di confezionamento..  Altre attività potranno essere svolte e condotte anche in collaborazione con i volontari già attivi nel territorio.

 

Domenica 2 Giugno 2013

Giornata ricca di impegni ed appuntamenti per la coincidenza della festa del Corpus Domini, del conferimento della Prima Comunione a 13 ragazzini e ragazzine della nostra parrocchia, della festa della Repubblica, dell’inaugurazione del monumento agli Alpini e del concerto all’aperto della Banda e del Coro dell’Assunta

LA PRIMA COMUNIONE A 13 RAGAZZI E RAGAZZE

Oggi, in concomitanza con la festa del Corpus Domini, tredici nostri bambini ( 3 femmine e 10 maschi)  hanno ricevuto, al termine del corso di catechismo, la loro prima comunione. Nel pomeriggio la giornata di particolare significato e spessore spirituale si è conclusa  con l’adorazione del S.mo Sacramento.

IL MONUMENTO AGLI ALPINI

Sottolineiamo soprattutto quest’ultimo evento per la sua singolarità. Il nostro attivissimo Gruppo Alpino infatti, dopo la chiesetta realizzata sulla collina degli Olmatelli, ha portato a termine un altro  progetto a cui gli aderenti pensavano da tempo: un piccolo ma significativo ed artistico  monumento  che celebrasse tutti gli Alpini che hanno operato e che ancora operano al servizio della nostra patria.

In accordo con il Comune il luogo dove far sorgere l’opera è stato individuato nel vialetto che collega via Roma con la zona della palestra all’altezza dell’albergo “Nuova Corona” , vialetto che per l’occasione è stato intitolato agli Alpini.

Il monumento , progettato da Ramona Nannini, ricorda le vette ed i ghiacciai delle nostre Alpi con forme stilizzate realizzate in arenaria e marmo bianco di Carrara. Al centro è stato inserito un artistico cappello alpino con la caratteristica penna, realizzato in rame con la ben nota maestria da Domenico Spada, un vero virtuoso della lavorazione del ferro battuto, del rame e dell’ottone.  Oltre al cappello il monumento è ornato anche con cinque piccoli scudi di ceramica riproducenti  le insegne delle altrettante brigate alpine ora operanti nell’Esercito Italiano.

In occasione delle cerimonie il monumento viene integrato con l’inserimento di una piccozza, altro simbolo tipico  della iconografia alpina.

Il monumento è stato eretto e realizzato con il lavoro volontario dei componenti del gruppo Alpino guidati dal presidente Valerio Rossi  e fra questi  va particolarmente sottolineato l’impegno , l’abilità e lo zelo di Italo Fiorentini .

CONCERTO  DELLA FESTA DELLA REPUBBLICA

Alla Sera, dopo le celebrazioni al monumento dei caduti, la giornata della Festa della Repubblica si è conclusa con il tradizionale concerto all’aperto del Corpo Bandistico G. Venturi, unitamente al Coro dell’Assunta. Entrambe le formazioni, per l’occasione, hanno inserito nel loro tradizionale repertorio alcuni pezzi innovativi sia di musica sinfonica, sia di musica popolare.  

UN ALTRO RICONOSCIMENTO A SILVANA QUARNETI – Venerdì 14 Giugno 2013

La Camera di Commercio di Ravenna ha assegnato a  Silvana Quarneti il premio “Fedeltà al Lavoro e Progresso Economico” , un riconoscimento  che viene riservato ai commercianti di più longeva attività nella provincia di Ravenna nell’ambito di un concorso giunto alla sua XXXI edizione. Silvana lavora dal 1969 nel negozio di frutta e verdura che fu dei genitori  e che fu aperto ai primi anni del secolo scorso.

