Attualita

 
Sono pronte le foto della sfilata della festa di primavera 2009 nella nostra nostra galleria fotografica. In attesa del verdetto, che sarà presentato venerdì sera dopo la sfilata notturna, lanciamo anche un sondaggio sul carro favorito.
Si è svolta fortunatamente sotto il sole la festa di primavera 2009, dando respiro alle tre società che si sono affrettate a finire i lavori (anche piuttosto sostanziali) in vista della sfilata di sabato pomeriggio. Un pubblico che ha iniziato ad affluire solo dopo pranzo, ma comunque apparentemente numeroso, ha applaudito le bande e i carri che hanno terminato il percorso dopo essere passati sotto l'attento esame della giuria, che ha già preparato il verdetto. In attesa dei risultati che saranno ufficializzati venerdì 1 Maggio pubblichiamo le prime immagini alle quali seguirà la nostra galleria fotografica.

Con la consueta estrazione dell'ordine di sfilata inizia ufficialmente la festa di primavera edizione 2009, che vedrà sfilare le tre società nel seguente ordine: Extra, Nuova Società Peschiera, Sisma. La sfilata notturna prevede invece l'ordine di sfilata al contrario.
Purtroppo a causa di un inclemente tempo atmosferico che ci ha regalato due settimane di pioggia, i lavori di finitura stanno subendo un notevole ritardo. Con un occhio alle previsioni, speriamo in una giornata di festa con tutte le carte in regola, per portare avanti gli ultimi ritocchi e per una sfilata con il sole.
Fare conoscere e diffondere la storia, la tradizione, i messaggi e i riconoscimenti della società ideatrice e costruttrice di carri allegorici più longeva fra quelle in attività. Questo è l’obiettivo della Nuova Società Peschiera 1984 nella pagina web consultabile all’indirizzo http://nsp84.blogspot.com. Uno spazio che percorre l’esperienza e la tradizione dei 25 anni di attività della Società, arricchito con le immagini, i testi delle relazioni, i verdetti della giuria, e soprattutto un luogo che potrà essere l’incontro dei pensieri legati alla tradizione più suggestiva di Casola Valsenio.

Con un semplice gesto potete dare il vostro contributo e sostenere le iniziative casolane.Associarsi è facile: basta richiedere la tessera, in vendita al costo di 10,00 euro presso l'Ufficio Turistico (via Roma 50), aperto tutti i venerdi, sabato e domenica dalle ore 9.30 alle 12.30.La tessera da diritto ad agevolazioni e sconti.Per informazioni 0546 73033 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Voci festanti di piccoli folletti in maglietta bianca e coroncina simil-laurea di alloro, gelsomino e rosmarino....
Macchinette fotografiche di nuova generazione in mano a mamme e papà, nonni e zii risvegliati dal letargo invernale che scattano e riprendono il carretto...quello piccolo che apre la 'sfilatona' dei carri della festa di Primavera...

Alla faccia di coloro che gia' da mesi mi hanno chiesto di non scriverle, pubblico le mie PERSONALISSIME pagelle sui carri allegorici della festa di primavera di questo 2008, se Sgarbi non ha mai dipinto un quadro, ma e' critico d'arte e Mancini ha cominciato ad allenare senza patentino, perche' non posso parlare io, senza aver mai preso un martello in mano?

Casola Valsenio (Ra) FESTA DI PRIMAVERA 2008

La Giuria, presieduta da Arch. Maria Concetta Cossa, libero professionista e docente dell'ISIA di Faenza e composta da:
- Prof. Giovanni Boccia Artien, docente di Comumcazione Università di Urbino 'Carlo Bo'
- Dott. Carmelo Domini, giornalista professiomsta del Corriere Romagna
- DOtt. Matteo Valtancoli, designer e curatore d'arte contemporanea

Il primo Atto della festa di primavera 2008 si è concluso ieri, 25 aprile, con la sfilata dei carri allegorici. La prima società a siflare è stata la Extra con il carro 'Emozion(ali)', seguita della Nuova Società Peschiera con il carro 'Un centimetro alla volta' e infine dalla la società Sisma con il carro 'Il sogno di Alice'.
Sono già disponibili le foto della sfilata nella nostra galleria fotografica.
Come tutti gli anni il 25 Aprile si svolgerà la Festa di Primavera di Casola Valsenio che vede al centro della manifestazione i suoi tre Carri allegorici: 'carri in gesso di festa e di pensiero'.
Le tre società hanno già incominciato i lavori e “la zona cantiere” brulica già di piccoli e grandi costruttori che cercano, nel miglior modo possibile, di dar vita a quelle strutture che saranno al centro dell’attenzione il giorno della festa.

