Attualita

 
Dopo la chiusura del Mercatino serale delle Erbe, protagonista dell’estate casolana, è stata la volta di “Casola è una favola-vintage”.Una manifestazione che ha reso vivi i ricordi ed ha rievocato il passato attraverso abiti, oggetti, elementi di arredo e non solo.

UN PASTROCCHIO TESO AD ANNACQUARE IL CONCETTO DI FAMIGLIA, E AD INSIDIARE ANCOR PIU’, SEMMAI VE NE FOSSE BISOGNO, L’ISTITUTO MATRIMONIALE.

Vengo a conoscenza che la nostra Amministrazione Comunale si appresta ad approvare l’istituzione di un registro delle unioni civili.
Su questo tema vorrei far notare che non esiste ancora una legge nazionale e che il tema è fortemente dibattuto per le gravi e complesse conseguenze che ne derivano sul piano etico, e su quello molto più pratico del diritto della famiglia, della sua stabilità, della salvaguardia dell’identità dell’istituto del matrimonio e del riconoscimento della validità e del valore di una scelta (quella del matrimonio) che impegna ufficialmente e con forti vincoli di responsabilità, sia personali che civili, un uomo ed una donna che decidono di metter su famiglia e far nascere figli, e così dare continuità, far crescere e progredire l’umanità.
Il registro di cui sopra è uno strumento quanto mai labile e fluttuante che il Comune intende istituire a tutela di legami affettivi esistenti di fatto e che si concretizzano nella semplice coabitazione di una coppia.
FESTA DELLA MISERICORDIA 2012
Domenica 9 Settembre 2012 la nostra benemerita Fraternita della Misericordia invita tutti i Casolani a partecipare al tradizionale festeggiamento organizzato nel cortile dell’ex convento dei frati (cortile della Misericordia).
L’iniziativa vuole essere una festosa e simpatica occasione d’incontro con tutti i cittadini ed un momento di sensibilizzazione, di sostegno e di informazione sull’attività della Fraternita che, come tutti sanno, svolge a favore della nostra comunità un importantissimo e strategico servizio di collegamento con i servizi sanitari e sociali, assicurando i delicati trasporti della popolazione assistita verso le strutture ospedaliere, ambulatoriali e di assistenza sociale.
Ho percepito un rapporto speciale che vi univa, fatto di racconti, ricordi, momenti di vita vissuta, un filo intrecciato di affetto e devozione che nemmeno eventi drammatici come quello che state vivendo potranno mai spezzare.
E ho fissato la sua immagine, mentre sale verso il cielo.
La terra ha fortemente tremato in Emilia ma anche a Casola ce ne siamo accorti. Chi però fra i casolani è più attento a cogliere anche le minime vibrazioni della terra è Flavio Linguerri. La sua stazione sismografica è attiva da più di quarant'anni. Sembra poco in confronto alla periodicità dei terremoti che si propongono su epoche storiche si originano su ere geologiche ma di stazioni operative da così tanto tempo sul nostro territorio non ce n'è poi tante.
Ne sono passati di anni, ben dieci da quando è nato il centro di aggregazione Circus a Casola Valsenio. Si è partiti dentro un vecchio cinema, passando per un appartamento fino ad arrivare ai nuovi locali presso le ex scuole medie in Via Roma insieme alle altre associazioni del territorio. Sono cambiate le facce di chi ci ha lavorato e dei ragazzi che lo hanno frequentato, ma non è cambiato lo spirito e il fine del Centro: fare aggregazione. Ma che significa? Si riesce a darne una definizione? Esistono parole che possano far capire cosa significa?
Quest’anno il Vicolo Delle Rimesse - uno degli angoli più suggestivi e caratteristici di Casola Valsenio - i numerosi visitatori dei Mercatini delle Erbe ed i Casolani stessi, lo percorreranno con il naso all’insù, e ciò non perchè colpiti da un improvviso e misterioso raptus di superbia collettiva, ma per abbandonarsi al piacere di un breve transito con la testa fra le nuvole fra luci, ombre ed argille.
La promozione di questa originale esperienza, venata di forti emozioni surreali, che si è voluta chiamare 'Il paese dove nascono le nuvole”, la dobbiamo ancora una volta al gruppo “ Percorsi Accademici di Scultura” di Faenza che già lo scorso anno arredò lo stesso vicolo con l’ allestimento “Presenze nell’antica strada”.