LAPIDE COMMEMORATIVA DEI REDUCI DELLA SAN MARCO – Sabato 15 Giugno 2013

I reduci dei fanti di marina del Battaglione San Marco, integrati da una rappresentanza di effettivi ,  ufficiali, sottufficiali e graduati delle attuali nostre forze armate ,  si sono ritrovati a Casola per ricordare le vicende belliche che videro impegnata  la loro formazione  sui versanti delle nostre colline, durante la terribile stagione del passaggio del fronte dell’ultima guerra mondiale. Per l’occasione, avendo ottenuto i dovuti permessi, hanno scoperto una lapide, collocata in p.za A. Oriani sul muro esterno dell’ex convento delle Suore Dorotee ,  a ricordo della loro presenza.

ELEZIONE DEL NUOVO MAGISTRATO DELLA MISERICORDIA – Giovedì 27 Giugno 2013

Dopo una serie di consultazioni fra gli iscritti, la Fraternita della Misericordia, riunita in assemblea, ha eletto il nuovo “Magistrato” (Consiglio di Amministrazione)composto da 12 persone, il Collegio dei Sindaci Revisori ed il Collegio dei Probiviri. Anche la segreteria verrà nel tempo rinnovata. L’elezione del nuovo Governatore e del nuovo Vice-Governatore si terrà nella prima riunione del Magistrato prevista per il 18 Luglio. Un ringraziamento sentito va al Magistrato uscente per il prezioso lavoro svolto nei due mandati trascorsi, in particolare alla presidente Luciana  Nannini ed al vice presidente Italo Fiorentini. Un grande grazie anche alla segretaria Roberta Marchignoli che, pur dimissionaria, assicurerà per un po’ di tempo il passaggio di consegne a Elisabetta Bittini e a Daniela Rossi che la sostituiranno. Lo stesso dicasi per la responsabile dei rapporti con “Amici senza frontiere” Anna Cavina per la quale si è comunque ancora alla ricerca di una valida sostituta.

“FINGETE VENI MECO A CASOLA VALSENIO……”  OVVERO  ORIANI, CATERINA SFORZA, IL PROF AUGUSTO, IL MAESTRO VENTURI ALL’OSTERIA – Domenica 30 Giugno 2013

Nella piazzetta della biblioteca si è svolta con grande successo una piccolo ed originale spettacolo di rievocazione storica in preparazione da due anni e spesso rimandato per ragioni di tempo e di disponibilità dei volontari (tutti): ideatori, autori dei testi, registi, tecnici di ripresa, costumisti, ed attori, che si sono prestati con grande generosità ed impegno per  realizzare questo evento.

L’intento, perfettamente riuscito, era quello di far rivivere pezzi di storia di Casola attraverso  la mediazione di alcuni personaggi significativi del passato, recente e remoto, che hanno lasciato il segno, a vario titolo, nelle vicende della nostra comunità: la duchessa Caterina Sforza, lo scrittore Alfredo Oriani, il preside e botanico prof. Augusto Rinaldi Ceroni ed i Mo. di musica Giuseppe Venturi.

I quattro personaggi della rappresentazione vengono misteriosamente  convocati in una osteria del paese dove, attorno ad un tavolo ed un buon bicchiere di vino, si lasciano andare a rievocare i ricordi e le esperienze vissute, interferendo fra loro in modo atemporale,arguto, con misurata ironia e comicità e fornendo il destro per una rivisitazione  di alcuni luoghi e vicende storiche casolane.

Si scoprirà  poi che la misteriosa convocazione era funzionale alla celebrazione di un evento importante e significativo, ovvero la consegna e l’affidamento in custodia dell’archivio storico delle  Opere Pie alla Biblioteca Comunale: vale a dire circa ottocento anni  di un trascorso di solidarietà, di cristiana e civile carità, di sensibilità ai bisogni dei più deboli che onora la nostra comunità.

La recita, guidata, ma in molte sue parti anche estemporanea ed improvvisata, sul tipo della commedia dell’arte, è stata introdotta ed intermezzata da filmati realizzati da Alessandro Lanzoni  e dall’amico e collega Bacchi Marino girati con i quattro personaggi storici e con altri di fantasia in alcuni dei luoghi più caratteristi del nostro comune e del nostro paese: M.te Battaglia, il Cardello, Il Giardino delle Erbe, via Sorgente con la torre di Galbetto, l’inizio di via Calligheria con l’ingresso alle vecchie prigioni, le case popolari, la ghiacciaia dietro alla vecchia farmacia, le case adiacenti al cosiddetto Ponte dei Poggi sul rio Casola.

