Attualita

 
Non volevo crederci quando mi è stato riferito che presso le nostre aziende artigiane e commerciali si aggirava un signore con tanto di accredito firmato dai Sindaci della Unione dei Comuni della romagna faentina, ad eccezione di Brisighella, che chiedeva sponsorizzazioni per una Spa per l'avvio di un fantomatico 'Progetto mobilità gratuita' da realizzare con l'acquisto di un mezzo attrezzato per il trasporto di invalidi che sarebbe stato poi gestito dall'AUSER di Faenza che, tra l'altro, viene indicato come punto di informazione sulla iniziativa. Invece è tutto vero.

Non c’è luogo, ormai, sul nostro pianeta ove non si sia mai registrato alcun avvistamento UFO. L’Europa (assieme all’America) è senz’altro il continente che conta il maggior numero di avvistamenti, ultimo tra tutti il fenomeno che si è manifestato nelle prime notti di gennaio nei cieli della Romagna.
Pare infatti, che nell’area tra Ravenna e Cesena, alcune persone abbiano avuto la fortuna (o la sfortuna) di avere un incontro ravvicinato con un oggetto volante non identificato, che è stato avvistato fino in Toscana, e anche Casola ha la fortuna di vantare un testimone, la Signora Anna Galeotti, che molto gentilmente e amichevolmente ha risposto alle nostre domande raccontandoci la sua esperienza.

Carissimi tutti scout giovani, meno giovani e vecchi, esprimo qui e lo voglio esternare a tutti, la grande soddisfazione provata sabato 13 Aprile nel constatare il grande successo della serata di proiezioni di foto e filmati con cui il Gruppo ha aperto le manifestazioni per ricordare il 50° dell'attività scout a Casola Valsenio.
Un colossal di due ore e mezzo, vario, animato, poliedrico. Lungo certamente, ma che, anche a sentire dalle numerose testimonianze che mi pervengono, non ha stancato nessuno, grandi e piccoli. Un racconto fantastico di esperienze giovanili, quali mai si era verificato a Casola.
Quanti genitori acconsentirebbero oggi ad un ragazzino di 14 anni di spingersi nell'avventura della risalita di un fiume? Nella immaginazione di un adolescente “il Fiume” non era lo scarno torrentello che fa il suo onesto lavoro dal Carzolano all'Adriatico, ma una minacciosa potenza della natura con cui valeva la pena tentare la sfida...
Per la verità, oggi la vera sfida sarebbe quella di piegare la diffidenza dei genitori verso una impresa considerata quanto meno inopportuna (il MOIGE(1) si strapperebbe le vesti gridando allo scandalo, magari querelandone l'ideatore), ma allora – meno male – non fu così.
Grazie. Grazie davvero mamme e babbi di allora, provati figli di ben altre congiunture, per avere acconsentito quasi con sufficienza a quella impresa.
E l'impresa si tentò due volte, come spesso capita ai veri esploratori.
Il prossimo lunedì 22 aprile una delegazione di casolani parteciperà come pubblico alla trasmissione televisiva 'The Money Drop', condotta da Jerry Scotti.
Per chi volesse partecipare, la partenza del pullman da Casola Valsenio per Milano è prevista per le ore 6.00 del 22 aprile.
La spesa prevista è di 30 Euro per il viaggio (minimo 30 persone) e di 13 Euro per il pranzo (facoltativo).

Per iscrizioni e ulteriori informazioni rivolgersi alla cartoleria 'L'angolo di Peter Pan' di Casola Valsenio oppure telefonare al 339 7623203.
Si è maggiormente in pericolo di essere investiti quando si è appena scansata una vettura.
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano, 1878

Nessun luogo è esente dal traffico, che sia una via del Raccordo Anulare o quella di un paese collinare.
Ne sapevamo qualcosa, purtroppo, e recentemente abbiamo anche avuto la conferma che comportamenti generali negligenti, imprudenti e imperiti sono anche molto pericolosi. Mi riferisco all’incidente occorso nel primo autunno in via Santa Martina all’orario d’uscita delle scuole secondarie di primo grado che ha visto coinvolta una mamma in attesa del proprio figlio, ma che poteva riguardare uno qualsiasi dei nostri ragazzi.
Tante voci, una voce!
E' il tema messo al centro di un INCONTRO PUBBLICO organizzato a Casola presso il Centro Auser la sera del 3 aprile alle ore 20,30.
Esprimo apprezzamennto per questa iniziativa, che peraltro non è l'unica di questi anni, promossa dalla Amministrazione Comunale per creare opportunità di dare voce ai cittadini sulla complessa tematica dei servizi sociosanitari nel nostro territorio.

