Attualita

 
È stata una scalata dura, quella partita dal 2008 con un nulla di fatto (un secco terzo posto alla diurna e una notturna con sflilata da “albero di natale”), passata attraverso un 2009 discreto con il secondo posto della diurna e la vittoria della notturna ed arrivata ad una clamorosa doppietta nel 2010. A leggere i commenti comparsi su questo sito sembrerebbe che il nostro merito sia poco, che stia piuttosto nella sopravvalutazione che i giurati hanno fatto del nostro carro, eppure credo che qualcosa di buono lo abbiamo fatto. Ne faccio un piccolo elenco:

La società Extra 2008 scrive per la prima volta il proprio nome nel prezioso Albo d’oro della storia della Festa di Primavera e fa l’en plein bissando il successo dello scorso anno nella Notte di Primavera. Dei quattro trofei messi in palio nelle ultime due edizioni, l’Extra se ne è aggiudicati ben tre. Niente male per una società nata da appena tre anni.

L'edizione 2014 della Festa di Primavera ha visto al primo posto il carro "Non stupitevi se vi do le spalle" della Società Extra. Secondo posto per il carro “Poveri illusi” della Nuova società Peschiera e terzo posto per il carro “Capelli lunghi dalla Alpi Aurine alla punta del pesce spada” della società Sisma 20.01.

Il verdetto sulla sfilata notturna ha concesso la "doppietta" alla Extra, che presentava colori e suoni armonici e coerenti.

A seguire in questo articolo l'albo d'oro della Festa di Primavera dagli anni 50 ad oggi

Si è svolta ieri notte 1 maggio 2010 la sfilata notturna della festa di primavera, un momento sempre suggestivo e di grande impatto.
Al termine della sfilata la lettura dei verdetti che ha visto la società Extra aggiudicarsi il premio per la notturna.

La classifica della festa di primavera 2010 è la seguente:
3^classificatoCalamitati - Nuova Società Peschiera
2^classificatoPlacebo 20.10 - Sisma
1^classificatoDifetti di Fabbrica - Extra

Nelle nostre gallerie i video del 25 aprile, della sfilata notturna e delle premiazioni. Nella galleria fotografica tutte le foto delle 2 sfilate e della costruzione dei carri.

Editoriale

Archiviata anche per quest’anno la liturgia della Festa di Primavera, e con essa l’euforia e le polemiche che da sempre la contraddistinguono, torniamo giocoforza ad occuparci di cose più quotidiane, più ordinarie, di certo meno entusiasmanti. Certo che, volgendo lo sguardo sull’attualità, non abbiamo molto di che rallegrarci: maree nere che distruggono flora e fauna marina di mezzo golfo del Messico, i rischi di default di alcuni Stati, la crisi economica che sta mordendo sempre più sul mercato del lavoro “reale”, mentre la infelice politica italiana continua a litigare sulle celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia…

“Benzodiazepina, non toccarmi la tristezza, farmaco generico, non mi spaventi tu.”Tristezza – Elio e le storie tese – Studentessi (2008)

Introduzione:
Nuova metafisica del carro
Non è più sufficiente, per quanto mi riguarda, studiare i “carri allegorici” come simboli più o meno azzeccati di astrazioni dialettiche. Non è più sufficiente leggerli come creative sfide di borgata. Come studenti di provincia a cui dare un voto. Come incastri di legno e tempere atti a sfogare concetti più o meno prevedibili. No. Non è più sufficiente. Mi spiace.
Non è più sufficiente perché io li ho visti. Sotto la pioggia. Mentre nuvole grigie tagliavano le colline. Li ho visti, tendere al cielo, accartocciati di plastica e con poca voglia di parlare. Li ho visti. Quasi ipnotici, aspettare che l’Appennino smettesse di grondare. Li ho visti, e vi avviso, quelli che ho visto non sono più allegorie di qualcosa. Ma sono ormai qualcosa in sé. Indipendenti. Misteriosi. Enigmatici e solitari come allucinazioni notturne.

Le batterie dovevano essere ricaricate. L'anno sabbatico me lo sono concesso. Il 2010 segna il ritorno delle pagelle, odiatissime dagli addetti ai lavori, ma richiestissime dal popolo - spettatore. Un dubbio rimane: per quale motivo quest'anno c'è stata una tale richiesta? La risposta è semplice: con l' avvento di Facebook e dei vari blog personali le vie dell' informazione sono diventate molteplici, se rapportate anche solo ad un paio di anni fa. Fra l'altro non ho mai nascosto il mio 'andar giù di sparardello' e probabilmente gli utenti sono molto più interessati a qualche piccola provocazione che a una semplice descrizione oggettiva dell' evento. Questo breve preambolo funge da apripista.