La citazione di tutti coloro che hanno collaborato a vario titolo alla realizzazione dello spettacolo, oltre ai già ricordati tecnici dei filmati, necessiterebbe di uno spazio che in questo numero non disponiamo e fra l’altro ci farebbe correre il rischio di dimenticarne qualcuno. Non possiamo tuttavia non ricordare in rappresentanza di  tutti: la Biblioteca Comunale attorno a cui è girata tutta l’operazione, - i maggiori responsabili  della ideazione e della regia, ovvero :   Luisa Sangiorgi, Gianna Sagrini, ed il presidente dell’ASP (ex Opera Pia) Roberto Rinaldi Ceroni - il tecnico delle luci Andrea Turrini - la responsabile dell’atelier dei costumi Rita Morozzi.    

Il numeroso pubblico intervenuto  ha mostrato palesemente il vivo gradimento dello spettacolo, sottolineando con scroscianti applausi sia i filmati che la recitazione dal vivo. Ancora una volta Casola con questo evento ha mostrato la vivacità e la verve della propria capacità creativa, una caratteristica questa che molti riconoscono e in non pochi casi ci invidiano.

LA LUNGA ESTATE CASOLANA -  Luglio e Agosto 2013

Dopo l’anticipo della ”Giornata della Lavanda” il 29 Giugno al Giardino delle Erbe “A. Rinaldi Caroni”, la Pro Loco, con un impegno encomiabile, affiancata da altri gruppi di volontariato e con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, ha dato inizio ai festeggiamenti ed alle manifestazioni  della lunga stagione estiva  che si è protratta per tutti e due i mesi di Luglio e Agosto.

Impossibile elencare tutti gli eventi che si sono alternati nelle giornate dei “Mercatini Serali delle Erbe” svoltisi, come da tradizione soprattutto nelle sere dei Venerdì di Luglio e Agosto, o nelle giornate di “Casola è una Favola” e della “Festa dei Racconti Dimenticati”, con le appendici della “Notte Viola” il 13 Luglio, della “Note di Stelle” a Monte Battaglia il 10 Agosto,  di “Casola Vintage” negli ultimi giorni di Agosto e dei 3 concerti musicali alla Chiesa di Sopra a fine Agosto e nelle prime settimane di Settembre.

Ancora una volta Casola, grazie al nucleo dei volontari della Pro Loco, con i vari aggiunti e fiancheggiatori che di volta in volta si sono impegnati a  seconda degli argomenti di particolare interesse, ha mostrato una vitalità, un surplus di fantasia e creatività che lascia francamente stupiti ed ammirati.

Ogni evento avrebbe meritato un articolo a se, ma, come già fatto presente all’inizio di questa cronaca, lo spazio disponibile a causa del lungo intervallo di tempo trascorso dall’ uscita dell’ ultimo numero, è veramente stretto.  

A documentare le varie iniziative anche ai fini della memoria storica rimangono in ogni caso i dettagliati depliands informativi che sono stati  stampati per le varie occasioni dalla Pro Loco e dall’Ufficio delle informazioni turistiche e ad essi rimandiamo coloro che fossero interessati a maggiori dettagli.

Rimane allora il grazie sentito e sincero per tutti coloro che con il loro impegno disinteressato ha reso possibile tutto ciò.

Vogliamo anche ricordare tutte le passeggiate (o qualcosa di più) notturne, che la Spereologica Saknussen ha organizzato, tutte le settimane, durante i mesi di Giugno, Luglio, Agosto e Settembre, lungo gli itinerari delle nostre colline e che hanno riscontrato sempre una buona partecipazione di affezionati escursionisti.

Il ciclo è culminato il 22 Settembre con una impegnativa camminatona dal passo della Sambuca a Casola, passando per La Faggiola e Monte Battaglia per un totale di 34 km e 8 ore di cammino.