Parlare male (ma molto male) della Juve

Che abbia vinto la nuova società peschiera non ha sorpreso nessuno.
Il carro Le colonne d’Ercole non solo ha vinto, ma ha praticamente annientato gli altri due. Gli altri due, per la giuria è come non fossero esistiti. Allora mi permetto di criticare un carro bello e vincente, proprio perché ha vinto.
Capisco anche che dopo tanti anni si possa essere un po’ stanchi e vuoti. Umilissimi quando c’è da piantare i chiodi (Cristiano Cavina: premio cazzuola d’oro ex aequo con un manipolo di altri irriducibili degli spigoli e del ex grisolo) e maestri nel progettare, appassionati nell’eseguire ogni cosa per il carro. Non contesto il verdetto della giuria per quel che riguarda il loro carro, anzi lo sottoscrivo in pieno.

Abbiamo deciso di intervistare Maurizio Nati, uno dei casolani maggiormente rappresentativi della Pro-loco sin da quando nel 1974 è stata fondata. Maurizio non ricopre incarichi ufficiali nell’associazione ma, da quanto è emerso anche dalle assemblee pubbliche dei mesi scorsi, è parso chiaro che rappresenta il maggiore motore pensante della Pro-loco...

Di seguito riportiamo una serie di considerazioni riguardanti l’organizzazione della Festa di Primavera 2007. Tali valutazioni nascono dalla raccolta di opinioni e sentimenti riscontrate a posteriori tra i casolani, e ci è sembrato opportuno riportarle.

La Festa di Primavera è la manifestazione casolana che più entusiasma lanostra cittadinanza. Ogni anno tre società, che coinvolgono molti casolani didifferenti età, competono nella realizzazione di strutture di gesso uniche nelsuo genere, strutture che noi chiamiamo comunemente “i CARRI” ma che è piùcorretto definire Carri Allegorici di Gesso.Noi casolani ormai di gesso per via Roma ne abbiamo visto sfilare molto, manon sono sicuro che tutti sappiamo cosa si nasconde dietro questi giganti “bianchi”:nasce prima la relazione o il progetto della struttura?

Se si decide di dotare la giuria di una griglia per poter valutare senza equivoci quella che per loro è una assoluta novità, credo sia necessario includere tutte quelle variabili che noi diamo per scontate ma che potrebbero portare ad altri equivoci in futuro.
Tra queste ricordo l'episodio della fontana (il nome del carro mi sfugge...)

- creatura molto bella ma fuori gara perchè non si atteneva al regolamento - alla cui società costruttrice venne assegnato il primo premio davanti ai concorrenti, subito sbalorditi poi decisamente incazzati.
Per prima cosa sarebbe quindi opportuno consegnare ai giurati il regolamento, con tutti i suoi punti critici.

Tra questi l'annoso problema delle misure: bisogna innanzitutto chiarire a cosa servono.
Sono state inserite nel regolamento per questioni logistiche (evitare taglio di alberi, passaggio bruscò, cavi elettrici etc...) o per definire uno standard?

E' ovvio che un carro che sfila in via Roma con dimensioni doppie rispetto agli altri, avrà un impatto altrettanto diverso, maestoso e imponente.

Questa è quindi una cosa che credo andrebbe definita: li facciamo smontabili e poi togliamo i limiti per la sfilata o stiamo tutti negli stessi parametri e giochiamo ad armi pari?

Francesco Rivola
p.s. in quello che avete appena letto NON c'è scritto "il carro della peschiera era il doppio degli altri". E' solo un esempio.