Sono costretto a chiederlo e a cercare di capirlo visitando siti vari. Non perchè domenica non fossi a Casola, c'ero. Fino a una certa ora... So che è la critica di tutti gli anni, ma la sfilata doveva iniziare alle 15.30 mentre alle 16 il carro Peschiera era ancora al suo posto. Per vedere partire il secondo carro si è attesa circa un'altra ora. E quando questo è partito, ho notato con sgomento che sul terzo carro erano saliti appena 2-3 figuranti, tutti gli altri dovevano ancora prendere posizione (spesso posizioni scomode, per raggiungere le quali si poteva prevedere un'attesa ancora non breve). A quel punto ho mollato, davvero stanco di aspettare, snervato dall'attesa. E il terzo carro me lo sono perso.

Pronostico secco! Si accettano scommesse!

1° Sisma (molto buona l'idea, carro misurato)
2° Peschiera (argomento trito, carro discreto)
3° Extra (relazione già sentita e risentita, carro discreto)

Tiziano R.
Si è svolta senza intoppi la sfilata della festa di primavera 2010. Il maltempo aveva quest'anno rallentato molto le tabelle di marcia delle varie società, che si sono affrettate nelle ultime ore a completare i lavori di costruzione. Una edizione apparentemente livellata, con società Extra e Sisma che sembrano avere mosso qualche passo in più per raggiungere la pluripremiata Peschiera. In questo articolo un file con le relazioni dei 3 carri e il link alla galleria fotografica. Appuntamento a sabato 1 Maggio per la sfilata notturna e la lettura del verdetto. In allegato a questo articolo le relazioni della festa di primavera 2010.

Sale l'adrenalina, gente in fermento, iniziano le telefonate per accordarsi, negli incontri casuali per la strada si formulano domande ricorrenti, quasi rituali tutti gli anni: 'Allora quest'anno la Festa di Primavera?,hanno iniziato a fare i carri? Sempre le stesse società? Ci saranno novità?'
Ebbene si! La festa, o per lo meno il dietro le quinte che da vita alla Festa di Primavera è già iniziato: idee, riunioni, progetti, discussioni, schizzi, carri, pali, stoffa, relazione, salami e vino, gadget... e molto altro ancora, tutto ha già preso piede! Deve essere tutto pronto, perfetto, studiato nel minimo dettaglio (o lasciato al caso...) per il GIORNO DELLA FESTA DI PRIMAVERA.

Un’edizione segnata dalla similitudine dei temi.
Quasi tre frasi di un unico discorso.

Ho accettato di scrivere della Festa di Primavera (storicamente Mezza`Quaresima). 

Porgo agli amici dello Spekkietto note sparse. Sensazioni nemmeno troppo meditate. No, non c’e’ cosa penso del carro di... E non per farisaici equilibri, ma perche’ non e’ sempre necessario pensare in termini di podio e gerarchie estetiche. 

Credo che i carri siano una liturgia di Casola. Complimenti a quanti la rendono possibile.

La scorsa Festa di Primavera, che ci sembra ben riuscita grazie al notevole lavoro della Pro Loco, delle Società costruttrici e del bel tempo, ha lasciato tuttavia la sensazione di avere ancora margini di crescita. Ci permettiamo quindi, di seguito, di avanzare alcune proposte telegrafiche che riassumono il comune sentire di molti degli intervenuti alla manifestazione. L’intento è quello di contribuire ad una più generale discussione che dovrebbe scaturire tra tutti i soggetti coinvolti allo scopo di ottenere auspicabili miglioramenti.

Pubblichiamo in questo articolo i verdetti della sfilata del 25 aprile e della sfilata notturna del primo maggio.

VERDETTO SFILATA DEL 25 APRILE 2009

La giuria presieduta da Claudio Casadio, direttore della pinacoteca comunale di Faenza, e composta da:

- Guido Mariani , artista
- Tatiana Tomasetta, giornalista
- Rita Asirelli, image maker

riunita nella sede municipale di Casola Valsenio, al termine della sfilata dei carri della Festa di Primavera, premessa l'alta qualità dei carri, l'impegno profuso e attento nella realizzazione degli stessi, l'invenzione scenica dei complessi temi affrontati, ha predisposto una griglia di valutazione che tiene in considerazione i vari aspetti previsti dal regolamento, dando la valutazione completa su ogni singolo punto e arrivando in modo unanime ad un giudizio complessivo.

Dopo la sfilata notturna, che anche quest'anno si è rivelata un successo dal punto di vista dello spettacolo e delle presenze, è stato letto il verdetto della giuria



1 classificato:
NSP
La misura della solitudine

2 classificato:
EXTRA
Non ci avrete mai come volete voi

3 classificato:
SISMA
Colpevolmente Consapevoli

> La nostra galleria fotografica è stata aggiornata con le foto della sfilata notturna.

E' online il video con la LETTURA DEL VERDETTO della festa di primavera 2009 e il video della sfilata notturna