I lettori di questo giornale saranno indulgenti nel sopportare che per la terza volta in pochi mesi si riproponga il tema dello Stato Sociale con riferimento al contesto nazionale e locale.
La spinta a farlo viene in particolare da tre eventi succedutisi in queste settimane.
Due di questi eventi hanno rilievo nazionale e internazionale.
Il terzo riguarda il nostro livello casolano, ma nella sua minore entità può legittimamente rapportarsi al contenuto degli eventi di cui sopra.
20 maggio 2012, ore 4.02.
Il giorno stesso (domenica) mi sarei dovuto svegliare alle 7.00 per un appuntamento ciclistico con Sandro, mio cognato, per cui, per non rompere le scatole a Stefania (mia moglie), sto dormendo beatamente nel letto della camera degli “ospiti”, sognando i sentieri attraverso i boschi casolani che avremmo affrontato di lì a poche ore.
Alle ore 4.03 vengo improvvisamente svegliato da un forte sussulto accompagnato da un boato fragoroso che, nella mia mente ancora annegata nel sonno profondo, pare stia arrivando proprio dalla curva Tosa del circuito imolese, che dista solo 1 km dal mio appartamento.
la settimana scorsa si è svolto il tradizionaletrekking annuale degli antichi e attuali redattori de Lo Specchio. Il trekking si svolge nei dintorni di Casola e Palazzuolo. Quest'anno il giro ha percorso un itinerario che passando dal Cantone, Rio della Nave, Molino di Zaccarello, Casetta del Corso, Monte Battagliola, rio delle Mighe si è concluso nel primo giorno alla locanda agriturismo di Mariano. Il secondo giorno è proseguito sulle creste dei gessi.Ebbene durante il percorso del primo giorno i nostri camminatori si sono imbattuti in un rinvenimento eccezionale di funghi 'Vescie' di dimensioniassolutamente inusuali.
Un fungo in particolare, davvero gigantesco ha suscitato la meraviglia dei molti che l'hanno visto. Fra tutti gli interpellati, anche esperti e raccoglitori di lungo cabotaggio, nessuno aveva mai visto una vescia di simili dimensioni.
Alleghiamo una foto per gli scettici...
Con Decreto 30 settembre 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 31 dell’8 febbraio 2010, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha individuato i criteri per la restituzione agli utenti della quota di tariffa non dovuta riferita al servizio di depurazione.
Questa notizia interessa direttamente tutti gli utenti che pagano la bolletta per la fornitura dell’acqua corrente.
Giampaolo Bidoli, sindaco di Tramonti di Sotto, il paesino del Friuli in cui il gruppo scout di Casola operò per due estati consecutive in occasione del terremoto che devastò quella terra, chiede preoccupato quale sia la situazione del nostro comune dopo il recente e purtroppo ancora attualissimo terremoto che ha colpito l'Emilia Romagna.

I ragazzi del centro Circus di Casola Valsenio hanno partecipato alla sesta edizione del concorso dedicato a Debora Sangiorgi vincendo 500 dei 4000 euro messi a disposizione dal CRAL Credito Cooperatico ravennate e imolese. Questo premio viene consegnato ai ragazzi dai 10 ai 15 anni che si sono distinti grazie al loro impegno in opere di solidarietà e di aiuto. Il Centro Circus durante il 2011 con il progetto “Insieme si può fare” ha raccolto fondi tramite mercatini nei quali venivano messi in vendita oggetti costruiti e ideati dai ragazzi (magliette, braccialetti, collanine ecc). L’entusiasmo e l’impegno dedicati in questo progetto hanno permesso a gennaio 2012 di aver raccolto abbastanza fondi per adottare a distanza una bambina peruviana di 10 anni, Rosario Olinda.
Ho ricevuto una lettera da un nostro stimato concittadino, Luigi Ingrosso, che mi fa notare, civilmente ed amichevolmente, quanto io sia stato di mano pesante nei confronti del Sud nell’ articolo di cronaca riguardante la messa a terra delle gomme dell’auto dei nostri vigili, pubblicato sul numero scorso (n. 50) de Lo Spekkietto.

Riporto di seguito la lettera.

“Gent.mo Direttore,
questo mese di aprile mi sono affrettato, come del resto ogni volta che esce il suo giornale, a comprarne una copia, il Suo giornale è sempre ricco di ragionamenti e report locali di altissimo livello.
Cinquanta numeri de Lo Spekkietto per noi della redazione significa cinquanta riunioni in cui discutere del giornale che dovrà arrivare nelle vostre case, degli articoli che devono essere scritti perchè c’è bisogno di informare i casolani su quanto sta accadendo in paese, di offrire un’opinione sulle scelte prese dai nostri amministratori, per commentare i piccoli e grandi eventi che coinvolgono la nostra comunità.