“IN PRINCIPIO ERA IL VERBO E IL VERBO SI FECE CARNE” E “PETTEGOLEZZI”  - Sabato 13 Luglio 2013

Nell’ambito degli eventi estivi ci piace segnalare l’allestimento di due mostre di opere in ceramiche realizzate a cura del gruppo di artisti “Percorsi Accademici di scultura” guidati dal maestro ceramista Guido Mariani che già ben conosciamo a Casola per le iniziative e le opere realizzate negli anni trascorsi, gruppo di cui fa parte anche la ceramista casolana Nicoletta Cavallari.

La prima mostra, di ispirazione religiosa, intitolata “ In principio era il Verbo e il Verbo si fece Carne” è stata allestita all’interno della chiesa del Pio Suffragio, più comunemente conosciuta come la chiesa della Suore Dorotee, in piazza Oriani.  Il tema suggestivo e sviluppato con  originali simbologie, espresse con  un linguaggio artistico contemporaneo, ma rispettoso  dell’argomento impegnativo e fortemente spirituale, prende spunto dall’incipit del  Vangelo di  Giovanni ed illustra i momenti salienti della storia dell’Incarnazione. Le opere sono del Mo. Guido Mariani, Nicoletta Cavallari, Pier Antonio Bertolami, Dea Galante, Manuela Gambetti, Tiziana Grandi, Anna Grossi, Elena Lucchi, Donatella Tassinari, Rita Turriziani Colonna, Rino Vaienti, Gian Tommaso Vassura.

La seconda mostra “Pettegolezzi”, allestita nell’androne galleria Paolo Volta in via G. Matteotti,  ha affrontato in modo scherzoso, ma non poi così tanto quanto di primo acchito potrebbe sembrare, il tema della testa e del volto quale specchio delle sensazioni e dei moti dell’anima. Gli autori delle “teste” sono il Mo. Guido Mariani e la nostra Nicoletta Cavallari.

FURTO AL CIMITERO – Venerdì 2 Agosto 2013

 Una visita  alla tomba della famiglia Conti, nel cimitero di Casola, ha riservato ai parenti una spiacevole ed amara sorpresa. E’stata constatata infatti la  scomparsa di una elaborata e pregevole decorazione in ferro battuto che ornava la testata del loculo. La decorazione asportata e trafugata  rappresentava una trama di rami e foglie di quercia ,con tanto di ghiande, tutte lavorate a mano, ed era opera dei fratelli Conti : Bruto, Giovanni e Nunzio,  un tempo valenti fabbri e sepolti, essi stessi , assieme ad altri parenti,  nella tomba  depredata . Il furto è stato denunciato ai Carabinieri e segnalato all’Amministrazione Comunale.

 

PER LA FESTA DELL’ASSUNTA LE CAMPANE TORNANO A SUONARE A DISTESA NEL CAMPANILE RIMESSO A NUOVO

Giovedì 15 Agosto 2013

La Parrocchia di Casola ha festeggiato la Patrona: La Madonna Assunta in cielo, con una solenne  S.ta Messa 

Celebrata  da S. Ecc. Mons Vescovo Tommaso Ghirelli.  La ricorrenza ha anche fornito la giusta cornice per la festosa inaugurazione del rinato campanile, rimesso a nuovo e nella piena funzionalità dopo i pesanti danni provocati dalla caduta del fulmine. Un concerto di campane, condotto  con ammirevole maestria da una valente squadra di campanari imolesi, ha fatto da gioiosa cornice a tutto l’evento che si è poi concluso con un piccolo party nel cortile del convento dei Frati o della Misericordia che dir si voglia.