Da alcuni giorni è on-line il nuovo sito web del Giardino delle Erbe 'A. Rinaldi Ceroni' completamente rinnovato nell'impostazione grafica e nei contenuti. Questa iniziativa è il risultato della volontà del Comune di Casola Valsenio, della Società d'area Terre di Faenza e del gestore Coop. Montana Vallesenio di qualificare ulteriormente i servizi turistici ed informativi di una delle strutture didattico-culturali più importanti a livello territoriale.
Esistono voli della mente dall'effetto profondamente liberatorio, ponti fra la fantasia e il mondo reale. Esistono contesti irripetibili, dove la nostra singola esistenza riesce a trovare un punto estremo, varcarlo e spostare l'orizzonte. Perché ci sono luoghi, persone, gesti, emozioni, note che toccano il cuore, mettono a tacere la ragione e sembrano riempirti di stelle. E' l'avventura che ha visto impegnati 14 alfieri, nella città di Hobart, in Tasmania.
Suor Irma ( al secolo Irma Broggian), storica cuoca del nostro convento delle Suore Maestre di S. Dorotea, che per decenni, con encomiabile dedizione ed efficienza, ha sfamato centinaia di ragazze e di piccoli alunni dell’asilo, oltre che decine di suore, e che per un certo numeri di anni ha anche assicurato i pasti alla nostra casa protetta, è morta a Padova il 24 gennaio 2013 all’età di 92 anni.
Maurizio Barberis ha 42 anni, lavora alla Saint Gobain, ed è appassionato di volo, ma non è un appassionato qualsiasi, Maurizio infatti gli aerei se li costruisce in casa, anzi ad essere precisi, nel garage della casa di sua mamma.Ne avevo sentito parlare qualche tempo fa e pensavo mi volessero prendere in giro: Maurizio Barberis si sta costruendo un elicottero. Cosa? Sì un elicottero, lo sta costruendo in garageIn garage? Sì in garage Ma dove?Qui a Casola.Beh! Voi capite che ce n’era abbastanza per rimanerne incuriositi.
Dalla volontà dell'Amministrazione comunale e con la fondamentale collaborazione di Geol@b onlus, è nato il progetto relativo alla 'Cartografia digitale ed interattiva' del Comune di Casola Valsenio. Si tratta di un progetto che avrà una costante evoluzione, ma che oggi viene presentato già con una veste molto interessante dal momento che ogni utente avrà la possibilità di navigare, attraverso Google Earth, sul territorio del Comune. Nello specifico sono state create diverse aree di interesse precisamente Toponomastica, Rilievi montuosi, Idrografia, itinerari Mtb, Itinerari trekking, Parchi e aree protette, Punti di interesse storico e turistico, attività per ristorazione e ospitalità.
Per una Amministrazione pubblica sempre più 2.0. Da alcuni giorni il Comune di Casola Valsenio offre un nuovo servizio on-line. Si chiama Comuni-chiamo ed è una nuova piattaforma intuitiva che tramite la geolocalizzazione permette una gestione più partecipata delle problematiche presenti sul territorio.
Con un salto nel vuoto. Così è nata la Spereologica Scuderia Saknussen. E mi piace chiamarla proprio con il nome storico. Inclusa la r al posto della l.
Il salto nel vuoto lo feci personalmente. Me ne ricordo bene. A salvarmi la vita fu Biagio naturalmente.

Giovani e incoscienti esploratori, ci aggiravamo per la vena dei gessi muniti di un rampone a quattro denti. Fatto con del fi 8 da edilizia. Ribattuto a dovere da Biagio alla Max Sagesser. Nell’anello di ferro, saldato dalla parte opposta dei denti, passava la corda annodata. Canapa rigida. Tipo quella di un fachiro indiano arrampicatore, tanto per intenderci. Più o meno dieci metri di lunghezza.
SI E’ AUTOCOSTITUITO A CASOLA VALSENIO UN GRUPPO DI LAVORO E DI STUDIO PER LA VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA’ E DELLA SOSTENIBILITA’ DELL’ ASP “SOLIDARIETA’ INSIEME”

Negli ultimi tempi vengono riportate , con sempre maggior frequenza, notizie di pesanti ed insistenti pressioni esercitate da ambienti amministrativi e politici – per lo più esterni ai comuni di Castel Bolognese , Casola Valsenio, Riolo Terme, e Brisighella,- al fine di pervenire alla costituzione di una unica ASP (Azienda dei Servizi alla Persona) per l’intero distretto territoriale del Comprensorio Faentino.
Se ciò avvenisse verrebbe soppressa l’ ASP “ Solidarietà Insieme” a cui fanno capo i quattro comuni sopra citati (Castel Bolognese , Casola Valsenio, Riolo Terme, e Brisighella) e conseguentemente verrebbe a mancare, nel settore dei servizi alla persona ed alle struttura ad esso collegate, quella autonomia territoriale e gestionale a cui si pervenne diversi anni fa, al momento delle trasformazioni da IPAB in ASP, grazie anche ad una attiva mobilitazione popolare dei residenti e delle associazioni dei comuni interessati .