34° PELLEGRINAGGIO A BOCCADIRIO – Sabato 31 Agosto - Domenica 1° Settembre 2013

Straordinaria partecipazione all’ormai storico pellegrinaggio diocesano al Santuario della Madonna di Boccadirio che la Parrocchia di Casola organizza da ben 34 anni. Sono stati ben 120 i pellegrini casolani e provenienti da varie località della Diocesi che sono partiti a piedi da Casola, alle tre del mattino di sabato 31 Agosto, dopo una breve funzione nella chiesa parrocchiale. Altri poi se ne sono aggiunti il giorno stesso ed il giorno seguente sino a sfiorare il numero di 150 partecipanti, senza contare i volontari addetti ai servizi ed i pellegrini che hanno raggiunto il santuario in macchina o in corriera la domenica del 1 Settembre. Tantissimi i giovani che, assieme ai veterani, hanno scavalcato nei due giorni di cammino la vallate del Senio, del Santerno e del Sillaro per giungere alla meta agognata.

Un cammino gioioso, anche se a tratti faticoso, e contrassegnato da intensi momenti di vita spirituale intervallati da rinfrancati e rinfrescanti momenti di semplice convivialità e di amicizia condivisa. Il Vescovo S.Ecc. Mons. Tommaso Ghirelli ha incontrato e benedetto i pellegrini la sera del primo giorno, al posto tappa di Piamaggio. La S.ta messa al Santuario, nel tardo pomeriggio di Domenica 1 Settembre, ha concluso  questa intensa esperienza spirituale. 

FESTA DELLA MISERICORDIA E CONCERTO ALL’ABBAZIA DI VALSENIO – Domenica 8 Settembre 2013-10-04

Due eventi si sono susseguiti nel pomeriggio e nella serata di questa domenica.

Il primo nel cortile del convento dei frati, dove la Misericordia, ha organizzato la festa della Fraternita aperta a tutti i cittadini, con un rinfresco offerto ai partecipanti (preparato con la collaborazione del Circolo Le Colonne, l’Avis ed altri volontari ), la tradizionale lotteria  a sostegno delle attività di trasporto ed assistenza agli infermi, la benedizione delle auto e la S. Messa conclusiva. Ricordiamo che nella riunione del Magistrato del 18 Luglio scorso è stato eletto il nuovo presidente ed il nuovo vice presidente, rispettivamente nelle persone di Giancarlo Cantagalli e del dott. Pierluigi Tagliaferri.

Il secondo evento ,organizzato dalla parrocchia di Valsenio, si è svolto nel cortile della storica Abbazia per sostenere i lavori di restauro in atto. Si è trattato di un concerto di canto a cappella, in dialetto veneto, basato sulla narrazione e  la parodia in canto di  alcune vicende aventi come protagonisti  le classiche figure mascherate del teatro veneziano del sei/settecento.

LA TRE GIORNI DEI POMPIERI RATTRISTATA DA UN FURTO AVVENUTO NELLA NOTTE – 13/15 Settembre 2013

Il distaccamento  dei Vigili del Fuoco Volontari di Casola, che recentemente ha costituito una onlus ad hoc per poter adire ai necessari finanziamenti per sostenere la propria attività, ha organizzato un padiglione gastronomico in piazza Sasdelli e varie manifestazioni artistiche e sportive di contorno che hanno animato la vita del nostro paese in questi giorni di metà settembre. Tutto si è svolto nel migliore dei modi sennonché, nella notte dell’ultimo giorno, è stato trafugato, dal magazzino dove era stato riposto, un impianto stereo molto costoso che i Vigili avevano  ricevuto in prestito e che avevano utilizzato per le loro manifestazioni. Il danno che ne deriva è significativo e annulla il soddisfacente risultato economico che la manifestazione aveva ottenuto.

 

CONSEGNA DELLE TARGHE  A 13 NOVANTENNI AL CENTRO “LE COLONNE” – Sabato 14 Settembre 2013

Al Centro Auser “Le Colonne” si è svolta l’annuale manifestazione della consegna delle targhe ricordo ai novantenni.

C on questo riconoscimento i soci del Centro Le Colonne intendono onorare gli anziani che hanno raggiunto questo ragguardevole traguardo e formulare l’augurio che tutti quelli che sono “in cammino” possano raggiungerlo.

Questi i nominativi dei premiati: Bellini Stellina, Caroli Candina, Cenni Olga, Conti Eda, Dalla Vecchio Silvio, Donati Gian Tomaso, Gentilini Argentina, Leonardi Celestina, Neri Igino, Perdisa Sandrina, Poggiali Ines, Serasini Teresa, Vellutini Maria. Va anche segnalato il generoso gesto augurale che in questa occasione il Centro Le Colonne ha voluto rivolgere  al nuovo Magistrato della Misericordia, come auspicio di un fruttuoso cammino al servizio delle necessità di tutta la nostra comunità e di sempre più utili collaborazioni. Il presidente del Centro Le Colonne ,sig Giovanni Signani, ha infatti  consegnato al neo eletto presidente del Magistrato della Misericordia , Giancarlo Cantagalli, una somma significativa (400  euro) quale contributo alle attività della Fraternita.  Un gesto che ha suscitato negli aderenti e soci della Misericordia un moto di sincera riconoscenza e vivissimo apprezzamento.

 

Nota di appendice: I MOVIMENTI DELLE ATTIVITA’ COMMERCIALI

Vi sono state negli ultimi mesi, in paese, alcune importanti novità  nel settore del commercio e della ricettività turistica; alcune positive, altre decisamente negative. Fra le positive e più recenti  sottolineiamo l’apertura  di un negozio di occhiali e ottica in via Marconi , l’apertura del negozio di orto frutta “Lona Bona” da parte della famiglia Sergio Spada, la riapertura stagionale dei locali dell’ albergo  “Antica Corona” a cura di Antonio Norrito, e, recentissima, la riapertura del “Laghetto area 51” per la pesca lungo il parco fluviale a cura di Marco e Alfredo Martelli,. Fra le negative segnaliamo purtroppo, con rammarico e vero dispiacere, la chiusura di una storica ferramenta, quella  fondata da Nunzio Conti (la prima che fu aperta a Casola negli anni ’30 del secolo scorso), poi passata al figlio Giancarlo, poi alcuni anni fa affittata alla signora Suzzi Patrizia che qualche mese fa ha cessato l’attività.

Su questo argomento, ovvero sulle dinamiche delle aziende commerciali  in paese, che costituiscono poi il termometro dell’andamento economico della nostra comunità  vorremmo realizzare una indagine ed una analisi un po’ approfondita, anche di carattere storico. In questo numero lo spazio non ci permette più di questo breve accenno ma ci riserviamo in futuro di entrare in argomento con una serie di articoli.

Ad integrazione delle note di  cronaca riportiamo qui di seguito, in forma stringata per le ragioni di di spazio accennate all’inizio,  la citazione, senza commento, di altri  eventi importanti  o degni di nota avvenuti nel periodo:

- Domenica 28 Aprile e giorni precedenti: Sagra del cinghiale al Parco Pertini

- Venerdì 3 Maggio: Alla Pieve di S. Margherita di Settefonti si è svolta la tradizionale benedizione delle Croci

- Domenica 12 Maggio: Antica fiera di Valsenio

- Sabato 25 Maggio: Erbeinfiore al Giardino Officinale

- Domenica 26 Maggio : Erbeinfiore al Giardino Officinale  ed in paese Festa dei Pistoni e Maccheroni

- Martedì 28 Maggio: Proiezione a cura del Circolo Fotografico delle sfilate dei Carri di Primavera

- Venerdì 31 Maggio : Pellegrinaggio della parrocchia a Rivacciola

- Venerdì 31 Maggio : I “Creativi Sopra la Media” hanno organizzato una sfilata di moda ed acconciature all’Agriturismo La Canova.

- Sabato 8 e Domenica 9 Giugno : Festa dello Sport con varie attività

- Domenica 23 Giugno : Pellegrinaggio e S. Messa alla “Croce di Luce” di Albignano a cui è seguito un  piccolo convito al Cerro

- Sabato 3 Agosto e giorni seguenti – Festa Democratica a cura del PD nel Parco Pertini

Ci sarà certamente sfuggito qualche cosa e ce ne scusiamo fin d’ora con i nostri affezionati lettori.

Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter  

Devi essere un utente registrato per inserire commenti